1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

.

NAPOLIperEXPO chiude a San Domenico Maggiore

Fino al 31 ottobre mostre ed iniziative per raccontare le eccellenze agroalimentari e la Dieta Mediterranea, con la chiusura dedicata al dibattito sulla sovranità alimentare delle città.

 
Sarà il centro antico di Napoli ad ospitare gli ultimi appuntamenti diNAPOLIperEXPO, il programma di iniziative promosso dall'Assessorato al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli per dar lustro alla tradizione secolare che la città vanta nel campo dell'alimentazione e della sicurezza alimentare. Più di 100 iniziative - conferenze, fiere, itinerari turistici, spettacoli e tanti eventi - che hanno animato la città dallo scorso maggio, frutto del protagonismo delle forze produttive, scientifiche, associative e culturali della città che quotidianamente promuovono i temi di Expo2015.
Le ultime iniziative saranno realizzate nella straordinaria cornice del Complesso di San Domenico Maggiore, uno dei luoghi-simbolo della tradizione architettonica e s torica, oltre che culturale, della nostra città. Il Convento, di proprietà del Comune di Napoli, è stato riaperto al pubblico nel maggio 2012 grazie all'impegno condiviso di istituzioni locali e centrali ed ospita ormai stabilmente mostre ed eventi culturali di rilevo.
Il 13 ottobre è stata inaugurata "MAGNA - Mostra Agroalimentare Napoletana", mostra interattiva - voluta dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo, ideata e curata dall'architetto Marco Capasso - che affronta il tema dell'agricoltura e della gastronomia napoletana dal punto di vista storico, scientifico e sociale svelandone tutti i segreti dalla terra al piatto finito, attraverso un percorso museale, articolato in sala multimediali, che guiderà il visitatore a ripercorrere le tappe che il prodotto agricolo compie dall'orto alla pentola ed in fine alla pancia. La mostra è arricchita da un calendario di week end degustativi, workshop e laboratori, che coprono l'intera sua durata, dedicati ai prodotti tipici campani d'eccellenza e da eventi di vario genere.
La mostra sarà aperta fino al 10 gennaio tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00, con eventi dal giovedì alla domenica: ore 20.00 - 24.00.
Alla Storia della Dieta Mediterranea e alla mostra di alcune delle sue eccellenze più vive è dedicato il Primo "Festival della Dieta Mediterranea", realizzato da Associazione Siti Reali e Residenze Borboniche Onlus in collaborazione con la Compagnia Della Qualità in programma dal 22 al 25 ottobre prossimi. Mostre, esposizione di prodotti, cucina di strada, momenti spettacolari e di racconto di snoderanno nell'arco dei quattro giorni del Festival. I Percorsi dell'Olio extravergine di oliva e del Latte Nobile in modo particolare avranno uno spazio di grande rilievo con degustazioni, laboratori, seminari di approfondimento.
Il 29 ottobre l'evento "Magnate n'emozion", organizzato da Espin srl  con la collaborazione della Fondazione ITS Bact  e de Polo Formativo Turistico Ticket. Una mostra free entry dedicata al patrimonio storico-artistico-culturale-gastronomico dei territori campani e della Dieta Mediterranea, legandoli ognuno a un'emozione, uno stato d'animo, secondo una felice combinazione tra arte, social ed emozioni, tutto a portata di banchetto. Otto i banchetti emozionali, da visitare e da vivere, presso i quali "guadagnarsi" i ticket emozionali che offriranno nel tardo pomeriggio un happy hourall'insegna della Dieta Mediterranea. Oltre ai corner da visitare, durante  la giornata ci saranno performance ed esibizioni teatrali, musicali ed artistiche, legate al patrimonio della Dieta Mediterranea e della Campania, in particolar modo legate alla tradizione partenopea, con artisti e performers.
Il 31 ottobre, dalle 10.00 alle 17.30, NAPOLIperEXPO chiude con "Food Sovereign Cities", la conferenza internazionale che mira a sostenere il ruolo che un'alleanza strutturata tra imministrazioni locali e società civile può giocare nel promuovere il cambiamento sia della produzione del cibo, sia del modello di consumo, favorendo la nascita di sistemi alimentari inclusivi, sostenibili e giusti. Il convegno è il momento conclusivo del percorso di Expo dei Popoli, nato dal comune impegno di 52 ONG e Associazioni italiane che hanno scelto di fare squadra
per influenzare il dibattito pubblico suscitato dall'Esposizione Universale con un'altra idea di "Nutrire il Pianeta", basata sui principi della sovranità alimentare e della giustizia ambientale. Insieme hanno costituito il Comitato per l'Expo dei Popoli, promotore del Forum internazionale che si è svolto a Milano dal 3 al 5 giugno scorso chiamando a raccolta - per la prima volta - oltre 180 delegati da tutto il mondo in rappresentanza di movimenti contadini e reti della società civile che operano in diversi settori: cooperazione allo sviluppo, giustizia ambientale, diritti umani, produzione biologica, consumo critico.
Il giorno precedente, 30 ottobre,  approderà a Napoli - la tappa conclusiva - il Grand Tour di Expo dei Popoli, road show che nel mese di ottobre ha attraversato tutta la Penisola a bordo di due coloratissimi pulmini T2: otto tappe, da Nord a Sud, per riflettere sulla sostenibilità del cibo e dar voce ai popoli contadini italiani e del mondo. L'evento si svolgerà a Piazza Dante dalle
10.00 alle 19.00.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO