1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina

Sparviero. La mia storia.

Il primo grande «romanzo» italiano della boxe

Di Patrizio Oliva con Fabio Rocco Oliva

"La boxe l'unico sport che ti insegna ad andare a faccia avanti, ad affrontare il pericolo per riuscire a evitarlo. Sul ring sei solo con te stesso, contro l'avversario, e non puoi mai girare le spalle. Questo libro racconta la boxe e il coraggio di vivere di un grande campione".
Fabio Caressa
 
È una storia di tenacia quella di Patrizio Oliva, lo 'Sparviero' della boxe. Comincia a Napoli, prima sul balcone di casa, dove si allena da solo rubando i segreti
dei campioni in tv, poi, a 11 anni nella palestra Fulgor, uno scantinato buio e infestato dai topi, dove impara i rudimenti di uno sport duro e leale, in cui l'intelligenza vale più della forza e il rispetto è la prima vera regola. Un'occasione di riscatto per chi vive un'infanzia povera, in una famiglia numerosa segnata da un lutto precoce (il fratello Ciro, ucciso prematuramente da un tumore) e da un padre violento, a sua volta vittima di violenza. Nel giro di
pochi anni diventa uno dei più grandi pugili, vincendo la medaglia d'oro e la coppa Val Barker alle Olimpiadi di Mosca '80, e infine il titolo mondiale nell'incontro con Ubaldo Sacco nel 1986, rimasto nella storia dello sport e nel cuore dei tifosi.
In questo libro Patrizio Oliva ripercorre la storia della sua trascinante carriera, fatta di passione, coraggio e determinazione, che ci restituisce l'epoca d'oro del pugilato e il ritratto intenso di un uomo che lotta oltre la sconfitta, in perenne sfida con la vita.
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO