1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Antiabusivismo edilizio

Mappa satellitare della sede del servizio antiabusivismo edilizio
 
SEDE UFFICIO
Servizio Antiabusivismo e condono edilizio
Settore antiabusivismo edilizio
via Commissario Ammaturo n. 61, primo piano e sesto piano.
80147 Napoli.
antiabusivismo.edilizio@comune.napoli.it
antiabusivismo.edilizio@pec.comune.napoli.it
Come raggiungere l'ufficio

SEGNALAZIONE ABUSI EDILIZI
Gli accertamenti di abusi edilizi vanno effettuati dagli organi di Polizia. L’ufficio Antiabusivismo e condono edilizio è un ufficio tecnico e non si occupa di effettuare verifiche derivanti da segnalazioni di presunti abusi edilizi.
I cittadini che intendono fare segnalazioni di presunti abusi edilizi debbono rivolgersi ai competenti organi di Polizia, con la presentazione di una denuncia. L’ufficio di Polizia locale specializzato in repressione di abusi edilizi è il Servizio Polizia Locale - U.O. Tutela Edilizia, con sede in Corso Chiaiano, 50 – tel. 081.7957392.
http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/20013


RICEVIMENTO PUBBLICO
L'ufficio riceve il giovedì dalle 9:30 alle 12:30, previo appuntamento, con un accesso ogni 30 minuti.
Per fissare un appuntamento:
-telefonare ai numeri 081-795.3397 – 795.7078, dalle ore 9:00 alle ore 13:00;
-inviare una mail all’indirizzo: antiabusivismo.edilizio@comune.napoli.it o una pec all’indirizzo: antiabusivismo.edilizio@pec.comune.napoli.it 
Per l’appuntamento indicare il nominativo del richiedente, il suo numero di telefono cellulare e l’oggetto della richiesta. Se conosciuto, indicare il numero di fascicolo di Contenzioso amministrativo, oppure i dati relativi al responsabile dell’abuso edilizio (nome, cognome e indirizzo).
Vista l’emergenza sanitaria, si raccomanda fortemente di evitare gli spostamenti non necessari e di preferire gli appuntamenti telefonici con i tecnici dell’ufficio.

C.T.U.
Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 97 del 03/04/2020 sono stati aggiornati i diritti di segreteria. I CTU debbono allegare alla richiesta la ricevuta del versamento di € 15,00, da effettuare sul conto corrente postale n. 56923667 intestato alla Tesoreria Comune di Napoli, oppure tramite bonifico bancario, codice IBAN IT 41 K 076 0103 4000 0005 6923 667. Causale: “Diritti di segreteria CTU antiabusivismo”.
A partire dal 1 luglio 2020, per le sole necessità di visura degli atti in sede, relative a procedure di antiabusivismo edilizio, sarà possibile accedere agli uffici nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12,30 (un accesso ogni 30 minuti), previa prenotazione telefonica al numero 08l.795.39.43.
La consegna degli atti avverrà per via telematica tramite pec.


PROTOCOLLO
Il Protocollo dell'ufficio è sito al 4° piano dell'edificio di via Commissario Ammaturo 61. 
Per l’emergenza COVID, dal 2 novembre 2020, l’orario di apertura è dalle 9:30 alle 12:30, solo nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì. Per evitare assembramenti negli ambienti chiusi (uffici, corridoi, scale) sarà consentito un accesso ogni 15 minuti. 
Vista l’emergenza sanitaria, si raccomanda fortemente di evitare spostamenti non necessari e di preferire la trasmissione dei documenti via posta elettronica ordinaria e via posta elettronica certificata, oppure mediante spedizione postale o consegna al Protocollo generale di palazzo San Giacomo.

PROCEDURA DEMOLIZIONE OPERE ABUSIVE
Per comunicare l'avvio di attività di ripristino dello stato dei luoghi, si può presentare il modello di comunicazione inizio lavori demolizione. Il modello va compilato integralmente, senza modificare in alcun modo il contenuto del file editabile allegato. Non sono ammesse alterazione al modello predisposto, in caso contrario l’invio della comunicazione viene considerato nullo.
La Comunicazione inizio lavori di demolizione è limitata alla sola rimozione, demolizione o smontaggio delle opere abusive, con l’esclusione di ogni tipo di intervento assimilabile alle categorie edilizie di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo o nuova costruzione, ai sensi dell’art. 3 comma 1 lettere b), c), d), ed e) del Dpr 380/2001.
In caso di realizzazione, nell’ambito della demolizione di opere abusive, di altri interventi in assenza dei previsti titoli edilizi (CIL, CIL-A, SCIA, SCIA-PDC, Permesso di costruire), l’ufficio attiverà le procedure per l’applicazione delle eventuali sanzioni amministrative e penali, secondo quanto previsto dagli articoli 27 e successivi del Dpr 380/2001.

Alla comunicazione va allegata la seguente documentazione:
1. Planimetria e relazione tecnica con documentazione fotografica;
2. Titolo di proprietà;
3. Visura catastale storica e planimetria catastale;
4. DURC dell’azienda esecutrice, attestante la sua regolarità contributiva e l’avvenuta comunicazione di inizio lavori effettuata agli enti previdenziali, assicurativi e infortunistici e alla Cassa edile competenti per territorio (art. 21 comma 1, lett. d) legge regionale 6 del 5 aprile 2016;
5. Fotocopia documenti di identità del titolare e dei tecnici.
6. Ricevuta di versamento di € 140,00, da effettuare sul conto corrente postale n. 56923667 intestato alla Tesoreria Comune di Napoli, oppure tramite bonifico bancario, codice IBANIT 41 K 076 0103 4000 0005 6923 667. Causale: “Diritti di segreteria CIL D antiabusivismo”.
7. In caso di affidamento di incarico a professionista, dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del professionista, redatta nelle forme di cui all'articolo 76 del d.p.r. 445/2000 attestante il pagamento delle correlate spettanze da parte del committente, ai sensi della legge regionale 59/2018. 

Entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori di demolizione, va presentata:
1. perizia giurata redatta da tecnico iscritto al relativo albo professionale, contenente le fotografie dello stato dei luoghi prima e dopo l'intervento effettuate attraverso gli stessi coni ottici e ogni altro elemento atto a dimostrare l’avvenuta demolizione delle opere abusive;
2. atti di aggiornamento catastale, nei termini di legge;
3. dichiarazione di corretto smaltimento dei rifiuti, con le effettive produzioni di rifiuti e la loro destinazione (riutilizzo, recupero, smaltimento, trasporto), comprovata formalmente tramite apposita modulistica che sarà trasmessa in copia.
La comunicazione ha valenza di autocertificazione ai sensi del d.P.R. 445/2000.
 
 

DEPOSITO FRAZIONAMENTI CATASTALI DEI TERRENI (ART. 30, CO 5 D.P.R. 380/01 S.M.I.)
Per il deposito dei frazionamenti catastali, seguire la procedura indicata nella pagina dedicata.
http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/12598    

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO