1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Gli auguri del Sindaco alla città

 
 

Lettera del Sindaco alle lavoratrici e ai lavoratori del Comune di Napoli e delle aziende e società partecipate

Auguri di buon Natale a tutte e a tutti, e che il 2015 sia un anno di felicità e serenità per voi.

Formulo i miei più sinceri auguri anche per le vostre famiglie, per le nostre comunità professionali e umane, per la città di Napoli, che serviamo con disciplina e onore, e per il Comune, che rappresentate con il vostro impegno e con il vostro lavoro, ogni giorno.

Le esperienze di vita personali e professionali di tanti di voi, infatti, si saldano con il lavoro e l'impegno che, tutte e tutti, profondete per questa Amministrazione. Perché la maggior parte di voi spende più tempo al lavoro che con le proprie famiglie. La comunità del lavoro, dunque, diviene una famiglia allargata. Perché il lavoro, per l'homo faber, è un momento significativo della propria esistenza, di acquisizione di coscienza civile e dignità umana. Il valore su cui si fonda, all'articolo 1 della nostra Costituzione, la Democrazia. Un valore e un diritto/dovere, purtroppo, sempre più messo in discussione da certi perversi meccanismi economici che puntano alle precarizzazione non solo professionale degli esseri umani, ma esistenziale. Per questo, ogni giorno, lavorando per il Comune, tutti noi non esercitiamo semplicemente un diritto/dovere ma diamo forma e sostanza ai valori più alti della nostra democrazia. Ma per chi lavora nella Pubblica amministrazione, questa celebrazione costituzionale e democratica è ancora più solenne, perché il nostro impegno è al servizio di tutto il Paese e del popolo. Ritengo fondamentale insistere su questa dimensione etica del lavoro, per chi serve il Comune di Napoli, perché troppe volte, a causa sicuramente di poche mele marce, il lavoro pubblico viene svilito nella burocrazia. Troppe volte, gli impiegati pubblici vengono additati come grigi burocrati, da un pubblicistica superficiale che non conosce le difficoltà di chi porta avanti un lavoro di trincea, tra mille difficoltà. Ritengo, inoltre, importantissimo sottolineare come la dignità del lavoro, per il Pubblico, sia insita nel concetto di "servire lo Stato"; di come sia possibile ottenere dignità e riscatto proprio attraverso l'umiltà del servizio.

E' a questi valori che mi ispiro e invito tutti voi ad effettuare, in occasione del Santo Natale, questa riflessione. Per migliorarci e per riscattarci tutti da quella "deriva burocratica" che è sicuramente la patologia di ogni organizzazione complessa, come la Pubblica amministrazione. Una malattia che dobbiamo combattere con sempre maggior impegno e determinazione per stare dalla parte dei cittadini.

L'anno che abbiamo trascorso è stato molto importante per il Comune di Napoli. Abbiamo ricondotto l'Ente sulla strada di un vero risanamento finanziario, così da poter effettuare nuovi investimenti per la Città, nuovi concorsi e da poter garantire la corresponsione di nuovi benefit ai lavoratori. La riorganizzazione della macchina amministrativa ci permetterà sempre di più di valorizzare il lavoro e le eccellenze del Comune. E anche quanti, ad oggi, non si sono sentiti adeguatamente coinvolti dalla nostra nuova politica del personale, avranno la possibilità di dimostrare il loro valore. Ci troviamo di fronte ad una rivoluzione copernicana nell'ambito dell'organizzazione del personale e vigilerò affinché il sistema si migliori e si apra sempre di più ai talenti e alle sensibilità di cui il nostro Comune è ricco.

I lavoratori del Comune e delle Partecipate sono la nostra linfa vitale e garantisco il mio impegno personale affinché tutte e tutti possiate sentirvi sempre di più al centro di un ente pubblico costruito per le esigenze dei cittadini, ma anche sui bisogni dei lavoratori. Non è stato facile garantire la continuità dei posti di lavoro di alcune nostre partecipate in gravi sofferenze economiche. Ma reputo proprio il lavoro e i lavoratori i punti dai quali ripartire per un gestione moderna, efficiente e efficace del Comune, con l'obiettivo di offrire sempre di più ai nostri concittadini.

Con questi obiettivi nella testa e con la nostra passione nel cuore, potremo costruire insieme un 2015 di grandi soddisfazioni umane e professionali.

Auguri a tutte e a tutti voi.

Luigi de Magistris
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO