1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Rinnovare l'Europa

foto dei presidenti Barroso e Van Rompuy

Al fine di favorire una efficace uscita dalla fase critica che investe l'UE, è stata data  priorità assoluta alla rapida attuazione di un pacchetto di proposte per ripristinare la fiducia nell'economia europea, unitamente a nuove misure per contrastare le attuali prospettive economiche negative.

Esse incideranno, prevalentemente, sui seguenti macrosettori:

Promuovere la crescita e la creazione di posti di lavoro.
Data la finalità politico-sociale orientata alla creazione di nuovi posti di lavoro, si prevede la predisposizione di programmi finalizzati alla facilitazione della mobilità  dei giovani in cerca di lavoro; il servizio europeo dell'occupazione sarà riformato per migliorare l'accesso ai posti di lavoro all'estero.
Grazie a nuove regole è prevista la semplificazione in materia di trasferimento di contributi pensionistici nel caso di cambio di lavoro.

Riforma del settore finanziario.
Sono previsti nuovi provvedimenti volti a rafforzare la fiducia degli investitori: porre fine ai paradisi fiscali, modernizzare il sistema dell'IVA,e ridurre gli oneri burocratici per le piccole imprese.
Per salvaguardare il risparmio dei contribuenti, sarà presentata, inoltre, una proposta per combattere le frodi sui finanziamenti dell'UE.

L'UE e le relazioni internazionali.

L'azione dell'UE si dispiegherà su tre fronti distinti:
approccio dell'UE alle relazioni con i paesi vicini, rapporto con i paesi dell'estremo oriente, e politiche di allargamento.
All'interno del generale approccio UE caratterizzato dal consolidamento di relazioni di cooperazione pacifica con i paesi terzi, vanno a collocarsi le politiche volte allo  sviluppo economico e sociale nei settori dell'Europa orientale e dell'Africa settentrionale.
Nella prospettiva di rafforzamento dell'economia dell'Unione nel suo complesso va ad inserirsi la previsione di un accordo di libero scambio con il Giappone, e di un  piano d'investimenti con la Cina.
Per quanto attiene l'allargamento,sono in itinere le preparazioni per dare il benvenuto alla Croazia, che sarà il 28° Stato membro.


Per approfondire

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO