1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Infiniti mondi

Lunedì 17 febbraio ore 16.30, complesso Monumentale di san Domenico Maggiore

 
Nel Complesso monumentale di San Domenico Maggioredal 3 dicembre 2013 al 21 aprile 2014 è possibile visitare "Una mostra impossibile" che presenta centodiciassette dipinti e affreschi dei tre grandi artisti riprodotti rigorosamente in scala 1:1 e ad altissima risoluzione.
 
Vai alla pagina della mostra.


clicca per ingrandire

L'orgoglio è un pensiero
INFINITI MONDI
pensato a Napoli...


Prende avvio con una lectio magistralis di Aldo Masullo "Infiniti mondi", una serie di incontri e di conferenze, organizzate dall'Assessorato alla Cultura ed affidate ai nomi più illustri della cultura napoletana e nazionale, sulla storia culturale della nostra città e sul contributo che da essa è venuta alla cultura italiana ed europea.
Il primo appuntamento sarà lunedì 17, alle 16,30 nella Sala dal Capitolo del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore.
E' l'anniversario della morte di Giordano Bruno, il filosofo nolano che proprio in questo convento di Napoli aveva vissuto e studiato, bruciato vivo in Campo dei Fiori il 17 febbraio del 1600.
Lo ricorderà Aldo Masullo in una lectio magistralis dal titolo "Convertirsi alla giustizia".
Gli incontri di Infiniti mondi sono aperti a tutti e gratuiti. Dopo la conferenza su Giordano Bruno sono in preparazione quelle dedicate a San Tommaso d'Aquino, a Giambattista Vico, a Gaetano Filangieri e ad altre grandi figure della nostra storia culturale. Le iniziative di Infiniti Mondi accompagneranno la nostra città fino al Maggio dei Monumenti, il cui tema saranno le "Storie e leggende napoletane" raccolte da Benedetto Croce.
Nella stessa serata di lunedì 17, l'Associazione culturale NarteA, in collaborazione con il Polo culturale Pietrasanta e con l'Associazione Neartopolis, propone "Fiamme e Ragione", una visita guidata tetralizzata al Complesso di San Domenico Maggiore interamente dedicata a Giordano Bruno, che in questo luogo incontrò per la prima volta la sua magia naturale.

 


"Fiamme e ragione". Visita guidata teatralizzata

Il 17 febbraio del 1600 si consuma uno degli episodi più drammatici dell'epoca che traghetta il mondo occidentale dalla cristianità medioevale all'illuminismo, passando attraverso il trauma culturale e religioso del Rinascimento e della Riforma. Uno dei protagonisti di questa rivoluzione culturale fu il nolano Giordano Bruno che, con il suo genio e la sua volontà di andare contro regole imposte da Stato e Chiesa, fu condannato ad abiurare il suo pensiero, considerato eretico e mendace... pena il rogo.
La coerenza di un pensatore si contrappose alla visione rigida di una Chiesa ancora radicata nella religiosità medioevale, giocando un ruolo fondamentale nella storia del conflitto fra religione e filosofia, sanato solo recentemente da Papa Giovanni Paolo II nel Concilio Vaticano Secondo.
L'Associazione Culturale NarteA, in collaborazione con il Polo Culturale Pietrasanta e  l'Associazione Neartpolis, propone "Fiamme e Ragione" una visita guidata teatralizzata al Complesso di San Domenico Maggiore, interamente dedicata al filosofo nolano che in questo stesso luogo incontrò per la prima volta la sua Magia Natulare. L'iniziativa sarà strutturata in maniera tale da far conoscere, attraverso la narrazione, gli eventi che hanno caratterizzato la storia del Complesso e allo stesso tempo farà rivivere, grazie a performance teatrali e musicali che coinvolgeranno a pieno i partecipanti, gli avvenimenti che causarono la condanna al rogo di Giordano Bruno. L'obiettivo è quello di rendere omaggio al filosofo nolano con una visita guidata teatralizzata che vuole ricostruirne le vicende basandosi sui fatti e soprattutto cercando di entrare nella mentalità e nella cultura dell'epoca partendo proprio dal luogo dove gli studi del nolano ebbe inizio: il Convento di San Domenico Maggiore.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO