1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Aiuti umanitari:

immagine di una giovane africana sorridente con dietro uno striscione del programma di aiuti UE
© Norwegian Refugee Council, 2020

l'UE stanzia 54,5 milioni di € per la regione africana dei Grandi Laghi

L'UE ha annunciato oggi (13 aprile 2021 ndr) un nuovo finanziamento di 54,5 milioni di euro in aiuti umanitari. Questa assistenza salvavita sarà dedicata alle persone più vulnerabili colpite da disastri naturali o causati dall'uomo, epidemie e gli sfollati nella regione dei Grandi Laghi in Africa. L'aiuto soddisferà i bisogni dei più vulnerabili nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), nella Repubblica del Congo e nel Burundi e sosterrà i rifugiati burundesi nella RDC, in Ruanda e in Tanzania.

 Il commissario per la gestione delle crisi, Janez Lenarčič, ha dichiarato:"Molte persone nella regione dei Grandi Laghi devono affrontare conflitti e violenze, disastri naturali, nonché ricorrenti focolai di epidemie come il colera, il morbillo e l'Ebola, una minaccia che recentemente è riemersa nel regione. COVID-19 e le sue implicazioni socioeconomiche e sulla salute aggravano ulteriormente la situazione umanitaria. L'entità della crisi umanitaria, soprattutto nella Repubblica Democratica del Congo, è molto preoccupante. L'assistenza dell'UE verrà utilizzata per fornire cibo, assistenza sanitaria e protezione, migliorare la preparazione alle emergenze e alle catastrofi e aumentare l'accesso all'istruzione per gli sfollati ".

Dei 54,5 milioni di euro, oltre l'80% dei fondi andrà alla risposta umanitaria nella RDC - 44 milioni di euro, di cui 4,5 milioni di euro per la formazione in caso di emergenza e 1,5 milioni di euro per la preparazione alle catastrofi. 1,5 milioni di euro sono destinati alla preparazione alle catastrofi nella Repubblica del Congo. 9 milioni di euro sono assegnati al Burundi e alla risposta regionale ai rifugiati burundesi, di cui 1 milione di euro ciascuno per la preparazione alle catastrofi e formazione per le situazioni di emergenza.

 
INFO BOX - La situazione complessiva nella regione dei Grandi Laghi in Africa

La pandemia di coronavirus sta aggravando una situazione già disastrosa nella regione dei Grandi Laghi. I paesi della regione sono inclini alle epidemie, soprattutto nelle aree soggette a movimenti di popolazione e conflitti. La pandemia ha anche accelerato le sfide socio-economiche della regione, che, a vari livelli, ha dovuto affrontare decenni di conflitti, sottosviluppo, povertà estrema e malnutrizione. L'undicesima epidemia di Ebola nella RDC è stata dichiarata conclusa nel novembre 2020. L'Ebola è riemersa nella provincia del Nord Kivu, nella parte orientale del paese, nel febbraio 2021, ma dal 1 ° marzo 2021 non sono stati segnalati ulteriori casi di Ebola, mentre l'azione continua (prevenzione e controllo delle infezioni, tracciabilità del contratto, vaccinazione, ecc.).

L'azione umanitaria da sola non può risolvere le cause sottostanti e spesso strutturali delle crisi umanitarie nella regione. L'UE sta pertanto applicando e promuovendo un approccio di sviluppo umanitario, in cui i donatori collaborano per aumentare ulteriormente la coerenza tra gli aiuti umanitari e allo sviluppo e gli attori della stabilizzazione.
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO