1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Casistica di pazienti positivi al tampone per COVID-9 nella città di Napoli - Report al 01/05/2020

Riassunto report fino al 1 maggio 2020
Dai primi di Aprile è stato istituito un tavolo tecnico costituito da Professori dei due Atenei napoletani per la descrizione della casistica di pazienti positivi al tampone per COVID-9 nella città di Napoli i  Proff  sono Ivan Gentile, Nicola Coppola e Giuseppe Signoriello rispettivamente del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Napoli Federico II e del Dipartimento di Salute Mentale e Fisica e Medicina Preventiva, Seconda Università degli Studi di Napoli, coordinati dall’Assessora Francesca Menna con delega alla Salute. In questo modo abbiamo potuto verificare l’andamento del virus per Municipalità.    

Si sono calcolati un totale di 916 casi positivi fino al 1 maggio. Nelle tabelle riassuntive si  evince che l’età media dei casi positivi è di 54,2 anni, Le classi di età 50-59 e 60- 69 rappresentano più di un terzo del totale dei positivi (37,6%). Il genere maschile rappresenta il 57,4% della casistica. Sono stati registrati 54 deceduti fino al 23 Aprile (6,2%), 220 guariti (25,2%) e 13 pazienti in terapia intensiva (1,5%). L’età media dei pazienti deceduti è di 72,6 anni con una deviazione standard di 12,5 anni. Il numero delle persone decedute, dal 23 aprile risulta aumentato perché l’ASL Napoli 1 ha provveduto ad aggiornare i decessi non comunicati tempestivamente da alcune strutture pubbliche o private. L’andamento del virus fino alla settimana del 23 ha registrato un aumento regolare ed in qualche modo atteso: i quartieri in cui si è verificato un incremento come valori assoluti (cioè non riferiti a nessun parametro) sono: Arenella, Chiaiano, Chiaia e Scampia. I dati rispetto al 10.000 abitanti del quartiere gli incrementi sono: Chiaiano, Scampia, Arenella Piscinola e Pianura).

Nella settimana dal 16 al 23 aprile 2020 si è registrato l’aumento del 100% di Chiaiano è dovuto al focolaio in una casa di riposo, mentre quello dell’Arenella e di Scampia che era in qualche modo previsti, perché già segnalati la settimana precedente si presume siano dovuti a comportamenti cittadini. Nella tabella finale, quella che affida alle Municipalità dei colori rispondenti alla maggiore o minore percentuale di contagi, ci mostra come allo stato attuale la 7° Municipalità è quella più “sicura” perché bassa percentuale di positivi, mentre la più “attenzionata” dovrebbe essere la 1° perché ha la maggiore percentuale di positivi. Ci sono alcune che hanno tendenza al miglioramento come la  5° e la 9° mentre altre più a rischio cioè che potrebbe andare nel settore rosso la 6°. 

Nell’ultima tabella, vediamo la differenza di percentuale dei contagi con l’ultima settimana e si evince un dato importante e incoraggiante poiché sembra che il virus stia perdendo di forza perché nelle zone Arenella, Scampia e Chiaiano che la settimana scorsa avevano avuto un incremento dei positivi, questa settimana non si è verificato. Questa settimana il virus potrebbe essere diventato meno virulento, cioè le persone infette hanno meno infettato.

 Adesso dobbiamo aspettare i prossimi 15 giorni per capire se questa tendenza rimane nonostante i rientri. 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO