1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Convocazione in conferenza dei servizi ai sensi dell'art. 4 del D.P.R. 447/98

PREMESSO
 

  • che il sig. Gaetano Castellano , in qualità di Amministratore delegato della Gesim s.a.s., con sede in Qualiano (Na) alla Via S. Maria a Cubito n. 298presentava a questo ufficio in data 30.09.04 prot. n. 132/E domanda unica per la realizzazione e messa in esercizio dell'impianto di cui in oggetto;
  • che la pratica veniva trasmessa da questo Suap, con gli allegati richiesti, al Servizio Edilizia Privata, al Servizio Polizia Amministrativa, al Servizio Viabilità e Traffico, nonchè all'Asl Napoli 1 - Servizio Igiene e Sanità Pubblica;
  • che con nota prot. n. 147/U del 04.10.04 venivano richieste integrazioni documentali alla società istante, con contestuale interruzione dei termini del procedimento;
  • che la Gesim s.a.s. trasmetteva la documentazione integrativa richiesta solo in data 07.12.05, con nota acquisita al prot. Suap n. 132/Es;
  • che nel corso dell'istruttoria venivano acquisiti i seguenti pareri:
  • parere favorevole preventivo igienico-sanitario del 08.02.2006 prot. n. 23/Es, a firma del direttore del S.I.S.P. dell'ASL Napoli 1;
  • parere favorevole con prescrizioni del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco prot. n. 3157/04 dell'11.03.05;
  • nulla osta dell'Ufficio Tecnico di Finanza di Napoli dell'Agenzia delle Dogane, prot. n. 53670 del 18.11.04;
  • che con nota acquisita al prot. Suap n. 26/Esil 17.02.06 , il dirigente del Servizio Viabilità e Traffico esprimeva per i profili viabilistici parere negativo, così motivando :" ...esaminati gli atti, effettuato sopralluogo, rilevato che l'area interessata dal progetto si trova a valle dii una strada con accentuata pendenza , caratterizzata dalla presenza di un dosso e che i suddetti fattori non determinano condizioni tali da garantire un reciproco tempestivo avvistamento tra i conducenti che percorrono la strada e in uscita dalla pertinenza medesima, si esprime parere negativo ai soli fini della viabilità, perchè in contrasto con le prescrzioni dell'art. 60, comma 3 del Regolamento del Codice della Strada".
  • che, sulla base di tale ultimo parere, il sottoscritto comunicava alla società istante con nota del 21.02.06 il rigetto della domanda, rappresentando al contempo la possibilità di richiedere al SUAP, ai sensi dell'art. 4 comma 2 del D.P.R. 447/98 e s.m.i., la convocazione di una conferenza dei servizi al fine di eventualmente concordare quali siano le condizioni per ottenere il superamento della pronuncia negativa

 
                                                             RICEVUTO

la richiesta da parte della società istante di convocazione di conferenza dei servizi, con missiva pervenuta in data 06.03.2006 prot. n. 34/ES;

                                                               VISTO

gli artt. 14 e sgg. della legge n. 241/90, come modificata dalle leggi n. 15/2005 e n. 80/2005;

il Regolamento comunale per la disciplina dei rapporti tra lo Sportello Unico per le Attività produttive ed i Servizi comunali coinvolti nel procedimento unico;

l'art. 4 del D.P.R. 447/98 e s.m.i.

                                                              DISPONE 

la convocazione della Conferenza dei Servizi presso la sede dello Sportello Unico per le attività produttive del Comune di Napoli, alla via Cervantes n. 55/27, per il giorno 04 aprile2006, alle ore 10,00 al fine di verificare quali possano essere le condizioni per giungere ad una pronuncia positiva per l'istanza autorizzatoria presentata dalla società Gesim s.a.s. 

la pubblicazione del presente avviso all'Albo pretorio di questa Amministrazione per giorni 10, e sul sito internet del Comune di Napoli.

Possono inoltre partecipare, senza diritto di voto, i soggetti indicati nell'art. 6 comma 13 del D.P.R. 447/98, senza diritto di voto ma presentando osservazioni che la conferenza è tenuta a valutare.

Si fa presente che

  • ai sensi dell'art. 14-ter comma 2 della legge n. 241/90, come modificata dalla legge n. 15/2005, entro cinque giorni dal ricevimento della presente, le amministrazioni convocate possono concordare con l'amministrazione procedente, qualora impossibilitate a partecipare, l'effettuazione della riunione in una diversa data compresa nei dieci giorni successivi alla prima;
  • il comma 6 del medesimo articolo prevede che ogni amministrazione convocata partecipa alla conferenza dei servizi attraverso un unico rappresentante legittimato, dall'organo competente, ad esprimere in modo vincolante la volontà dell'amministrazione su tutte le decisioni di competenza della stessa. La società istante, priva del diritto di voto, può farsi assistere in conferenza da uno o più tecnici di fiducia;
  • il successivo comma 7 considera acquisito l'assenso dell'amministrazione il cui rappresentante non abbia espresso definitivamente la volontà dell'amministrazione rappresentata;
  • secondo quanto prevede l'art. 14-quater della medesima legge n. 241/90, il dissenso di uno o più rappresentanti delle amministrazioni, regolarmente convocate alla conferenza di servizi, deve essere manifestato, a pena di inammissibilità, nella conferenza di servizi stessa, deve essere congruamente motivato, non può riferirsi a questioni connesse che non costituiscono oggetto della medesima conferenza, e deve recare le specifiche indicazioni delle modifiche progettuali necessarie ai fini dell'assens
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO