1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Futuro Remoto 2012

"Le Fabbriche del Cielo"

 
 

Questo è il titolo della 26° edizione di Futuro Remoto, che si terrà a Città della Scienza dal 4 ottobre al 4 novembre.

 
 
Realizzata in collaborazione con l'INAF e  l'ASI-Agenzia Spaziale Italiana, sarà l'evento culturale e scientifico che Napoli offrirà come contributo alla 63° edizione dello I.A.C. International Astronautical Congress.
Futuro Remoto propone quest'anno un viaggio interattivo nello spazio alla scoperta dei risultati più innovativi della ricerca spaziale e aerospaziale contemporanea.
Accompagnati da Vicky ed Ebe, due guide extraterrestri, i visitatori partono per questa avvincente avventura e possono rivivere le grandi spedizioni del passato, comprendere l'Universo, scoprire le innovazioni nel campo della ricerca aerospaziale, capire in che modo la ricerca spaziale migliora la nostra vita quotidiana e conoscere le nuove sfide per raggiungere più facilmente lo spazio, ri-conquistare la Luna e tentare poi l'esplorazione di Marte.
Show multimediali, audiovisioni, exhibit interattivi e videoinstallazioni  invitano a "toccare con mano" i misteri dell'Universo.
In mostra anche  gli ultimi modelli di sonde aerospaziali e satellitari, come la capsula di rientro del progetto IRENE, progettata e realizzata a Napoli.
 
Come ogni anno, un ricco calendario di eventi, incontri con esperti, conferenze per le scuole, laboratori scientifici e creativi, la rassegna cinematografica a cura della Universal Pictures, i documentari scientifici a cura di GeographicChannel (canale 403 di Sky) e spettacoli, completano la manifestazione.
Inoltre sono previsti alcuni eventi speciali:
I venerdì di Futuro Remoto sono tre serate di scienza, cultura e divertimento in programma le sere di venerdì 12, 19 e 26 ottobre, Ogni incontro con una personalità del mondo della cultura, è accompagnato da momenti di spettacolo e di intrattenimento. Tra gli appuntamenti Paolo De Bernardis (12 ottobre) e Telmo Pievani (19 ottobre).
 
I comandamenti per il XXI secolo sono due giorni - giovedì 4 e venerdì 5 ottobre - di incontri, dibattiti, tavole rotonde, dialoghi per rispondere alle domande sul futuro prossimo del Pianeta. La scienza, ed in particolare quella dei campi di frontiera - come l'aerospazio - genera innovazione, consente lo sviluppo di nuove tecnologie che rimodellano l'economia e lo stile di vita degli uomini sulla Terra. Tutto ciò offre all'uomo delle opportunità sempre nuove. Ma solo la diffusione della conoscenza e delle consapevolezze può trasformare tali opportunità in reale sviluppo. "Scienze e Sviluppo" , questi sono i temi del ciclo di incontri "I comandamenti per il XXI secolo", che si apre giovedì 4 ottobre alle ore 16 con una lectio magistralis di Marc Augè, etnologo e antropologo, uno dei più noti studiosi di scienze sociali e di antropologia, per proseguire con tavole rotonde che vedono la partecipazione di personalità di rilievo del mondo della cultura, della scienza, dell'imprenditoria e della politica come ad esempio Sari Nusseibeh, Rettore dell' Università Al-Quds di Gerusalemme, Giovanni Bignami, Presidente dell'INAF, e Paolo Cotta Ramusino che è Segretario Generale del movimento Pugwash.
 
 

Per consultare il programma degli appuntamenti e per ulteriori informazionihttp://www.cittadellascienza.it/futuroremoto/2012/

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO