1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Palazzo dello Spagnolo

Palazzo dello Spagnolo

Il palazzo venne edificato a partire dal 1738 per volontà del marchese di Poppano, Nicola Moscati, unificando due precedenti edifici ricevuti con la dote della moglie. Il progetto viene tradizionalmente attribuito all'architetto Ferdinando Sanfelice. È, purtroppo, andato perduto il giardino che si estendeva sul retro del palazzo. L'edificio è caratterizzato dall'originale scala interna detta "ad ali di falco".
 
L'interno e l'esterno vennero riccamente ornati con una decorazione a stucchi di marca chiaramente rococò, realizzata da Aniello Prezioso su disegno di Francesco Attanasio verso il 1742. Le porte di accesso agli appartamenti sono sormontate da sovraporte in stucco, con al centro medaglioni con busti-ritratto. Alla fine del XVIII secolo il palazzo subì un rifacimento che ne ampliò la struttura con l'aggiunta di un altro piano.
 
Alle soglie del XIX secolo la famiglia fu costretta a vendere gli appartamenti al primo ed al secondo piano. Il nuovo proprietario Tommaso Atienza, detto 'lo Spagnolo' da cui l'intitolazione del palazzo, fece realizzare gli affreschi delle sale, oggi quasi del tutto perduti.

 
 
Palazzo dello SpagnoloPalazzo dello Spagnolo
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO