1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Aree tematiche » Tributi locali » Imposta di soggiorno 2017

Contenuto della pagina

Imposta di soggiorno 2017

Deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 30/03/2017

 

Corsi di formazione per l'utilizzo del software per la gestione dell'imposta di soggiorno

E' disponibile per l'invio delle dichiarazioni l'applicativo TouristTax al seguente link:
https://tributi.comune.napoli.it/TourTax/

Per l'assistenza telefonica dedicata all'utilizzo del software TouristTax è attivo il numero: 081 842 7167. Per contatti email è altresì disponibile l'indirizzo: assistenza@gruppoas.it.

Per le software house produttrici di gestionali alberghieri il file (Tracciati Record Importazione TBPRES01_Napoli.xlsx), contenente le specifiche da utilizzare per il Comune di Napoli, è disponibile di seguito.

 
 
Palazzi sul mare
Foto di Paolo Viglietti

Si comunica che, con la Delibera di Consiglio Comunale  n° 19 del 30/03/2017, sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al Regolamento Comunale sull'Imposta di Soggiorno approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n° 20 del 21 giugno 2012 e successive modifiche ed integrazioni, e con deliberazione di Giunta Comunale n° 116 del 09.03.2017, l'Amministrazione ha deciso di rimodulare, per l'anno di imposta 2017, le tariffe determinate con deliberazione di Consiglio Comunale n° 463/2015. Le modifiche ed integrazioni al Regolamento ed alle tariffe entrano in vigore con decorrenza 1° aprile 2017.

L'Imposta di Soggiorno è stata adottata dal Comune di Napoli con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 21 giugno 2012, ed è entrata in vigore dal 1 luglio 2012. L'imposta è destinata a finanziare gli interventi in materia di turismo, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi in materia di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei servizi pubblici locali. E' soggetto all'imposta chiunque pernotti nelle strutture ricettive site nel territorio del Comune di Napoli.

 

Tariffe in vigore dal 1 aprile 2017

A) strutture ricettive alberghiere

  1. categoria 5 stelle L: € 5,00
  2. categoria 5 stelle: € 4,50
  3. categoria 4 stelle: € 3,50
  4. categoria 3 stelle: € 2,50
  5. categoria 2 stelle: € 2,00
  6. categoria 1 stella: € 1,50

B) strutture ricettive extraalberghiere

  • affittacamere, case e appartamenti per vacanze, appartamenti ammobiliati per uso turistico, bed & breakfast, istituti religiosi di ospitalità, agriturismi: € 2,00

N.B.  Sono esclusi dal pagamento dell'imposta gli Ostelli per la Gioventù. Sono altresì esclusi dal pagamento dell'Imposta i residenti del Comune di Napoli, ai sensi dell'Art. 3, comma1, del Regolamento.

 

Si comunica che ai sensi dell'art. 4, comma 5-ter della legge 96/2017 di conversione, con modificazioni, del decreto legge n° 50 del 24 aprile 2017, sono tenuti al pagamento dell'imposta di soggiorno anche i soggetti che pernottano in immobili ad uso abitativo per periodi inferiori ai 30 giorni, cd. " locazioni brevi".Le locazioni turistiche brevi, ai sensi dell'Art. 2, comma 1, del vigente Regolamento comunale sull'imposta di Soggiorno, sono equiparate alle strutture ricettive extra-alberghiere.

 

Si fa presente che, l'imposta è dovuta per persona e per ogni pernottamento. Si evidenzia che con decorrenza 1° aprile 2017, l'imposta è dovuta fino ad un massimo di 14 pernottamenti consecutivi.

 

Esenzioni

Sono esenti dal pagamento dell'imposta:

  1. i minori di anni 18;
  2. i pazienti che devono effettuare trattamenti sanitari presso strutture sanitarie site nel Comune di Napoli;
  3. coloro che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie cittadine, in ragione di un accompagnatore per paziente;
  4. i genitori che accompagnano i minori di anni 18 malati;
  5. i rifugiati politici;
  6. gli appartenenti alle Forze dell'Ordine che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche per fronteggiare situazioni di carattere sociale nonché di emergenza conseguenti ad eventi calamitosi o di natura straordinaria o per finalità di soccorso umanitario (a decorrere dal 1° agosto 2014);
  7. il personale volontario della Protezione Civile, della Croce Rossa e di ONLUS che svolgono attività simili, che prestano servizio in occasione di calamità (a decorrere dal 1° agosto 2014);
 

Nuove esenzioni

 

Le nuove esenzioni sotto riportate entrano in vigore  con decorrenza 1° aprile 2017
h) le persone disabili, con disabilità non inferiore all'80% certificata ai sensi della vigente normativa italiana e di analoghe disposizioni dei paesi di provenienza per i cittadini stranieri, più un accompagnatore;
i) gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo. L'esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 25 partecipanti. Ai fini della presente esenzione, per gruppo organizzato si intende il gruppo in viaggio organizzato mediante pacchetto turistico predisposto da organizzatore professionale con unica prenotazione e che alloggia nella medesima struttura ricettiva;
j) il personale dipendente della struttura ricettiva che ivi svolge attività lavorativa;
k) le persone ospitate dalle strutture ricettive a titolo gratuito su richiesta dell'Amministrazione comunale o di altro ente pubblico (in tal caso previo preventivo assenso del Comune di Napoli) per finalità di promozione e sviluppo del territorio cittadino.

L'esenzione di cui ai punti b), c) e d) è subordinata alla presentazione di apposita certificazione della struttura sanitaria attestante le generalità del malato o del degente e il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero. L'accompagnatore/genitore dovrà altresì dichiarare, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n° 445 e successive modificazioni, che il soggiorno presso la struttura ricettiva è finalizzato all'assistenza sanitaria nei confronti del paziente.

L'esenzione di cui al punto e) è subordinata alla presentazione del tesserino attestante lo status di rifugiato politico rilasciato dalla competente Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale.

L'esenzione di cui ai punti f) e g) è subordinata alla presentazione di apposita autocertificazione attestante che il soggiorno presso la struttura ricettiva è dovuto alle circostanze previste; l'esenzione di cui al punto h) è subordinata alla consegna di idonea certificazione; l'esenzione di cui ai punti  i), e j) è subordinata alla consegna di idonea certificazione o autocertificazione.

Tali certificazioni sono conservate presso la struttura ricettiva, per i controlli degli uffici tributari comunali.

 

Obblighi dei gestori

Con la Deliberazione di Consiglio Comunale  n° 19 del 30/03/2017,sono state approvate alcune integrazioni al Regolamento sull'Imposta di Soggiorno circa gli obblighi del gestore in qualità di Agente Contabile, sulla base di quanto stabilito dalla Corte dei Conti a Sezioni riunite in sede Giurisdizionale, con sentenza n° 22/2016, che ha affermato il principio di diritto in base al quale i titolari delle strutture ricettive incaricati, sulla base dei regolamenti comunali della riscossione e poi del riversamento nelle casse comunali dell'imposta di soggiorno corrisposta da coloro che alloggiano in dette strutture, assumono la funzione di agenti contabili, tenuti conseguentemente alla resa del conto giudiziale della gestione svolta".

I gestori delle strutture ricettive sono tenuti a:

 

a) informare i propri ospiti sull'applicazione, entità ed esenzioni dell'imposta di soggiorno, dedicando, per tale informativa alla clientela, appositi spazi all'interno della struttura;
b) riscuotere l'imposta, rilasciandone quietanza;
c) effettuare il versamento dell'imposta di soggiorno al Comune di Napoli, entro 15 giorni dalla fine di ogni trimestre/semestre.

  1. con accredito mediante bonifico sull'apposito conto corrente postale n° 001014783466 (codice IBAN IT97 T076 0103 4000 0101 4783 466, codice BIC/SWIFT T 07601 03400 001014783466), intestato al Comune di Napoli Riscossione Imposta di Soggiorno, ed esclusivamente dedicato all'Imposta di Soggiorno;
  2. tramite procedure di pagamento on-line (in corso di predisposizione);
  3. la causale del riversamento deve contenere le seguenti indicazioni:
  • denominazione esatta della struttura ricettiva che effettua il riversamento
  • "versamento imposta di soggiorno"
  • trimestre/semestre e anno di riferimento
 

d) dichiarare al Comune di Napoli (utilizzando i modelli allegati) trimestralmente/semestralmente ed entro 15 giorni del mese successivo:

  • il numero di clienti che hanno pernottato nella struttura;
  • il relativo periodo di permanenza;
  • il numero dei soggetti esenti dal pagamento dell'imposta;
  • l'imposta complessivamente dovuta per il trimestre/semestre e gli estremi del versamento effettuato.
e) la dichiarazione trimestrale/semestrale va effettuata anche se, per il medesimo periodo, non è dovuto alcun versamento al Comune.
 

Si fa presente che solo i gestori delle strutture ricettive extra alberghiere (ad esempio: bed & breakfast, esercizi di affittacamere, case ed appartamenti per vacanze, case per ferie, foresterie per turisti, case religiose d'ospitalità, agriturismi, ecc.) effettueranno il versamento di cui alla lettera d) e presenteranno la dichiarazione di cui alla lettera d) con la seguente cadenza semestrale:

1°SEMESTRE: dal 1° gennaio al 30 giugno; la dichiarazione, corredata da copia del relativo versamento e del documento d'identità del dichiarante, dovrà essere inviata dal 1° al 15 luglio;
2° SEMESTRE: dal 1° luglio al 31 dicembre; la dichiarazione, corredata da copia del relativo versamento e del documento d'identità del dichiarante, dovrà essere inviata dal 1° al 15 gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento.

Si fa presente, infine, che il gestore, su ogni riversamento trimestrale/semestrale, può trattenere fino ad un massimo del 3% dell'imposta lorda riscossa dai contribuenti, a titolo di rimborso spese, purché debitamente documentate e afferenti esclusivamente le attività di riscossione e rendicontazione dell'imposta.
La documentazione comprovante le spese sostenute sarà allegata alla citata dichiarazione trimestrale/semestrale.

 

2. Il gestore della struttura ricettiva, in qualità di Agente Contabile, deve altresì presentare, entro trenta giorni dalla chiusura dell'esercizio finanziario di riferimento e cioè entro il 30 gennaio di ciascun anno, al Comune di Napoli Direzione Centrale Servizi Finanziari - Servizio Gestione IMU Secondaria - Ufficio Imposta di Soggiorno, ai sensi dell'art. 93 del D.Lgs. n. 267/2000, il conto di gestione redatto su apposito modello ministeriale approvato con D.P.R. 194/1996 (Mod. 21).

1) Il conto della gestione deve essere presentato anche se l'imposta di soggiorno dichiarata per l'anno precedente è pari a zero";
2) Il conto della gestione deve essere presentato esclusivamente in copia originale, debitamente compilata e sottoscritta dal gestore (titolare/legale rappresentante) della struttura ricettiva, consegnandolo direttamente presso il Servizio Gestione IMU Secondaria del Comune di Napoli, oppure inviandolo tramite posta raccomandata, sempre in copia originale compilata e sottoscritta dal gestore, oppure tramite Posta Elettronica Certificata (PEC)sottoscritto con firma digitale.
3. Il gestore dovrà conservare la relativa documentazione per 5 anni per poterla esibire a richiesta del Comune, in occasione di eventuali controlli sulla corretta riscossione dell'imposta e sul suo integrale riversamento al Comune.
4. Il gestore della struttura ricettiva, su ogni riversamento trimestrale/semestrale, ha facoltà di trattenere fino ad un massimo del 3% dell'imposta lorda riscossa direttamente, a titolo di rimborso spese debitamente documentate, per le attività di riscossione e rendicontazione svolte per conto dell'Amministrazione cittadina.

La documentazione comprovante le spese sostenute sarà allegata alla citata dichiarazione trimestrale/semestrale.

Sanzioni, riscossione coattiva e contenzioso

Per ogni informazione relativa a sanzioni, riscossione coattiva e contenzioso dell'Imposta di Soggiorno consultare l'allegato Regolamento modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n° 45 del 29 luglio 2014.

 

Modulistica

Si comunica che in virtù delle modifiche ed integrazioni apportate al Regolamento sull'Imposta di Soggiorno sono disponibili sul sito:

- Guida alla compilazione del Modello 21;
- Modello 21;
- Foglio di calcolo per rendicontazione 3% su Mod. 21;
- esempio di compilazione
- i NUOVI modelli di dichiarazione trimestrale e semestrale opportunamente aggiornati;

I gestori delle strutture ricettive alberghiere, dovranno utilizzare i modelli aggiornati per la compilazione della dichiarazione trimestrale, a partire dal 2° trimestre 2017,mentre i gestori delle strutture ricettive extra - alberghiere, dovranno utilizzare i modelli aggiornati per la compilazione della dichiarazione semestrale a partire dal 1° semestre 2017.

In particolare per la compilazione della dichiarazione semestrale relativa al 1° semestre 2017, i gestori delle strutture ricettive extra- alberghiere, potranno utilizzare un modello di dichiarazione semestrale opportunamente predisposto, al fine di agevolare l'inserimento della doppia tariffa, tenuto conto che la nuova tariffa è in vigore  a decorrere dal 1° aprile 2017.

N.B. Si invitano i Sigg. Gestori ad utilizzare esclusivamente la modulistica pubblicata sul sito, alla data del 31 maggio 2017, che sostituisce versioni o modelli precedenti.

 
 
 

Per ulteriori informazioni

Direzione Centrale Servizi Finanziari- Servizio Gestione IMU Secondaria ed Altri Tributi-
"Ufficio Imposta di Soggiorno", 2° piano di Corso Arnaldo Lucci n. 66 - 80142 Napoli.
Telefono 081 7953785 - fax 081 7953707
E-mail: entrate.impostasoggiorno@comune.napoli.it;

Orario di ricevimento per il pubblico: martedì e giovedì dalle 9,30 alle 12,30.

Responsabile del procedimento: Dott.ssa Sara Febbo

 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti