1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina

Seduta consiliare del:

16 settembre 2008 ore 10.00

 

sintesi giornalistica
resoconto stenotipico
radionotiziario
Radio notiziario del Consiglio comunale Dall'Ufficio Stampa del Consiglio comunale un cordiale saluto agli ascoltatori. RADIO NOTIZIARIO DEL 16 settembre 2008 Il Consiglio comunale, presieduto dal Vice Presidente Moretto, ha avviato la seduta odierna con il question time. Tre le interrogazioni discusse in aula, proposte dai Consiglieri Mansueto, Moretto e Carotenuto, mentre sono state rinviate le interrogazioni a firma dei Consiglieri Palmieri e Lamura. Dopo la commemorazione dell'onorevole Antonio Gava, scomparso lo scorso 8 agosto, alla presenza di 41 Consiglieri e sotto la presidenza di Leonardo Impegno, sono cominciati i lavori. La relazione sul decreto Gelmini dell'Assessore alla pubblica Istruzione Gioia Rispoli ha introdotto il primo punto all'ordine del giorno, il precariato nella scuola. Diversi i punti su cui si è soffermato l'Assessore che ha espresso un giudizio positivo sulla regolamentazione relativa ai libri di testo e sulla formazione della cittadinanza alla Costituzione, mentre diverse perplessità sono arrivate a proposito di altri punti del decreto, quali il passaggio dal giudizio analitico alla votazione espressa in decimi, la frattura nella valutazione complessiva dello studente tra rendimento scolastico e condotta, la riduzione dell'orario settimanale e l'introduzione del docente unico. Queste ultime novità comporteranno nei prossimi 5 anni la perdita del posto di lavoro per 2400 insegnanti nella sola città di Napoli, con la negativa conseguenza dell'aumento del numero di alunni per classe. Al termine della relazione è cominciata la discussione in aula. Il Consigliere Fucito, presidente della Commissione Scuola, ha espresso un giudizio fortemente critico nei confronti dei provvedimenti proposti dal Ministro, che, a suo dire, rischiano di aumentare la precarietà e ridurre la qualità dell'offerta formativa, complicando anche il processo d'integrazione per gli alunni diversamente abili. Al termine dell'intervento ha invocato un appello a favore della centralità della scuola soprattutto nel Mezzogiorno. La discussione, che ha registrato molti interventi di Consiglieri di maggioranza e opposizione, si è conclusa, senza giungere al voto, con l'affidamento al Sindaco di una "raccomandazione" la scuola sia posta al centro dell'azione di governo della città e perché sia rappresentata al Governo e al Parlamento, tra l'altro, la centralità del sistema scolastico per rendere competitivo il Sistema-Paese. Il Consiglio è quindi passato all'esame della delibera per un regolamento sui piani di rateizzo per il rientro dalla morosità degli assegnatari e degli occupanti "sanabili" di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. 4 dei 7 emendamenti, frutto del lavoro della Commissione Patrimonio rappresentata dal Presidente Fellico, sono stati approvati. Nel corso del dibattito sugli emendamenti alla delibera, su richiesta del Vice Presidente Moretto, è stata accertata la mancanza del numero legale, con soli 22 presenti. La seduta è stata quindi sciolta. Radio notiziario del Consiglio comunale Dall'Ufficio Stampa del Consiglio comunale un cordiale saluto agli ascoltatori. RADIO NOTIZIARIO DEL 16 settembre 2008 Il Consiglio comunale, presieduto dal Vice Presidente Moretto, ha avviato la seduta odierna con il question time. Tre le interrogazioni discusse in aula, proposte dai Consiglieri Mansueto, Moretto e Carotenuto, mentre sono state rinviate le interrogazioni a firma dei Consiglieri Palmieri e Lamura. Dopo la commemorazione dell'onorevole Antonio Gava, scomparso lo scorso 8 agosto, alla presenza di 41 Consiglieri e sotto la presidenza di Leonardo Impegno, sono cominciati i lavori. La relazione sul decreto Gelmini dell'Assessore alla pubblica Istruzione Gioia Rispoli ha introdotto il primo punto all'ordine del giorno, il precariato nella scuola. Diversi i punti su cui si è soffermato l'Assessore che ha espresso un giudizio positivo sulla regolamentazione relativa ai libri di testo e sulla formazione della cittadinanza alla Costituzione, mentre diverse perplessità sono arrivate a proposito di altri punti del decreto, quali il passaggio dal giudizio analitico alla votazione espressa in decimi, la frattura nella valutazione complessiva dello studente tra rendimento scolastico e condotta, la riduzione dell'orario settimanale e l'introduzione del docente unico. Queste ultime novità comporteranno nei prossimi 5 anni la perdita del posto di lavoro per 2400 insegnanti nella sola città di Napoli, con la negativa conseguenza dell'aumento del numero di alunni per classe. Al termine della relazione è cominciata la discussione in aula. Il Consigliere Fucito, presidente della Commissione Scuola, ha espresso un giudizio fortemente critico nei confronti dei provvedimenti proposti dal Ministro, che, a suo dire, rischiano di aumentare la precarietà e ridurre la qualità dell'offerta formativa, complicando anche il processo d'integrazione per gli alunni diversamente abili. Al termine dell'intervento ha invocato un appello a favore della centralità della scuola soprattutto nel Mezzogiorno. La discussione, che ha registrato molti interventi di Consiglieri di maggioranza e opposizione, si è conclusa, senza giungere al voto, con l'affidamento al Sindaco di una "raccomandazione" la scuola sia posta al centro dell'azione di governo della città e perché sia rappresentata al Governo e al Parlamento, tra l'altro, la centralità del sistema scolastico per rendere competitivo il Sistema-Paese. Il Consiglio è quindi passato all'esame della delibera per un regolamento sui piani di rateizzo per il rientro dalla morosità degli assegnatari e degli occupanti "sanabili" di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. 4 dei 7 emendamenti, frutto del lavoro della Commissione Patrimonio rappresentata dal Presidente Fellico, sono stati approvati. Nel corso del dibattito sugli emendamenti alla delibera, su richiesta del Vice Presidente Moretto, è stata accertata la mancanza del numero legale, con soli 22 presenti. La seduta è stata quindi sciolta.

question time del 16 settembre 2008

Proponente
Oggetto
Assessore relatore
Esito
Lamura Carlo
Nuova operazione di dismissione delle quote di partecipazione GESAC
Cardillo
non si procede per l'assenza di entrambi
Palmieri Domenico
Ex dipendenti Bonelli - Mancato pagamento agli eredi di debiti derivanti da sentenze esecutive
Cardillo
il consigliere ha concordato con l'assessore il rinvio
Mansueto Marco
Richiesta informazioni su aree destinate a verde pubblico e possibilità di destinare a ciò l'area demaniale in Soccavo
Nasti
parzialmente soddisfatto
Palmieri Domenico
Concessioni di contributi da erogare a privati cittadini per l'acquisto della prima abitazione
Di Mezza
il consigliere ha concordato con l'assessore il rinvio
Carotenuto Raffaele
Unità immobiliare di Largo Claudio Molinari, 5 a Ponticelli
Di Mezza
soddisfatto
Moretto Vincenzo
Riqualificazione delle aree e dei Monumenti del Centro Storico di Napoli
Di Mezza Laudadio
soddisfatto

ordine dei lavori e sintesi esito

Oggetto
Sintesi esito
PROBLEMATICA RELATIVA AL PRECARIATO NELLE SCUOLE
Dibattito effettuato
Deliberazione di G.C. n. 1116 del 25/07/2008

Proposta al Consiglio Comunale di approvazione del regolamento relativo ai piani di rateizzo per il rientro dalla morosità in favore degli assegnatari e degli occupanti sanabili di alloggi di edilizia Residenziali Pubblica

ASSESSORE DI MEZZA
 
Deliberazione di G.C. n. 674 del 23/04/2008

Proposta al Consiglio Comunale d'istituzione del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale.

ASSESSORE RICCIO
 
Deliberazione di G.C. n. 675 del 23/04/2008

Proposta al Consiglio Comunale d'istituzione del Garante dell'infanzia e dell'adolescenza.

ASSESSORE RICCIO
 
Deliberazione di G.C. n. 1174 del 01/08/2008
RATIFICA
Presa d'atto dei finanziamenti della Regione Campania relativi ai progetti: Programma Europeo Triennale per il sostegno alle famiglie delle bambine / I dei territori a ritardo di sviluppo. Variazione di bilancio con i poteri del consiglio ai sensi dell'art. 42 D.Lgs. 267/2000 Conseguenziale variazione al piano esecutivo di gestione 2008 .

ASSESSORE RICCIO
 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO