1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Attività di Edilizia Privata

A partire dal 1 luglio 2017, le istanze CILA, SCIA e SCIAPDC inoltrate attraverso canali diversi da quelli indicati e con l'utilizzo di modelli non aggiornati saranno dichiarate improcedibili.
La Regione Campania ha emanato la Legge 59/2018 (BURC N. 100 del 29/12/2018 )  “Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali per attività espletate per conto dei committenti privati e di contrasto all’evasione fiscale” . La legge stabilisce che la presentazione dell'istanza autorizzativa deve essere corredata, dalla lettera di affidamento dell'incarico o contratto e che l'Amministrazione, al momento del rilascio dell’atto autorizzativo o della ricezione di istanze ad intervento diretto, acquisisce la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del professionista o dei professionisti sottoscrittori degli elaborati progettuali, redatta nelle forme di cui all’articolo 76 del d.p.r. 445/2000 attestante il pagamento delle correlate spettanze da parte del committente.  La mancata presentazione della dichiarazione costituisce motivo ostativo per il completamento dell’iter amministrativo. Tale dichiarazione deve essere presentata per ogni tipologia di istanza (CILA; MCILA; SCIA; SCIAPDC; PDC; SCIAG; AUTORIZZAAZIONE PAESAGGISTICA, etc.) Tutte le istanze presentate successivamente all’entrata in vigore della legge regionale devono essere corredate dalla dichiarazione di pagamento.
Modello di dichiarazione
 
 
 
 
A partire dal 1 febbraio 2017, è entrata in vigore la procedura per il controllo a campione mediante sorteggio delle comunicazioni di
inizio lavori asseverate (CILA). Le estrazioni sono effettuate in seduta pubblica ogni primo mercoledì del mese alle ore 10.00 presso
gli uffici del servizio Suep.
N.B. Si avvisa che per il prossimo mese di gennaio l'estrazione delle Cila trasmesse a dicembre 2018 verrà effettuata il 9 gennaio 2019 in
luogo del 2 gennaio."
 
 
Le istanze, corredate da idonea documentazione a firma di un tecnico abilitato(ingegnere, architetto, geometra, ecc. nell'ambito della propria competenza professionale) e dai relativi bollettini di versamento eventualmente necessari (vedi sez. Documentazione e Costi), vanno compilate sull'apposita modulistica prelevabile dalle pagine di questa sezione.
Le stesse vanno poi inoltrate, con le modalità di seguito indicate, agli uffici competenti in funzione dell'intervento da effettuarsi e della relativa procedura da adottarsi. Nelle pagine che seguono vengono illustrate le diverse procedure da adottarsi ed i relativi uffici cui rivolgersi. Gli Uffici valutano le richieste presentate da privati cittadini, ditte, enti, ecc.,inerenti gli interventi edilizi da realizzarsi e/o realizzati (in quest'ultimo caso viene verificata la sussistenza dei requisiti che ne consentano la sanatoria).
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO