1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Sabato al mercato

sabato 22 maggio 2010 nell'area di piazza Mercato e del Borgo di S. Eligio dalle 9.00 alle 14
 
Arco di S. Eligio

Continua la collaborazione tra la Pubblica Amministrazione, gli Istituti di Formazione, le associazioni dei cittadini, i Consorzi e le Botteghe Artigiane per la riqualificazione e lo sviluppo dei Borghi, delle Piazze e delle Strade Storiche di Napoli attraverso la promozione dell'artigianato di identità ed il rilancio in chiave innovativa degli Antichi Mestieri.

Sabato 22 maggio, nell'area di Piazza Mercato e del Borgo di S. Eligio, il Consorzio Antiche Botteghe Tessili, in collaborazione con l'Istituto Professionale Isabella d'Este, la Fondazione Mondragone, l'Associazione Storico Borgo S. Eligio e con il sostegno della Provincia di Napoli, dell'Assessorato allo Sviluppo del Comune di Napoli e della Seconda Municipalità, organizza la giornata - evento "Sabato al Mercato".

Giovani artisti e studenti delle arti figurative e del settore tessile metteranno insieme le proprie capacità e competenze per dar luogo ad una giornata ricca di avvenimenti che si svolgeranno in parte all'aperto ed in parte all'interno dell'Incubatore "La Bulla". Dal Concorso di Pittura Estemporanea per gli Artisti di Strada, alla performance dal vivo dei giovani studenti dell'Isabella d'Este che nei pressi dell'Orologio di S. Eligio, con l'aiuto degli esperti della Fondazione Mondragone, realizzeranno un tessuto dipinto a mano. In contemporanea cittadini e turisti, potranno usufruire in maniera gratuita di una visita guidata alla riscoperta del patrimonio artistico e architettonico della zona.

La giornata si concluderà con la Premiazione ufficiale del vincitore del concorso "Isabella - Premio per le Arti e l'Artigianato di Napoli" destinato agli allievi dell'Istituto Isabella d'Este che si sono misurati nella progettazione di un foulard con motivi ispirati allo stile Barocco. Il foulard disegnato dal vincitore sarà realizzato in seta pura e riprodotto in 300 esemplari che saranno messi in vendita nei negozi del Consorzio Antiche Botteghe Tessili. Il ricavato verrà utilizzato dall'Istituto Isabella d'Este per comprare nuove attrezzature.

La premiazione avverrà all'interno dell'Incubatore di Imprese Orafe La Bulla dove sarà possibile visitare ben tre mostre: quella sull'arte tessile del Barocco realizzata dagli studenti dell'Isabella d'Este, quella sulla sartoria  di qualità napoletana curata dall'Accademia Nazionale dei Sartori, quella che propone il riciclo di carta e cartoni dell'artista-artigiano Giuseppe Piscopo.

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO