1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Piano di recupero La Birreria ex stabilimento Peroni

render di progetto

Approvato progetto definitivo con deliberazione Gc 529/2012
Approvato con deliberazione Gc 64/2009
Adottato con deliberazione Gc 1021/2008
Il piano di recupero di iniziativa privata proposto da Mediacom srl e denominato LA BIRRERIA, interessa l'area industriale dismessa di circa 10 Ha della fabbrica Peroni di Miano.
L'attuazione del piano, regolata da convenzione, oltre che contribuire al processo di riqualificazione del quartiere oggi fortemente degradato, comporterà l'acquisizione al patrimonio comunale del parco esistente all'interno della fabbrica con il ricco apparato vegetale; l'uso convenzionato dello spazio destinato a nuovo centro polifunzionale e della nuova piazza; la realizzazione, a carico del proponente, di opere di infrastrutturazione che comprendono: la riqualificazione e il potenziamento della strada che delimita la fabbrica con cessione di aree oggi di proprietà del proponente, la riqualificazione della viabilità di quartiere e interquartiere al fine di migliorare l'accessibilità carrabile e pedonale privilegiando i collegamenti con le nuove stazioni della rete su ferro, il completamento dello svincolo MIANO dell'asse perimetrale di Scampia e la realizzazione di tre nuove rotatorie.
Lo stabilimento costruito a partire dal 1952 in base ad un plano volumetrico dello studio associati Harley-Elligton & Day di Detroit e un progetto esecutivo dell'arch. Luigi Racheli, appartiene a quei luoghi di lavoro per la produzione non più artigianale dell'immediato dopoguerra che riservano attenzione per l'uomo e il suo lavoro.
La scelta che il piano si prefigge è quella di un recupero dell'insediamento industriale affinché acquisisca una moderna funzione produttiva nel processo di riqualificazione di Miano conservando la memoria dell'impianto nella sua interezza come testimonianza - anche morfologica - di una importante fase della storia industriale e civile del quartiere.
Il progetto intende aprire gli spazi dell'insediamento alla fruizione dei cittadini con interventi che, in più punti, interrompono il lungo muro che separa la fabbrica dal quartiere, ampliare la strada che circonda il lotto e destinare a usi pubblici il parco esistente e il centro polifunzionale con la nuova piazza su via San Francesco.
Le nuove funzioni previste per gli edifici esistenti, da attuarsi con interventi di recupero e/o ristrutturazione, comprendono:
- residenze per un totale di circa 220 unità abitative di varia superficie; - un albergo da 120 camere con la storica terrazza Peroni che ripropone il suo ruolo di punto di ristoro con una maggiore interrelazione con il quartiere dovuta alla presenza di un fronte porticato con negozi su piazza Madonna dell'Arco; - un complesso commerciale con piazza coperta e relativi parcheggi che comprende un ipermercato di media superficie e negozi di vicinato; - un centro benessere/palestra; - uffici; - un centro polifunzionale di uso pubblico con sala proiezioni/mostre/eventi e piazza scoperta.

 
 
 
 
 

___ PROVVEDIMENTI __________

 
 

___ ELABORATI TECNICI __________

rilievo e visure

 
 

relazione e norme

 
 

progetto

 
 

render

 
 
I documenti qui pubblicati hanno scopo meramente illustrativo e non sostituiscono in validità ed efficacia quelli ufficiali, consultabili facendone richiesta presso gli uffici competenti.
 
 

SERVIZIO COMPETENTE
Servizio pianificazione esecutiva degli insediamenti di formazione storica

AGGIORNAMENTO
settembre 2012


 
 
 

_____ www.comune.napoli.it _____

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO