1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Imposta di soggiorno 2018

 
Palazzi sul mare
Foto di Paolo Viglietti
 

Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 167del 20/04/2018 è stato approvato lo schema di Accordo tra il Comune di Napoli e la Società House Travelling S.r.l., società di intermediazione per la gestione di immobili ad uso turistico, sottoscritto in data 14 marzo 2019. Si comunica pertanto, che in virtù di tale Accordo a partire dal 1° Aprile 2019, per i soggetti che utilizzano la suddetta società di intermediazione, gli obblighi relativi alla riscossione ed al riversamento dell'imposta di soggiorno al Comune di Napoli, saranno assolti dalla Società House Travelling S.r.l., inclusa la presentazione della dichiarazione e del Modello 21. Rimane a carico di tali soggetti, per i periodi precedenti al 1° Aprile 2019 e per le prenotazioni gestite con piattaforme non convenzionate con il Comune di Napoli, l'obbligo di riscuotere e di effettuare il riversamento dell'imposta di soggiorno, e presentare la dichiarazione e il Modello 21, alle scadenze previste.

 
Scadenze presentazione dichiarazione per l'imposta di soggiorno

In previsione delle scadenze stabilite dal Regolamento sull'imposta di soggiorno per la presentazione delle dichiarazioni, si informano i sigg. gestori che qualora non fossero ancora in possesso delle credenziali d'accesso al programma Tourist Tax per l'inserimento online dei dati nel software, dovranno, comunque, alle scadenze previste, inviare la dichiarazione via mail, allegando copia del versamento effettuato relativo all'imposta riscossa e copia del documento di riconoscimento del rappresentante legale al seguente indirizzo di posta elettronica: entrate.impostasoggiorno@comune.napoli.it o in alternativa al seguente indirizzo di posta certificata: entrate.impostasoggiorno@pec.comune.napoli.it .
 
L'Imposta di Soggiorno è stata adottata dal Comune di Napoli con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 21 giugno 2012, ed è entrata in vigore dal 1 luglio 2012. L'imposta è destinata a finanziare gli interventi in materia di turismo, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi in materia di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei servizi pubblici locali. E' soggetto all'imposta chiunque pernotti nelle strutture ricettive site nel territorio del Comune di Napoli.

Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 del 19/02/2018 sono state approvate alcune modifiche al Regolamento sull'Imposta di Soggiorno.
 
Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 167del 20/04/2018 è stato approvato lo schema di Accordo tra il Comune di Napoli e la Società Boundless Housing S.r.l., società di intermediazione per la gestione di immobili ad uso turistico, sottoscritto in data 28 giugno 2018. Si comunica pertanto, che in virtù di tale Accordo a partire dal 1° luglio 2018, per i soggetti che utilizzano la suddetta società di intermediazione, gli obblighi relativi alla riscossione ed al riversamento dell'imposta di soggiorno al Comune di Napoli, saranno assolti dalla Società Boundless Housing S.r.l., inclusa la presentazione della dichiarazione e del Modello 21. Rimane a carico di tali soggetti, per i periodi precedenti al 1° luglio 2018 e per le prenotazioni gestite con piattaforme non convenzionate con il Comune di Napoli, l'obbligo di riscuotere e di effettuare il riversamento dell'imposta di soggiorno, e presentare la dichiarazione e il Modello 21, alle scadenze previste.
 
Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 109 del 15/03/2018 è stato approvato lo schema di Accordo tra il Comune di Napoli e la piattaforma internet Airbnb, sottoscritto in data 20 marzo 2018. Si comunica pertanto, che in virtù di tale Accordo a partire dal 1° maggio 2018, per i soggetti che utilizzano la suddetta piattaforma, gli obblighi relativi alla riscossione ed al riversamento dell'imposta di soggiorno al Comune di Napoli, saranno assolti da Airbnb, inclusa la presentazione della dichiarazione e del Modello 21.

Rimane a carico di tali soggetti, per i periodi precedenti al 1 maggio 2018 e per le prenotazioni gestite con piattaforme diverse da Airbnb, l'obbligo di riscuotere e di effettuare il riversamento dell'imposta di soggiorno al Comune di Napoli, e presentare la dichiarazione e il Modello 21, alle scadenze previste.
 

Resta comunque, per tutte le strutture ricettive operanti sul territorio cittadino, l'obbligo di iscrizione all'applicativo Tourist Tax, software per la gestione dell'imposta di Soggiorno del Comune di Napoli. La richiesta di iscrizione dovrà essere inoltrata al Servizio IMU Secondaria ed Altri Tributi -Ufficio Imposta di Soggiorno - C.so A. Lucci n° 66- 80142 Napoli.

Si informano i Sigg. Gestori che l'utilizzo dell'applicativo Tourist Tax, consentirà la trasmissione online dei dati relativi alle dichiarazioni trimestrali/semestrali dell'imposta di soggiorno.

 

Tariffe in vigore dal 1 aprile 2017

A) strutture ricettive alberghiere

  1. categoria 5 stelle L: € 5,00
  2. categoria 5 stelle: € 4,50
  3. categoria 4 stelle: € 3,50
  4. categoria 3 stelle: € 2,50
  5. categoria 2 stelle: € 2,00
  6. categoria 1 stella: € 1,50

B) strutture ricettive extraalberghiere

  • affittacamere, case e appartamenti per vacanze, appartamenti ammobiliati per uso turistico, bed & breakfast, istituti religiosi di ospitalità, agriturismi: € 2,00

N.B.  Sono esclusi dal pagamento dell'imposta gli Ostelli per la Gioventù. Sono altresì esclusi dal pagamento dell'Imposta i residenti del Comune di Napoli, ai sensi dell'Art. 3, comma1, del Regolamento.

 
Si comunica che ai sensi dell'art. 4, comma 5-ter della legge 96/2017 di conversione, con modificazioni, del decreto legge n° 50 del 24 aprile 2017, sono tenuti al pagamento dell'imposta di soggiorno anche i soggetti che pernottano in immobili ad uso abitativo per periodi inferiori ai 30 giorni, cd. " locazioni brevi".Le locazioni turistiche brevi, ai sensi dell'Art. 2, comma 1, del vigente Regolamento comunale sull'imposta di Soggiorno, sono equiparate alle strutture ricettive extra-alberghiere.
 

Si fa presente che, l'imposta è dovuta per persona e per ogni pernottamento.Si evidenzia che con decorrenza 1° aprile 2017, l'imposta è dovuta fino ad un massimo di 14 pernottamenti consecutivi.

 
Per informazioni sulle esenzioni vai a questa pagina.
 

I gestori delle strutture ricettive sono tenuti a

a) informare i propri ospiti sull'applicazione, entità ed esenzioni dell'imposta di soggiorno, dedicando, per tale informativa alla clientela, appositi spazi all'interno della struttura;
b) riscuotere l'imposta, rilasciandone quietanza;
c) effettuare il versamento dell'imposta di soggiorno al Comune di Napoli, entro 15 giorni dalla fine di ogni trimestre/semestre.

  1. con accredito mediante bonifico sull'apposito conto corrente postale n° 001014783466(codice IBAN IT97 T076 0103 4000 0101 4783 466,codice BIC/SWIFT T 07601 03400 001014783466), intestato al Comune di Napoli Riscossione Imposta di Soggiorno, ed esclusivamente dedicato all'Imposta di Soggiorno;
  2. tramite procedure di pagamento online;
  3. la causale del riversamento deve contenere le seguenti indicazioni:
  • denominazione esatta della struttura ricettiva che effettua il riversamento
  • "versamento imposta di soggiorno"
  • trimestre/semestre e anno di riferimento
 

d) dichiarare al Comune di Napoli trimestralmente/semestralmente ed entro 15 giorni del mese successivo:

  • il numero di clienti che hanno pernottato nella struttura;
  • il relativo periodo di permanenza;
  • il numero dei soggetti esenti dal pagamento dell'imposta;
  • l'imposta complessivamente dovuta per il trimestre/semestre e gli estremi del versamento effettuato.
e) la dichiarazione trimestrale/semestrale va effettuata anche se, per il medesimo periodo, non è dovuto alcun versamento al Comune.
 
Si fa presente che solo i gestori delle strutture ricettive extra alberghiere(ad esempio: bed & breakfast, esercizi di affittacamere, case ed appartamenti per vacanze, case per ferie, foresterie per turisti, case religiose d'ospitalità, agriturismi, ecc.) effettueranno il versamento di cui alla lettera d) e presenteranno la dichiarazione di cui alla lettera d) con la seguente cadenza semestrale:

1°SEMESTRE: dal 1° gennaio al 30 giugno; la dichiarazione, corredata da copia del relativo versamento e del documento d'identità del dichiarante, dovrà essere inviata dal 1° al 15 luglio;
2° SEMESTRE: dal 1° luglio al 31 dicembre; la dichiarazione, corredata da copia del relativo versamento e del documento d'identità del dichiarante, dovrà essere inviata dal 1° al 15 gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento.

Si fa presente, infine, che il gestore, su ogni riversamento trimestrale/semestrale, può trattenere fino ad un massimo del 3% dell'imposta lorda riscossa dai contribuenti, a titolo di rimborso spese, purché debitamente documentate e afferenti esclusivamente le attività di riscossione e rendicontazione dell'imposta.
La documentazione comprovante le spese sostenute sarà allegata alla citata dichiarazione trimestrale/semestrale.

2. Il gestore della struttura ricettiva, in qualità di Agente Contabile, deve altresì presentare, entro trenta giorni dalla chiusura dell'esercizio finanziario di riferimento e cioè entro il 30 gennaio di ciascun anno, al Comune di Napoli Direzione Centrale Servizi Finanziari - Servizio Gestione IMU Secondaria - Ufficio Imposta di Soggiorno, ai sensi dell'art. 93 del D.Lgs. n. 267/2000, il conto di gestione redatto su apposito modello ministeriale approvato con D.P.R. 194/1996 (Mod. 21).

Per informazioni sul conto di gestione vai a questa pagina.

Il gestore dovrà conservare la documentazione relativa all'Imposta di Soggiorno per 5 anni per poterla esibire a richiesta del Comune, in occasione di eventuali controlli sulla corretta riscossione dell'imposta e sul suo integrale riversamento al Comune.
Il gestore della struttura ricettiva, su ogni riversamento trimestrale/semestrale, ha facoltà di trattenere fino ad un massimo del 3% dell'imposta lorda riscossa direttamente, a titolo di rimborso spese debitamente documentate, per le attività di riscossione e rendicontazione svolte per conto dell'Amministrazione cittadina.

La documentazione comprovante le spese sostenute sarà allegata alla citata dichiarazione trimestrale/semestrale.

Sanzioni, riscossione coattiva e contenzioso

Per ogni informazione relativa a sanzioni, riscossione coattiva e contenzioso dell'Imposta di Soggiorno consultare l'allegato Regolamento modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 del 19 febbraio 2018.

 
 

Modulistica

 
 

Per ulteriori informazioni

Direzione Centrale Servizi Finanziari - Servizio Gestione IMU Secondaria ed Altri Tributi - "Ufficio Imposta di Soggiorno", 2° piano di Corso Arnaldo Lucci n. 66 - 80142 Napoli.
Orario di ricevimento per il pubblico: martedì e giovedì dalle 9,30 alle 12,30. Recapito telefonico (dal lunedì al venerdì, orario 9-13): 081 795 3792-
E-mail: entrate.impostasoggiorno@comune.napoli.it;
PEC entrate.impostasoggiorno@pec.comune.napoli.it.

Testo coordinato del regolamento sull'Imposta di Soggiorno.
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO