1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Programma URBACT III Napoli capofila di 2C/Second Chance

Il Comitato di valutazione del programma di cooperazione territoriale URBACT III ha reso nota la lista delle 21 reti "Action Planning Network" approvate nell'ambito della prima call, su 99 progetti presentati.

Il progetto 2C/Second Chance, vede il Comune di Napoli per la quarta volta consecutiva a capo di una rete URBACT, in qualità di Lead Partner. La prima fase del progetto della durata di sei mesi coinvolge le città di Liverpool (UK), Lublino (Polonia) e Maribor (Slovenia).

 
 
Il progetto 2C/Second Chance, vede il Comune di Napoli per la quarta volta consecutiva a capo di una rete URBACT, in qualità di Lead Partner. La prima fase del progetto della durata di sei mesi coinvolge le città di Liverpool (UK), Lublino (Polonia) e Maribor (Slovenia) e ha un finanziamento iniziale, per la prima fase di circa 100.000 euro, nel corso della seconda fase la partnership comprenderà dagli 8 ai 12 partner con un costo totale eleggibile compreso tra i 600.000 e 750.000 euro.

URBACT III è il Programma Europeo Cooperazione Territoriale Europea finanziato dall'Unione Europea (attraverso il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) e dagli Stati membri, operativo nell'arco del periodo di programmazione 2014-2020, con lo scopo di promuovere lo sviluppo urbano sostenibile. URBACT III Permetterà alle città europee di lavorare insieme per condividere buone pratiche, lezioni apprese e piani di azione locale con i vari stakeholder coinvolti in tutte le città che partecipano al Programma.

Obiettivo della rete 2C/Second Chance, sarà quello di sperimentare nuovi modi processi e metodi di pianificazione per il riuso dei grandi contenitori e edifici abbandonati o vuoti, per riportarli a nuova vita e restituirli alla città. Lo scopo del progetto è infatti quello di sviluppare modelli di organizzazione e di finanziamento per trasformare gli attori locali in protagonisti della "rinascita" di questi edifici e di rafforzare attraverso l'innovazione il potenziale della comunità locale.

Le esperienze recenti della città di Napoli a livello politico e a livello amministrativo, sui "beni comuni", costituiscono un punto di partenza per sviluppare e sperimentare uno strumento innovativo utile per la rinascita dei grandi edifici abbandonati.

L'attività della rete vedrà la città di Napoli protagonista  della ricerca e dello scambio di buone pratiche tra le città coinvolte, e permetterà di sviluppare un Piano di Azione Locale per lavorare sul tema della rivitalizzazione dei grandi complessi/edifici abbandonati insieme alla comunità, attraverso il coinvolgimento dei cittadini, valutando e pianificando una rinascita passo dopo passo, permettendo a tali complessi di "crescere" come una città, attraverso la collaborazione tra proprietari pubblici o privati e i cittadini.

Visita il sito: http://urbact.eu/new-urbact-iii-action-planning-networks-approved-today
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO