1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina

Welfare e Piano Sociale di Zona - processo di concertazione con il Terzo Settore

Con il Decreto Dirigenziale n. 345 del 11/10/2016 la Regione Campania ha assegnato le risorse del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali ai Comuni ed ha emanato le linee d'indirizzo per la presentazione della I Annualità del III Piano Sociale Regionale. Il processo di Programmazione Partecipata per l'elaborazione del Piano di Zona, strumento di pianificazione territoriale delle politiche sociali e socio-sanitarie introdotto dalla Legge Quadro di Riforma del Welfare n. 328/00, si basa sui principi della concertazione e del coordinamento tra vari soggetti del pubblico e del privato.
 

Il difficile momento che sta vivendo il sistema di welfare, afferma l'Assessore al Welfare Roberta Gaeta, a livello nazionale oltre che locale, rende ancora più forte la consapevolezza che non è possibile costruire nuovi scenari e nuove strategie d'intervento atte a rispondere a bisogni sempre più complessi senza un reale ed efficace coinvolgimento, non solo degli operatori sociali pubblici e privati, ma dell'intera società civile, in una prospettiva di progressivo allargamento alla cittadinanza della partecipazione alla governance delle politiche sociali. Questo percorso, probabilmente insidioso e a tratti faticoso, deve tener conto della complessità dei processi di concertazione e partecipazione e deve attivare un adeguato livello di governo, in grado di coniugare i vari elementi della programmazione sociale con quelli gestionali ed amministrativi, metodologici, tecnici e con le risorse disponibili, in una logica di efficacia ed efficienza. Alla luce della recente Legge Delega n. 106/2016 di riforma del Terzo Settore e dell'introduzione all'interno del nuovo Codice degli Appalti (D. Lgs 50/2016) della tipologia dei Servizi Sociali, si rende necessario rivedere complessivamente il vigente Regolamento del Comune di Napoli in materia di rapporti con il Terzo Settore, adottato con Deliberazione di C.C. n.8/2008. Nelle more di tale revisione, che richiede un approfondimento tecnico ed confronto istituzionale adeguato, nel rispetto di quanto previsto dal Piano Sociale Regionale 2016/2018 (D.G.R.C. n.869 del 29/12/2015), intendiamo sperimentare un nuovo modello di programmazione partecipata che, superando l'approccio episodico del momento della concertazione legata all'approvazione del Piano di Zona, pone le basi per l'edificazione di modalità per il consolidamento della co-programmazione attraverso la costituzione di Tavoli Tematici Permanenti del Terzo Settore.

Il calendario degli incontri che si terranno a partire dal 9 novembre 2016, il modulo di iscrizione ai Tavoli ed i documenti preliminari di programmazione per aree prioritarie d'intervento, sono disponibili in questa pagina e nell'area tematica Sociale - Piano di Zona.

 
Area d'intervento
Data
Orario
Sede
Politiche per la Salute Mentale
Mercoled 9 novembre 2016
9.30
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche di contrasto alla povert ed il disagio degli adulti (che include contrasto alle Dipendenze e Detenuti)
Mercoled 9 novembre 2016
11.30
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche per le persone Anziane e sistema dei servizi socio-sanitari integrati
Mercoled 9 novembre 2016
15.00
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche per le persone con Disabilit e sistema dei servizi socio-sanitari integrati
Mercoled 9 novembre 2016
16.00
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche per l'infanzia, l'adolescenza e il sostegno alla genitorialit
Gioved 10 novembre 2016
9.30
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche per le donne in difficolt ed il contrasto alla violenza di genere
Gioved 10 novembre 2016
11.30
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche per i Migranti
Gioved 10 novembre 2016
15.00
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo
Politiche per i Rom
Gioved 10 novembre 2016
16.00
Sala Bobbio - III Piano Palazzo San Giacomo

L'Assessorato al Welfare si riserva di comunicare sul sito web eventuali modificare o integrare al calendario per sopraggiunti impegni o necessità di servizio.

 
Possono far parte dei Tavoli Permanenti: associazioni di volontariato, cooperative sociali, imprese sociali, associazioni ed enti di promozione sociale, fondazioni, enti di patronato, Parrocchie ed Enti Religiosi ed altri soggetti senza scopo di lucro aventi sede operativa sul territorio cittadino. Gli Enti interessati a partecipare ai lavori dei Tavoli dovranno presentare richiesta di iscrizione al Servizio Programmazione Sociale e Politiche di Welfare compilando il modulo di richiesta di iscrizione e inviandolo via mail all'indirizzo ufficiodipiano@comune.napoli.it.
 
 

Documenti di sintesi per la discussione e la concertazione

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO