1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

"Inviati": mostra di Raffaele Maddaluno

Dal 6 al 13 ottobre 2019, PAN | Palazzo Arti Napoli

locandina della mostra
 

All’interno dello storico Palazzo Carafa di Roccella in via dei Mille, negli spazi del PAN, museo che da anni ospita esposizioni di arte contemporanea, avrà luogo la personale "Inviati " dell’artista Raffaele Maddaluno, presentata dai testi di Dario Giugliano ed Ilaria Sabatino. La mostra verrà inaugurata sabato 5 ottobre 2019 alle ore 16.30 e sarà visibile fino al 13 ottobre 2019, dalle ore 10.30/13.30 alle ore 16.30/18.30. In mostra saranno esposte alcune delle opere fondamentali della ricerca artistico-spirituale di Maddaluno.
«L’arte da sempre si misura, almeno in Occidente, con la dimensione del sacro. Scrivo "dimensione del sacro", ma, forse, sarebbe meglio dire "dimensione del religioso", intendendo quest’ultima come quell’insieme di credenze in una garanzia (che, in ultima istanza, si rivela essere sempre una garanzia di salvezza), la cui condizione di possibilità andrebbe a costituire l’ambito del sacro.[…] La ricerca artistica di Raffaele Maddaluno tiene conto di tutto questo. Essa, infatti, si modella da anni su temi che riguardano la religione, in particolare la religione a cui apparteniamo …[…] Nello specifico, Maddaluno presenta una serie di lavori, nei quali si possono cogliere echi che rimandano all’ambito evangelico …» (estratto dal testo di Dario Giugliano).
«L’ artista Raffaele Maddaluno, in questa sua personale, in cui ci propone una serie di opere, la mia attenzione si sofferma su sei figure che ritroviamo spesso nella vita quotidiana.
Medici di diversa specializzazione (pediatra, gastroenterologo, dermatologo, etc.), ma sempre portatori di "notizie" e "curatori".[…] Spesso il sacro si confonde col profano, questi sei personaggi nel pensiero dell’artista rappresentano sei dei dodici apostoli, che decisero di seguire il Signore e di far conoscere a tutti la sua parola. "Seliah", termine in aramaico di apostolo, il cui significato è inviato da Dio con una missione specifica, qui assume nuovo significato, ovvero curare le pene ed i tormenti degli esseri umani. […] Nell’ essere umano giacciono entrambe queste nature e finché non impariamo a gestirle in modo corretto, rendendole l’una complementare dell’altra, tendiamo a lasciarci travolgere dalla natura inferiore, che è quella più istintiva». (estratto dal testo di Ilaria Sabatino)

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO