1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Covid-19 - Aggiornamento andamento epidemiologico dal 1 agosto al 28 febbraio 2021

Analisi generale
Nel periodo dal 1 Agosto 2020 al 28 Febbraio 2021 il numero dei infezioni COVID-19 nella città di Napoli è stato pari a circa 47.123 casi. Dopo una fase di forte crescita giornaliera dei casi fino all’inizio di Novembre 2020, con oltre mille casi notificati in un giorno (6 Novembre), è seguita una diminuzione dell’incidenza terminata verso la fine di Dicembre (Figura 1). Nella prima parte di Gennaio 2021 si è osservato un periodo di sostanziale stabilità del contagio, seguita da una fase attuale di incremento del contagio. In particolare, nell’ultima settimana (dal 22/02 al 28/02) sono stati notificati 1.894 casi con un incremento del 49% rispetto alla settimana precedente (dal 15/02 al 21/02) nella quale i casi notificati erano stati 1.275. L’incidenza settimanale per 100.000 abitanti è ora pari a 197 casi. Nel confronto tra l’incidenza (casi per 100.000 abitanti) tra la Città di Napoli e la Campania (Figura 2) si evidenzia, soprattutto nella prima parte della seconda ondata una maggiore incidenza di COVID-19 nella Città di Napoli, mentre nell’ultimo periodo è la Regione Campania a presentare valori di incidenza maggiori.

Analisi per età
Nella Figura 3 è mostrata l’incidenza settimanale per classi d’età per 100.000 abitanti a partire da Gennaio 2021. L’aumento dell’incidenza dell’ultima settimana (dal 22/02 al 28/02) è evidente in tutte le classi di età con valori elevati nella fascia di età 14-75 anni. In particolare, ritorna ad avere valori di incidenza alti la classe di età 19-30 anni determinante durante la fase iniziale della seconda ondata per l’aumento del contagio.

Conclusione
Nell’ultima settimana (dal 22/02 al 28/02) nella Città di Napoli l’incremento dei casi COVID-19 rispetto alla settimana precedente (dal 15/02 al 21/02) è stato del 49%. Questo aumento è evidente in tutte le classi di età con valori maggiori nella fascia 14-75 anni. Il quadro attuale è di estrema attenzione.  

Il lavoro è stato coordinato dal prof. Giuseppe Signoriello (Unità di Statistica Medica, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”) da Simona Signoriello e Vittorio Simeon con la collaborazione di Francesca Menna, assessore alle pari opportunità, libertà civili e alla salute al Comune di Napoli. 
 
 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO