1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Il Comune » Stato civile e Anagrafe » Domanda d'iscrizione a Giudice Popolare

Contenuto della pagina

Domanda d'iscrizione a Giudice Popolare

I Giudici Popolari fanno parte del Collegio giudicante delle Corti d'Assise e delle Corti d'Assise d'Appello per una prescrizione della nostra Costituzione che, all'art. 102, terzo comma, recita così: "la legge regola i casi e le forme della partecipazione diretta del popolo all'amministrazione della giustizia". Tale partecipazione ha lo scopo principale di attuare un collegamento diretto tra il POPOLO, in nome del quale viene amministrata la giustizia, e la MAGISTRATURA, organo preposto a tale amministrazione.

I cittadini che possiedono i requisiti di legge possono presentare domanda di iscrizione nell'Albo dei Giudici popolari di Corte d'Assise e di Corte d'Assise di Appello presso il Servizio Anagrafe Stato Civile Elettorale all'ufficio preposto GIUDICI POPOLARI sito in Napoli, II TRAVERSA VIA DELL'EPOMEO P.CO QUADRIFOGLIO, 80126 NAPOLI entro il 31 luglio di ogni anno dispari (2015, 2017, 2019 ecc.), dal lunedì al venerdì, dalle ore 09,00 alle ore 12,30.

La domanda va redatta secondo quanto specificatamente indicato nel relativo modello, allegando fotocopia del proprio documento di riconoscimento in corso di validità, e possibilmente va accompagnata da fotocopia dell'ultimo titolo di studio conseguito e presentata o personalmente all'Ufficio suindicato, o per posta raccomandata, oppure ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

PEC: elettorale@pec.comune.napoli.it
Email: anagrafe.corrispondenza@comune.napoli.it

 

I requisiti sono i seguenti:

  • residenza nel Comune
  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti civili e politici
  • buona condotta morale (poiché tale requisito non è più certificabile, viene accertato che non risultino iscrizioni nel Casellario Giudiziale).
  • età non inferiore ai 30 e non superiore ai 65 anni
  • essere in possesso del titolo di studio di scuola media di primo grado per l'iscrizione all'Albo dei Giudici Popolari di Corte d'Assise e del titolo di studio di scuola media di secondo grado per l'iscrizione all'Albo dei Giudici Popolari di Corte d'Assise d'Appello.
 

Entro il mese di aprile di ogni anno dispari viene affisso apposito manifesto informativo con il quale il Sindaco invita i cittadini in possesso dei requisiti prescritti a presentare domanda per l'inclusione negli elenchi integrativi da presentare nel termine perentorio del 31 luglio di ogni anno dispari.

Una Commissione composta dal Sindaco e da due Consiglieri Comunali effettua gli aggiornamenti, entro il mese di agosto, e procede all'iscrizione dei cittadini che risultano in possesso dei requisiti prescritti dalla legge. In base alla normativa vengono formati due elenchi separati, uno dei giudici popolari di Corte d'Assise (primo grado) e l'altro dei giudici popolari di Corte d'Assise d'Appello (secondo grado). Una volta definita la procedura (nuove iscrizioni su domanda e cancellazioni di chi ha perduto i requisiti) l'Ufficio comunale trasmette gli elenchi al Tribunale che aggiorna gli Albi in suo possesso.

Lo stesso Tribunale provvede ad estrarre a sorte, tra coloro i quali sono iscritti negli Albi, i cittadini che dovranno far parte della giuria popolare. I cittadini estratti sono convocati mediante apposita notifica per opportuni colloqui di valutazione. Se valutati idonei NON POSSONO RIFIUTARE l'incarico se non per gravissimi motivi.

Sono esclusi dall'ufficio di giudice popolare:

  • i magistrati e, in generale, i funzionari in attività di servizio appartenenti o addetti all'ordine giudiziario;
  • gli appartenenti alle Forze Armate dello Stato ed a qualsiasi organo di polizia, anche se non dipende dallo Stato in attività di servizio;
  • i ministri di qualsiasi culto e i religiosi di ogni ordine e congregazione.
 
 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti