1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Attività di panificazione

disegno di un panettiere

Il Decreto Legge Bersani 04/07/2006, n. 223, convertito con modifiche nella Legge 04/08/2006, n. 248, ha abrogato la Legge 31/07/1956, n. 1002 (Nuove norme sulla panificazione), introducendo la Denuncia di Inizio Attività in materia di panificazione da presentare al comune competente per territorio ai sensi dell'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, in sostituzione della "licenza" rilasciata dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura.
 
In proposito, l'art. 4 del Decreto Legge in parola, titolato "Disposizioni urgenti per la liberalizzazione dell'attività di produzione del pane", al comma 2, dispone, tra l'altro, che" L'impianto di un nuovo panificio ed il trasferimento o la trasformazione di panifici esistenti sono soggetti a dichiarazione di inizio attività da presentare al comune competente per territorio ai sensi dell'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241.

 
 

La dichiarazione deve essere corredata dall'autorizzazione della competente Azienda sanitaria locale in merito ai requisiti igienico-sanitari e dall'autorizzazione alle emissioni in atmosfera, dal titolo abilitativo edilizio e dal permesso di agibilità dei locali , nonché dall'indicazione del nominativo del responsabile dell'attività produttiva, che assicura l'utilizzo di materie prime in conformità alle vigenti norme, l'osservanza delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza dei luoghi di lavoro e la qualità del prodotto finito".

Dal 31/07/2010, l'esercizio dell'attività di panificazione, prima sottoposto a D.I.A., è sottoposto alla presentazione di una S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), la quale, ai sensi ai sensi dell'art. 19 della Legge 7 agosto 1990, n. 241, così come sostituito dall'art. 49, comma 4 bis, del D.L. 31/05/2010, n. 78, convertito con modificazioni con Legge 30/07/2010, n.122, deve essere necessariamente corredata, dalle dichiarazioni, attestazioni/asseverazioni, e dagli elaborati tecnici, relativi alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti previsti dalla Legge (v. citato art. 4 D. L. 04/07/2006, n. 223) per l'esercizio dell'attività.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO