1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Progetto Ci.Ro. City Roaming

Dalla condivisione dell'auto alla condivisione della città

 
Ci.Ro. è l'acronimo di City Roaming. Il progettosperimentale, che verrà presentato il 4 luglio a Napoli al Maschio Angioino, ideatodall'Associazione Napoli Città Intelligente, non riguarda solo car e vansharing elettrico, ma un sistema evoluto per la gestione delle variabili ditraffico urbano che si basa su più servizi integrati di soluzioni innovativeper la semplificazione d'uso e la navigazione. I servizi sperimentali, infatti, inglobano non solo la mobilità condivisa ed ecosostenibile (nella fattispecie car e van sharing basato su veicoli 100% elettrici), ma anche un sistema per l'espletamento di pratiche amministrative a km 0 disponibile presso i 4 Ci.Ro. points che saranno operativi già dal mese di settembre. I "Ciro Points", ossia chioschi multimediali collocati lungo il perimetro delle aree ZTL, consentiranno di iscriversi, identificarsi per accedere ai servizi, gestire l'uso del veicolo e richiedere ed ottenere permessi ed autorizzazioni ad oggi in competenza di Napolipark S.r.l.

Il Vice Sindaco di Napoli, Tommaso Sodano, sottolinea l'importanza del servizio con queste parole:
"Il Comune di Napoli è molto orgoglioso di poter presentare ufficialmente il progetto Ci.Ro, che rappresenta una ulteriore conferma del lavoro che l'amministrazione sta facendo in materia di mobilità sostenibile. Napoli sta costruendo il suo futuro, proprio grazie ai diversi progetti che sono stati finanziati dal MIUR e che stanno concretamente dando la possibilità di progettare una città in cui si disincentivi l'uso dell'auto privata per favorire trasporto pubblico e mezzi alternativi, puntando su elettrico, bicicletta e pedonalizzazioni. Napoli Smart city è la scommessa, una città intelligente al servizio dei cittadini sempre di più protagonisti del cambiamento". Le principali soluzioni innovative del sistema Ci.Ro. consistono nella modalità di identificazione ed accreditamento al sistema, che avviene grazie a dispositivi multimediali interni ai chioschi, nella maggiore flessibilità e facilità d'uso dei sistemi di mobilità e nella introduzione di un innovativo software di infomobilità che stravolge il concetto classico di navigazione permettendo una ottimizzazione dei tempi di viaggio e una maggiore conoscenza del territorio, comprese le risorse turistiche e culturali, senza escludere lo svago, lo shopping, la buona cucina e tanto altro. La modalità di navigazione, resa possibile dai sistemi multimediali on-board, è basata su una architettura funzionale per scelte multiple alternative, progettata sulla base dei processi logici utilizzati dall'utente nella scelta della destinazione.

Anna Donati, delegata del sindaco per la mobilità sostenibile ha dichiarato:
"L'obiettivo principale della sperimentazione è quello di configurare un sistema ottimizzato di servizi utile a ridurre il congestionamento del traffico come anche le emissioni in ambiente e l'inquinamento acustico. Tutto ciò si traduce anche in minor tempi morti di permanenza nel traffico, più spazi liberi da veicoli e minori costi sociali. Non di minore importanza è il contributo al sostentamento alle piccole attività commerciali risiedenti nelle aree storiche della città; con il van sharing ma anche segnalando le eccellenze ed i mestieri in via di estinzione sul sistema di navigazione Ci.Ro." Per ciò che attiene la flessibilità e facilità d'uso, si segnala che con il car e van sharing del sistema Ci.Ro. la vettura può essere prelevata ad un punto e riconsegnata in un altro diverso da quello di partenza (con prenotazione o occasionalmente). E' il primo sistema di questo tipo in Italia, dove generalmente punto di prelievo e punto di consegna auto coincidono. Inoltre è possibile accedere al sistema anche senza avere un abbonamento, elemento molto importante per consentire anche ai turisti che visitano Napoli di usufruire del sistema. L'utente potrà accedere al servizio direttamente al punto Ci.Ro, tramite l'APP su smartphone che verrà rilasciata a breve o tramite portale web.

Ci.Ro. offre una valida alternativa all'uso della propria auto o all'uso di veicoli commerciali di piccola dimensione in quanto garantisce molti vantaggi pratici, come la possibilità di accedere alle ZTL, transitare in corsia preferenziale ed anche la sosta gratuita nei parcheggi gestiti da Napolipark. Grazie all'utilizzo di veicoli elettrici Renault, la Zoe e il Kangoo Z.E. (facilmente riconoscibili in quanto brandizzati) e alla dotazione di dispositivi di produzione di energia da fonti rinnovabili a sostegno del consumo delle vetture, si arriverà oltre che alla riduzione del numero di auto in sosta per la città, anche  al conseguente abbattimento dell'inquinamento e della rumorosità. 

 
Il progetto ideato dall'Associazione Napoli Città Intelligente e finanziato dal MIUR con il bando sulle Smart City, si avvale della collaborazione di Vodafone Italia e prevede inoltre attività di ricerca per un ambito secondario costituito da servizi di e-government attraverso i quali i cittadini potranno avviare e porre a termine procedure per la richiesta ed il rilascio di autorizzazioni associate alla mobilità, senza dover accedere materialmente agli uffici e senza dover produrre e ritirare supporti cartacei con conseguente abbattimento dei tempi di trasferimento e beneficio per l'ambiente. L'obiettivo principale della sperimentazione è quello di configurare un sistema ottimizzato di servizi utile a ridurre il congestionamento del traffico come anche le emissioni in ambiente e l'inquinamento acustico. Tutto ciò si traduce anche in minor tempi morti di permanenza nel traffico, più spazi liberi da veicoli e minori costi sociali.
Non di minore importanza è il contributo al sostentamento alle piccole attività commerciali risiedenti nelle aree storiche della città; con il van sharing ma anche segnalando le eccellenze ed i mestieri in via di estinzione sul sistema di navigazione Ci.Ro.
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO