1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina

Occupazioni temporanee di suolo pubblico per lavori da parte di Enti e Società erogatori di Servizi di pubblico interesse (ABC, e-distribuzione, Italgas, Open Fiber, TIM SpA ecc.)

Responsabili del procedimento

In quali casi?

Per l'installazione di impianti, cavi e condutture posti nel sottosuolo, sul suolo e sul soprassuolo ed ogni altro tipo di occupazione legata all'erogazione di servizi pubblici.

Chi esegue i lavori?

Impresa di fiducia dell'Ente richiedente

Chi esegue i lavori?

Impresa di fiducia dell'Ente richiedente

Chi sostiene il costo dell'intervento?

Il Richiedente

Qual è il titolo autorizzativo occorrente?

Concessione di occupazione del suolo pubblico rilasciata dalla Direzione della Municipalità 2 – UO Attività Tecniche.

La richiesta

Va presentata via PEC alla Municipalità 2 – U.O. Attività Tecniche, utilizzando il modello occupazione suolo gestori pubblici servizi contenente:

  • i dati anagrafici del Legale Rappresentante dell'Ente/Società richiedente (Soggetto Richiedente, Titolare o Delegato,etc.); 
  • il luogo dell'occupazione;
  • i metri quadri totali di occupazione; 
  • i giorni di occupazione; 
  • relazione tecnica descrittiva con l’indicazione precisa delle aree da occupare per l'esecuzione dei lavori a farsi (area di cantiere ivi incluse le superfici occupate dai mezzi in sosta e dai materiali), dei tempi di utilizzazione degli spazi pubblici (crono-programma lavori ed occupazioni), della data prevista per l’inizio dei lavori, delle opere necessarie per il montaggio e smontaggio del cantiere, delle modalità previste per il carico e scarico dei materiali e per l'eventuale loro temporaneo accantonamento (superfici da occupare e loro ubicazione), delle caratteristiche dei materiali da adoperare, della eventuale necessità di provvedimenti temporanei alternativi per la circolazione stradale (ordinanza di viabilità) e della segnaletica stradale prevista durante i lavori;
  • documentazione grafica dello stato dei luoghi e di progetto con l’indicazione delle caratteristiche dimensionali e/o tipologiche dell’occupazione:
  1. corografia scala 1/1000 con evidenziazione dell’area di intervento e dell’area di cantiere; 
  2. grafico dell’occupazione in pianta in scala adeguata (1:100 o 1:50 o 1:20) riportante altresì l’intera sezione stradale delle vie interessate dall’occupazione (marciapiede, carreggiata, banchina, ecc), con l’indicazione della disciplina viabile vigente sull’area, sensi di marcia, segnaletica stradale, eventuale presenza di accessi carrabili adiacenti, ingressi privati (civiche abitazioni, negozi o altro), numero civico presso cui si effettua l’occupazione, numeri a fronte e quelli posti ad una distanza di m. 10 prima e dopo l’area interessata, su entrambi i lati; eventuale presenza di fermate autobus, stalli di sosta strisce blu e/o gialle per portatori di handicap, carico/scarico, organi di Polizia stradale, servizi di soccorso, aree destinate al parcheggio, eventuali elementi di arredo urbano esistenti, verde pubblico (aiuole, alberi), piste ciclabili, cassonetti per la raccolta dei rifiuti, chiusini, caditoie stradali, sotto servizi, ecc.;
  • documentazione fotografica a colori dello stato dei luoghi (almeno n. 4 fotografie con angoli di ripresa differenti); 
  • comunicazione dei dati identificativi e recapiti telefonici dell’impresa che eseguirà i lavori e nominativi del Responsabile del Procedimento, Direttore dei Lavori, Responsabile della Sicurezza cantiere, Collaudatore;
  • dichiarazione del richiedente di assunzione di responsabilità, durante i lavori e per la durata dell’occupazione per danni a persone e cose, nonché per molestie arrecate a terzi;  
  • parere della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il comune di Napoli per l'area oggetto dell'occupazione ove la stessa ricada in zona sottoposta a vincolo (si ricorda che il basolato della Municipalità 2 risulta tutto vincolato);
  • fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità;
  • attestazione assolvimento del bollo tramite modello.

Il costo della Concessione

L'autorizzazione comporterà il versamento del canone di occupazione di suolo (Cosap) come determinato dal “Regolamento per l’occupazione di suolo pubblico e per l’applicazione del relativo Canone” adottato con Deliberazione di C.C. n. 12 del 29/03/2019 Sull’istanza e sulla concessione deve essere assolta la marca da bollo tramite il modello.

 

Durata del procedimento

Il procedimento si concluderà con provvedimento espresso entro 30 giorni dalla presentazione della relativa istanza, con il rilascio o il diniego della concessione ovvero con la comunicazione al richiedente dei motivi ostativi all'accoglimento dell'istanza ex art.10-bis L. 241/1990. Il procedimento potrà essere sospeso con le modalità ed i termini di cui all'art.2 della Legge 241/90 per le eventuali integrazioni necessarie, acquisizione di pareri e/o valutazioni tecniche.

Download

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO