1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

"I volti di San Gennaro"

Dal 30 marzo al 30 giugno, Museo del Tesoro di San Gennaro

Sette preziose e antiche incisioni su rame, attribuite a Luca Giordano e Francesco Solimena. Pietre marmoree e stampe del 700. Disegni e bozzetti originali firmati da Cosimo Fanzago e Francesco Grimaldi. Una pergamena del 1716 con il cerimoniale del miracolo della liquefazione del sangue. Un tesoro nel tesoro quello rinvenuto nelle segrete dello storico edificio della Deputazione che ospita la Cappella del Tesoro di San Gennaro e il Museo.
 
L'esposizione, che s'intitola "I Volti di San Gennaro" è un itinerario attraverso le raffigurazioni che i più grandi artisti, nel corso dei secoli, hanno dedicato a San Gennaro con un percorso basato su moltissime opere inedite del Tesoro di San Gennaro. Il Museo, infatti, prosegue nella sua opera di valorizzazione e di promozione del patrimonio donato al Santo Patrono di Napoli, considerato tra i più importanti al mondo con 21.610 capolavori, molti dei quali mai restaurati e mai esposti.
La mostra "I volti di San Gennaro" esporrà, quindi, immagini inedite del Santo Patrono, ma anche emozionanti  documenti e disegni di grande valore storico e artistico. Per esempio, il progetto originale di Cosimo Fanzago per la realizzazione e la costruzione della Guglia di San Gennaro del 1631 di Piazza Riario Sforza a Napoli; i disegni originali e le medaglie fatte coniare da Gioacchino Murat per i componenti della Deputazione della Cappella di San Gennaro; il disegno originale dell'apparato funebre realizzato per la morte di re Ferdinando II; un passaporto in carta pergamenata del 600 rilasciato dalla Deputazione e dal magistrato dell'epoca, e altri ancora.

 
 

Le sezioni della mostra

Prima sezione: iconografia, opere plastiche e tessuti

La sezione iconografica ospiterà anche un quadro del De Mura raffigurante San Gennaro, appena restaurato, e il quadro che la Deputazione chiese al Domenichino come test, agli inizi del seicento, per affrescare la Cappella di San Gennaro, un vero e proprio studio delle prospettive realizzato dal pittore emiliano in pietra sanguigna.
Per testimoniare quanti e quali artisti in sette secoli hanno rappresentato la figura del santo, oltre a opere del Tesoro di San Gennaro mai esposte prima, la Mostra ospiterà anche capolavori di altre strutture museali come il trittico di Luca Giordano e il seicentesco dipinto di Oronzo De Leoni appena restaurato del complesso dei Girolamini di Napoli, oltre a opere appartenenti a collezioni private con preziosi lavori del seicento e del settecento.

Seconda sezione: proiezione di film

Una seconda sezione della Mostra riguarderà la proiezione di film che nel corso degli anni sono stati dedicati al Santo Patrono di Napoli: "Operazione San Gennaro" di Dino Risi, "Il re di Poggioreale" di Duilio Coletti, "Passione" di John Turturro, "La repubblica di San Gennaro" di Massimo Costa e altri.

Terza sezione: San Gennaro profano e immagini digitali con ricerca interattiva

Una terza sezione sarà riservata al "San Gennaro profano". Ai visitatori verranno proposti numerosi e curiosi prodotti realizzati con l'immagine di San Gennaro, a testimonianza di come i napoletani ritengano il loro Patrono un santo laico e trasversale: barattoli di pomodori pelati, vino, medaglie, lievito, portachiavi, bandiere della squadra di calcio, palloni, stappa bottiglie, olio d'oliva, maccheroni, biscotti, ecc., frutto della fantasia popolare. E' prevista, infine, una selezione di immagini digitali estratte dal catalogo regionale dei Beni Culturali, proiettate su otto maxischermi ad alta definizione. Un itinerario completo, dunque, in considerazione dell'altissimo numero di devoti di San Gennaro (25 milioni nel mondo secondo una stima compiuta dal Vaticano nel 2007), uno spaccato della storia e della cultura della Campania, a testimonianza di come il culto e l'immagine del Santo si siano diffusi uniformemente su tutto il territorio.

 
 
Info e prenotazioni
Presso Museo del Tesoro di San Gennaro, via Duomo 149A, Napoli
Dal 30 marzo al 30 giugno
Orari: 9/19 tutti i giorni
Prezzi: interi € 10,00, ridotti (anziani, under 18, over 65)€ 7,00, gruppi (minimo 15 persone) € 5,00
Prenotazioni: 081 294980 - 081 3442286
www.museosangennaro.it
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO