1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Alice vive rint 'a 'nu vico che se chiamme Purgatorio

Alice nel paese delle meraviglie diventa napoletana balla nei vicoli del Centro Storico e domenica 13 aprile alle ore 12.00 fa anche una INCURSIONE URBANA

Martedì 8 aprile alle 12,00 al PAN conferenza stampa

 

Va in scena l'11, 12 e 13 aprile, ore 21.00, al TIN Teatro Instabile di Napoli Alice vive rint 'a 'nu vico che se chiamme Purgatorio, versione di Alice nel paese delle meraviglie che la coreografa Flavia Bucciero  ha pensato proprio per il Teatro Instabile  di Napoli diretto da Michele Del Grosso. Praticamente uno spettacolo site-specific. Questa Alice non solo è napoletana, ma ha una forte relazione con il vicolo Purgatorio ad Arco (dove sorge il Teatro) uno dei tanti suggestivi vicoli del Centro Storico di Napoli. Un'Alice che comincia con l'affacciarsi ad uno dei balconi del vicolo, danza per strada e poi arriva in Teatro. Dal fuori al dentro e viceversa, come si addice al suo personaggio, grande esploratrice del tempo e dello spazio in tutte le direzioni.
Questo è lo spettacolo che si vedrà al TIN. Ma il terzo giorno di replica, il progetto di Flavia Bucciero si trasformerà, nella mattina, in una INCURSIONE URBANA dei personaggi di "Alice del Paese delle Meraviglie" che partendo dal Teatro Instabile alle ore 11.00 arriveranno fino al PAN Palazzo delle Arti di Napoli (intorno alle 12.00) attraversando la città. E così sarà possibile incontrare il Coniglio, Il Cappellaio matto, la Lepre marzolina  e la stessa Alice per strada, ma anche in metropolitana. Per la gioia di grandi e piccini.  tutti i bambini!
Un grande evento performativo, che nasce da una idea di Flavia Bucciero e Fabio Pascapè, con la collaborazione del Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura, che si concluderà sulla terrazza del primo piano del PAN passando dalle sale in cui sarà in allestimento la mostra dedicata ad Andy Warhol. L'evento si intitola proprio "Attendendo Warhol, Io vivo in un mondo iperreale, firmato Alice Warhol". 

 
 
 

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO