1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

impianto di termovalorizzazione nel territorio del Comune di Napoli

individuazione del sito per la realizzazione dell'impianto

planimetria dell'area individuata, perimetrata in rosso e contrassegnata dai numeri 7a e 7b

Con il decreto legge n. 90 del 23 maggio 2008 sono state previste misure straordinarie per fronteggiare l'emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania.
Con tale Decreto il Sottosegretario di Stato è autorizzato alla realizzazione di un impianto di termovalorizzazione nel territorio del Comune di Napoli, mediante l'applicazione delle migliori tecnologie disponibili a salvaguardia della salute della popolazione e dell'ambiente. Il sindaco del Comune di Napoli individua il sito del predetto impianto. 
A questo scopo è stata condotta un'attenta analisi basata su criteri esclusivamente di natura urbanistica ma sempre con il preciso obiettivo di operare affinché la presenza degli impianti esistenti e la collocazione del nuovo impianto, determinino processi di riforma territoriale capaci di annullare i disagi che gli impianti stessi potrebbero eventualmente procurare e ne valorizzino invece le potenzialità, in un'ottica che miri a coniugare efficienza produttiva e qualità ambientale.
Alla luce di tali considerazioni, tra le aree individuate nello studio elaborato dal Dipartimento Pianificazione Urbanistica, ai fini della localizzazione del termovalorizzatore da realizzare nel territorio del Comune di Napoli si è ritenuta quella di via Scarfoglio, ubicata nella Municipalità di Bagnoli-Fuorigrotta la più idonea.

 
Altre valutazioni - come quella ambientale strategica (Vas) o di impatto ambientale (Via), a seconda della modalità di intervento che si seguirà - dovranno essere successivamente condotte dal soggetto che ha il compito di realizzare l'opera, fermo restando che, naturalmente, i risultati di queste ulteriori valutazioni dovranno offrire la massima garanzia per la salute dei cittadini e la salubrità dell'ambiente
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO