1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Complesso monumentale di Santa Maria della Pace

primo piano di un lungo corridoio con soffitto ad arco riccamente dipinto e finestre laterali
Sala del Lazzaretto

 Realizzato sul luogo del quattrocentesco palazzo di Ser Gianni Caracciolo, gran Siniscalco del Regno e amante della Regina Giovanna II, comprende l'Ospedale dei Frati Ospedalieri di San Giovanni di Dio, fondato nel 1587, e l'annessa Chiesa. Attualmente è sede della Circoscrizione San Lorenzo-Vicaria. La struttura dell'antico palazzo è ancora visibile nel portale d'ingresso, costituito da un grande arco polilobato in stile gotico fiorito, altresì, nella  base del vestibolo è ancora presente la muratura del XV secolo. Il complesso monumentale si sviluppa intorno a due chiostri realizzati a quota diversa per le esigenze della pendenza del sito.
Si possono visitare la Sala del Lazzaretto e la menzionata Chiesa dedicata a Santa Maria della Pace in ricordo della fine delle ostilità tra Filippo IV re di Spagna e Luigi XIV re di Francia.

La Chiesa
Fu iniziata nel 1629 su progetto di Pietro de Marino ed ultimata nel 1659. La struttura architettonica è a croce latina. Presenta tre Cappelle per lato. Il pavimento è in piastrelle maiolicate e cotto è opera di Donato Massa su disegno di Domenico Antonio Vaccaro. L'abside è stato realizzato da Nicola Tagliacozzo Canale.

Sala del Lazzaretto
Si accede da uno scalone il cui ingresso è sulla sinistra del vestibolo.
E' detta del Lazzaretto perché si accoglievano in questa Sala i lebbrosi e all'occorrenza gli appestati.
Misura 60 metri di lunghezza per 10 metri di larghezza ed è alta 12 metri. Nella parte terminale un pregevole altare, in marmi commessi, del XVIII secolo separa la Sala dalla zona che un tempo era destinata a gabinetto medico.
Lungo le pareti a metà altezza corre un ballatoio attraverso il quale venivano serviti cibo e bevande ai degenti per evitarne il contagio. Sulla parte superiore del ballatoio, tra le finestre, e sotto la volta si ammirano gli affreschi di Giacinto Diano e Andrea Viola raffiguranti la Vergine Maria e i Santi dell'Ordine di San Giovanni di Dio.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO