1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Chiamata pubblica per istituire un gruppo di studio su blockchain e criptovalute all'interno delle attività amministrative, per il pagamento dei musei cittadini e trasparenza

Aggiornamento del gruppo di lavoro (al 10 Luglio 2018):

21 Luglio 2018: Inizio tavoli lavori sui tre progetti; (programmato);
30 Giugno 2018: Incontro gruppo "Sviluppatori" (avvenuto);
23 Giugno 2018: Incontro gruppo "Normativa" (avvenuto);
9 Giugno 2018: Incontro gruppo "divulgatori" (avvenuto);
31 Maggio 2018: Invio dei questionari per organizzare il lavoro tra i 300 richiedenti al fine di poter delineare i prossimi passi e suddivisione in gruppo dei partecipanti;
19 Maggio 2018: Chiusura del form sul sito. A seguito dell'avviso pubblico sono pervenute oltre 300 richieste di adesione ai vari gruppi di lavoro volontari provenienti da ogni parte del mondo.
19 Aprile 2018: Lancio avviso pubblico per istituire un gruppo di lavoro volontario sulla blockchain

A seguito delle risposte ottenute dai questionari sono stati divisi i proponenti in tre gruppi:

NORMATIVA
Il gruppo vuole ottenere come risultato la sperimentazione simulata di differenti soluzioni nell'ambito della trasparenza, autenticazione, pagamenti e creazione valute avvalendosi di soluzioni già disponibili e di studi già effettuati in altri campi.
Il gruppo è composto da Avvocati, Commercialisti, Notai, Sociologi  i quali avranno il compito di superare le attuali carenze normative.

SVILUPPO 
Composto da sviluppatori software con e senza esperienza diretta in materia di blockchain e criptovalute. Hanno mostrato disponibilità nel produrre e/o manutenere software. I
l gruppo tecnico dovrà verificare la fattibilità dal punto di vista "informatico".

DIVULGAZIONE
Composto da giornalisti, docenti, studenti, laureandi, cultori. Saranno parte attive del processo di divulgazione/test/sperimentazione dei servizi. 

Sono stati organizzati quattro incontri fisici:

Sabato 9 Giugno 2018: ore 10:00 - 15:00 presso il Maschio Angioino (Sala: Antisala dei Baroni)
Convocazione per il gruppo: Divulgatori

Sabato 23 Giugno 2018: ore 10:00 - 15:00 presso Palazzo San Giacomo (Sala della Giunta)
Convocazione per il gruppo: Studio e Applicazioni (Normativa)

Sabato 30 Giugno 2018: ore 10:00 - 15:00 presso il Maschio Angioino (Sala: Antisala dei Baroni)
Convocazione per il gruppo: Sviluppo

Sabato 14 Luglio 2018: ore 10.00 - 17:00 presso: Sede in fase di allestimento, sarà comunicata a breve.
Discussione dei tre progetti

Attualmente i partecipanti stanno collaborando e partecipando alle varie fasi del progetto sulla piattaforma slack.

Chi volesse seguire i lavori può consultare questo link: 
https://goo.gl/forms/nimVmwsBwRNx7Sn62  
La città di Napoli - Capitale del Mediterraneo - e la sua innovazione politica di questi ultimi anni, hanno reso ben chiaro cos'è una "democrazia di prossimità" rendendo possibile l'iniziativa e la decisione diretta dei cittadini sulle questioni di interesse pubblico. Analogamente, attraverso la blockchain, sarebbe possibile garantire una reale partecipazione popolare alla vita collettiva, che è la base di un modello di autogoverno che metta al centro dei processi decisionali il volere del popolo sovrano. La Blockchain, infatti, può essere utilizzata in tutti gli ambiti in cui è necessaria una relazione tra più persone o gruppi e può garantire il corretto scambio e la veridicità delle informazioni.

I temi della decentralizzazione e della partecipazione sono i cardini su cui si fonda la tecnologia denominata Blockchain e tali "cardini" sono in linea con l'azione e le idee attuate in più campi dall'amministrazione comunale: infatti l'utilizzo di una blockchain per le pubbliche amministrazioni per la gestione dei procedimenti amministrativi può rendere più trasparenti tali processi. Inoltre, le caratteristiche di immodificabilità della tecnologia potrebbero sicuramente apportare dei benefici in termini di trasparenza, efficienza e responsabilità dell'azione amministrativa. 

Ad oggi non esiste adeguata conoscenza e sperimentazione di blockchain e criptovalute all'interno delle pubbliche amministrazioni nel mondo ma tale tecnologia, se ben applicata, potrebbe contribuire al miglioramento delle attività svolte. Per tale motivo il Comune di Napoli promuove un gruppo di studio su tali argomenti. 

A tal fine l'Amministrazione Comunale ha intenzione di istituire un gruppo di lavoro su base volontaria che avrà il compito di elaborare ed eventualmente attuare obiettivi legati alla tecnologia blockchain. In particolare:

A) utilizzo di una "blockchain" in uno dei processi amministrativi della macchina comunale
B) accettare pagamenti in criptovalute, ad esempio per l'accesso al Maschio Angioino o per pagamenti di servizi
C) attuare una raccolta fondi basata su criptovalute
D) generare, distribuire e utilizzare una nuova criptovaluta (ICO) legata all'economia della città.

Al tal fine le associazioni, università, centri di ricerca, studiosi, cultori della materia che intendono manifestare la propria disponibilità ad aderire a tale gruppo di lavoro, possono inviare richiesta compilando il form sottostante.

Per maggiori informazioni su blockchain: https://it.wikipedia.org/wiki/Blockchain
 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO