1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Eventi del Comune » "MMAMM MA Storia di un attimo in bianco e nero"

Contenuto della pagina

"MMAMM MA Storia di un attimo in bianco e nero"

Presentazione del libro di Alfredo Pezone e consegna di un riconoscimento del Comune di Napoli all'editore Tullio Pironti

Venerdì 26 febbraio, ore 17.00, presso la Casa Editrice Pironti - Palazzo Ruffo di Bagnara - piazza Dante n. 89

 

Disegni di Christophe Mourey, prefazione di Maurizio de Giovanni
Tullio Pironti Editore

Nel corso dell'incontro l'Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele
consegnerà all'editore Tullio Pironti un attestato di benemerenza della Città

 
 

Parteciperanno, inoltre, con l'autore, Fortunato Danise, presidente del Club Unesco Napoli, ed Aldo De Gioia, storico e poeta. L'attrice Sara Missaglia leggerà
brani del libro.
Duecentoventuno bambini ebrei furono deportati da Roma ad Auschwitz e non fecero più ritorno a casa. Avevamo meno di dieci anni; erano tutti colpevoli? Il più piccolo era appena nato e non ebbe neanche un nome... solo un attimo di vita in bianco e nero.
Vivere, correre, giocare, duecentoventuno i bambini che non chiameranno mai più mmamm ma.
Un giorno, lontano da quell'orrore, un cuntastorie incontra un ebreo napoletano che con la sua famiglia vede cambiare il suo destino grazie alla disobbedienza civile e al coraggio dei napoletani; lo stesso coraggio che fece esplodere le Quattro Giornate. Quel bambino
di un tempo consegna il ricordo di un'infanzia negata al cuntastorie e lo esorta a raccontare, a gridare i nomi, la storia di tutti quei bambini. E il cuntastorie mantiene la promessa: finché avrà il fiato racconterà a tutti queste storie. Per farlo ha costruito questo racconto per tutti quei bambini, troppi, che ancora oggi sono privati dell'infanzia.

Alfredo Pezone, cuntastorie napoletano, è segretario del "Club UNESCO Napoli". Convinto che la pace sia una «creazione continua», è coordinatore per l'Italia delle associazioni che si riuniscono sotto la sigla "E.I.P." (École Instrument de Paix - Scuola Strumento di Pace). Promuove, con vari artisti, lavori di ricerca, dividendosi fra scrittura e pittura.

Christophe Mourey nasce a Parigi nel 1970. Nel 1996 si diploma in pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Rouen (Francia). Ha vinto diversi premi di pittura, ha partecipato per tre anni al Salone Internazionale d'Arte Contemporanea di Montrouge e ha al suo attivo diverse esposizioni personali e collettive.

 
 
 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti