1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Maggio dei monumenti 2010

Maggio dei Monumenti 2010 - XVI edizione - Evento inaugurale. A cura della Fondazione Tramontano Arte, in collaborazione con il Comune di Napoli, Assessorato al Turismo e Grandi Eventi
 
Piece Teatrale di Enzo Moscato
1 maggio ore 20.30
Concerto acustico d'inaugurazione di Sinéad O'Connor
1 maggio ore 21.00
Teatro San Carlo - Napoli

Mostra d'arte visiva
"España contemporanea" a cura di Demetrio Paparoni

Castel dell'Ovo - Napoli
Vernissage 30 aprile ore 18.00
Esposizione al pubblico dal 1 al 31 maggio


Maggio dei Monumenti 2010: E' Napoli, è barocco
 
 
I biglietti del concerto acustico del 1 maggio della musicista irlandese Sinéad O'Connor, saranno in prevendita a partire da mercoledì 21 aprile. I biglietti saranno venduti esclusivamente presso la biglietteria del Teatro San Carlo, dal lunedì al sabato (10.00-19.00) e la domenica (10.00-15.30).
 
La cantante Sinead O'Connor

La XVI edizione del Maggio dei Monumenti sarà caratterizzata, nei 5 week-end, dal 1° Maggio al 5 Giugno 2010, da arte, musica e spettacolo che coinvolgeranno i cittadini ed i turisti e racconteranno l'incontro di Napoli con la Spagna, quando con il passaggio della civiltà spagnola sorsero veri gioielli come il Palazzo Reale, la Reggia di Capodimonte o il Real Albergo dei Poveri. 

Si comincia con la parte musicale dell'evento, che consiste  in un concerto acustico, il 1° Maggio presso il Teatro San Carlo, della musicista irlandese Sinéad O'Connor, considerata un'icona del mondo rock femminile.

Artista di fama internazionale, ma con forti radici nella cultura della nativa Irlanda, Sinéad O'Connor ha sempre abbinato ad uno straordinario talento vocale e musicale un  impegno che, partendo dalla difesa delle tradizioni musicali della sua terra, si è concretizzato in una battaglia per la difesa e l'affermazione dell'autonomia di tutte le tradizioni locali.

Sul palco, ad introdurre  la musica, il teatro di Enzo Moscato, autore di culto la cui opera è fortemente legata alla tradizione napoletana e che con le sue visioni e la sua poesia è testimone delle incomprensioni generate dalle difficoltà della comunicazione.       

 
 
logo Tramontano Arte

La mostra España contemporanea, a cura di Demetrio Paparoni, critico d'arte e Direttore della Fondazione Tramontano Arte, oltre a fare da "set design" al concerto, rimarrà esposta per l'intero mese di maggio. Con opere di artisti spagnoli tra i più rappresentativi della scena spagnola attuale quali Bernardí Roig, Daniel Canogar, Dionisio González, Javier Pérez, Manu Arregui, Sergio Prego, la mostra evidenzia i punti di contatto tra il barocchismo attuale espresso dall'arte visiva spagnola e quello presente nella cultura napoletana ed espresso dal teatro di Enzo Moscato, evidenziando come punti di contatto e differenze debbano sempre essere i presupposti  di un dialogo e mai di divisione. 
 
Location della mostra è il Castel dell'Ovo. Progettato da uno spagnolo, la grande mole tufacea che sorge sulla sommità di una collina è uno dei luoghi più rappresentativi della città di Napoli. L'attuale configurazione, con impianto stellare a sei punte, fu realizzata tra il 1537 e il 1547 su progetto di Pedro Luis Escrivá di Valenza, esperto architetto militare, al servizio del Viceré don Pedro de Toledo, come ricorda l'epigrafe posta sul portale d'ingresso.
 
L'evento è curato dalla Fondazione Tramontano Arte, ente costituito per volontà della Tramontano Spa, azienda che opera dal 1865 a Napoli e che rappresenta una tradizione artigianale radicata nel territorio della regione Campania fin dal XVI secolo.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO