1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

CENTRO POLIFUNZIONALE DI PISCINOLA - REINVENTING CITIES

polifunzionale

Reinventing Cities è una competizione globale che invita team multidisciplinari di professionisti a trasformare i siti sottoutilizzati delle città in fari di sostenibilità e resilienza

Il Comune di Napoli ha aderito al Bando 2022 candidando due siti  molto diversi tra loro: Villa Ebe a Pizzofalcone e il Centro Polifunzionale di Piscinola.

 
 
workshop di idee per il Polifunzionale di Piscinola
mercoledì 20 luglio, presso l'ex Polifunzionale, si è tenuto il laboratorio di idee promosso dall'Assessorato all'Urbanistica del Comune di Napoli e dall'Ottava Municipalità.
Hanno partecipato associazioni, gruppi di cittadini, scuole e altri attori territoriali; è intervenuto il Presidente della Municipalità, Nicola Nardella
 

il workshop di idee sul Polifunzionale segue il sopralluogo guidato degli interessati prenotati sulla piattaforma di Reinventing Cities che si è tenuto lo scorso 30 giugno

 

link

 

il Polifunzionale di Piscinola per Reinventing Cities

presentazione

Il Centro Polifunzionale di Piscinola è stato in passato un luogo ricco di attività, e centro di aggregazione per i giovani dal 1988 in poi. L’imponente edificio sorge nell’area nord della città, l’architettura è in stile brutalista, e offre un potenziale aggregativo molto significativo per una scala che interessa ben oltre la dimensione del quartiere. Il sito si trova nel quartiere di Scampia/Piscinola, luogo storicamente noto per le difficoltà sociali che lo hanno interessato dagli anni della sua fondazione. Negli ultimi anni la zona è stata interessata da un’ondata di rinnovamento culturale dovuto soprattutto alla massiccia attivazione di associazioni, enti del terzo settore, che hanno sollevato e catalizzato l’impegno civico di abitanti ed attivisti e le risorse destinate ad una significativa rigenerazione urbana che identifica questa Municipalità come nuova polarità della città (anche grazie alla recente inaugurazione della Facoltà di Medicina dell’Università Federico II progettata da Vittorio Gregotti). La zona è raggiunta, oltre che dal trasporto pubblico su gomma, da due fermate della Metropolitana dell’Arte della Città di Napoli. Il progetto deve prevedere principalmente attività per l’interesse comune legate all’educazione e all’arte. E’ richiesta la progettazione e la gestione sostenibile di laboratori, giardini condivisi, living lab, ambulatori, cohousing, spazi per la ristorazione, per performance e sperimentazione artistica, servizi di residenza ed ospitalità assistita. Il Centro Polifunzionale è messo a disposizione per diventare catalizzatore e snodo di flussi culturali innovativi a scala urbana e suburbana, in un quadro di grande rigenerazione di tutta la municipalità.

 

ASSESSORATO ALL'URBANISTICA
assessorato.urbanistica@comune.napoli.it

luglio 2022

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO