1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Centri Giovanili

Il Centro Giovanile "Nagioja" sorge a Soccavo, in via Adriano, nel cuore della IX Municipalità. Oltre 4000 mq interamente dedicati ai giovani della Città di Napoli.

 

Struttura comunale dedicata ai giovani aperta 7 giorni su 7, 24 ore su 24, di oltre novecento metri quadrati suddivisi in tre piani per accogliere il variegato mondo giovanile del territorio.

 

Spazio dedicato ad attività socio-educative, culturali, informative, a spettacoli e attività culturali (rassegna di cortometraggi 'OCurt, I film della mia vita, Mediadidattica, S. Sofia Movietour). Servizi di videoteca, biblioteca e fonoteca.

 

Spazio dedicato ad attività formative, di promozione e produzione nel campo della musica giovanile. Eventi spettacolari (Festival musicale Giovani Suoni, Rassegna Eta Beta Sound).

 

Spazio dedicato ad attività socio-educative, culturali, informative e spettacolari. Vi si svolgono attività nel campo del teatro, della danza, della musica, delle discipline artistiche e attività ludiche. Sportello informativo decentrato.

 

Spazio dedicato ad attività socio-educative, culturali, informative e spettacolari. Vi si svolgono attività nel campo del movimento (teatro, danza, arti orientali), della musica, degli audiovisivi e attività ludiche e di animazione.

 

Spazio dedicato ad attività socio-educative, culturali, informative e spettacolari. Vi si svolgono attività nel campo del teatro, della danza, della musica, degli audiovisivi, dello sport e attività ludiche e di animazione e del recupero scolastico. Sportello Informativo decentrato.

 

La Rete dei Centri Giovanili

L'Amministrazione Comunale individua nella promozione della componente giovanile della cittadinanza uno degli elementi essenziali per lo sviluppo sociale, economico, ambientale e civile di tutta la città, e a tal fine ha stabilito di istituire e regolamentare la Rete dei Centri Giovanili, quale strumento per perseguire tale obiettivo.

Il Comune di Napoli, attraverso la R.C.GI., favorisce la crescita culturale, individuale e collettiva, e riconosce il diritto dei giovani cittadini alla socialità, all'informazione e alla partecipazione. A tale scopo, l'Amministrazione ha stabilito di potenziare e incrementare punti di aggregazione e presidi di legalità, tramite i quali promuovere lo sviluppo della personalità e la consapevole partecipazione alla vita della collettività, mediante la promozione di iniziative e servizi offerti dall'Amministrazione ai giovani, e di iniziative e progetti realizzati dai giovani per i giovani.

La R.C.GI. rappresenta il principale strumento di attuazione delle Politiche Giovanili in città. Queste, finalizzate alla promozione e allo sviluppo dei diritti di cittadinanza dei giovani, hanno carattere di trasversalità e investono ambiti complessi quali quello culturale, educativo, dell'informazione, della formazione, della creatività, dell'innovazione, del lavoro, della creazione d'impresa, della partecipazione alla vita pubblica, del tempo libero, dello sport, conservando una forte connotazione sociale ed esercitando una funzione costante orientata all'inclusione sociale, allo sviluppo e al superamento delle barriere economiche e culturali.

Le Politiche Giovanili vengono attuate dal Comune di Napoli in collaborazione con altre istituzioni pubbliche, con il privato, con le agenzie per la lotta all'esclusione sociale così come con aziende, svolgendo un ruolo strategico su piani differenziati: aggregazione e socializzazione, informazione, formazione ed orientamento, promozione e produzione, scambi culturali. L'obiettivo è, inoltre, di rafforzare i legami operativi con i circuiti nazionali ed internazionali delle culture e delle produzioni giovanili.

I servizi e gli interventi devono essere estremamente articolati, radicati uniformemente sul territorio e in grado di rispondere alla complessità dei bisogni - dal sostegno dei più deboli alla promozione delle eccellenze - stimolando la partecipazione dei giovani affinché possano riconoscersi all'interno delle istituzioni divenendone parte attiva.

Il territorio è elemento costitutivo della cittadinanza; tutta la città deve essere, anche se progressivamente, investita da servizi ed interventi di Politiche Giovanili. Il territorio va conteso alla criminalità, all'abbandono, al degrado, insediando veri e propri presidi civili, spazi di aggregazione e servizi che propongano modelli di vita, opportunità, partecipazione, autonomia. La variegata offerta di servizi, in linea con le caratteristiche tematiche dei singoli Centri, sarà occasione per incentivare la mobilità giovanile attraverso tutte le aree cittadine, ammortizzando le divisioni territoriali esistenti e creando un processo di osmosi fra mondi che troppo spesso non hanno occasioni, motivazioni e luoghi per incontrarsi.

Il target di riferimento della Rete corrisponde ai dettami della normativa comunitaria e si rivolge, di regola, alla fascia generazionale dai 16 ai 35 anni.

Allo scopo di promuovere e sviluppare una sana aggregazione giovanile e una proficua relazione tra i giovani e le altre fasce di età e tra questi e le strutture e i servizi presenti sul territorio, le attività della R.C.GI. si articolano intorno ai seguenti indirizzi:

  1. promozione e programmazione di attività culturali e di informazione, nonché di momenti di apprendimento informale e non formale, come fasi di arricchimento e approfondimento, nonché di originale elaborazione, dei valori culturali e di scambio di esperienze, con l'utilizzo di idonei luoghi e attrezzature (postazioni informatiche, accesso alla rete telematica, proiettori, cine/video, registratori, impianti fonici, sale-prova, televisori, sale multimediali, giornali quotidiani, strumenti ludici, etc.);
  2. organizzazione di assemblee, workshop, feste, concerti, tornei, giochi e di ogni altra attività finalizzata a costruire occasioni di crescita collettiva, aggregazione, integrazione e confronto fra i giovani;
  3. promozione e sviluppo di attività di promozione del territorio e di accoglienza;
  4. promozione di attività sportive, agonistiche e non, mediante la collaborazione con Associazioni, Società e gli Enti di promozione sportiva esistenti, oppure costituendo nel seno del Centro Giovanile appositi gruppi sportivi;
  5. incentivazione alla partecipazione a spettacoli teatrali cinematografici, musicali, sportivi e ad eventi culturali anche mediante apposite convenzioni e sconti con gli Enti e le strutture interessate;
  6. promozione di attività lavorative e artigianali, con particolare riferimento ai mestieri in via di estinzione, anche attivando nei locali del Centro i Corsi di Formazione Professionale Regionali;
  7. promozione di attività legate alle politiche di innovazione e alla creatività;
  8. apertura di Sportelli Informagiovani facenti parte della rete S.I.R.G.;
  9. coordinamento con altre realtà sociali sul territorio per integrarne e svilupparne le reciproche funzioni (Scuola, Università, Uffici di collocamento, Presidi sanitari, Consultori familiari, etc.).
 
La R.C.GI. può avvalersi, per le finalità di cui sopra, della collaborazione di associazioni, cooperative, gruppi informali, reti, enti pubblici e privati.
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO