1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Le Municipalità » Il certificato di idoneità abitativa dell'alloggio

Contenuto della pagina

Il certificato di idoneità abitativa dell'alloggio

 

Il deposito delle istanze per il rilascio dei certificati di idoneità abitativa dell'alloggio si effettua il lunedì dalle ore 13.00 alle ore 17.30 e giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 presso il servizio Attività Tecniche - sportello accertamenti di Polizia Locale, ubicato al primo piano di piazza Dante 93.

 

Il certificato di idoneità abitativa dell'alloggio è richiesto nell'ambito delle procedure di competenza della Questura e della Prefettura per il rilascio dei permessi per l'ingresso e soggiorno in Italia di cittadini extracomunitari per lavoro subordinato o per lavoro autonomo nonché per il ricongiungimento familiare (Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 "Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero" e relativo regolamento di attuazione: D.P.R. 394/1999).

 

Esso attesta l'idoneità dell'alloggio ad ospitare un certo numero di persone in rapporto al numero e alla superficie dei vani e la rispondenza dello stesso alloggio ai requisiti igienico-sanitari principali dei locali di abitazione stabiliti dal Decreto del Ministero della Sanità del 5 luglio 1975 e non costituisce alcuna certificazione di conformità edilizia, urbanistica ed impiantistica. 
 
Le modalità procedurali per il rilascio del certificato di idoneità abitativa dell'alloggio sono stabilite con Delibera di Giunta Comunale n. 280 del 01/03/2010.

 

Soggetto richiedente

L'istanza in bollo, debitamente compilata e completa di tutta la documentazione essenziale, deve essere presentata al protocollo del Servizio Gestione del Territorio della Municipalità 2 da un tecnico abilitato in qualità di incaricato dal soggetto interessato (extracomunitario) ovvero dal locatario o proprietario dell'immobile. Lo stesso tecnico sarà anche delegato a presentare l'istanza, a ritirare il certificato e a ricevere le eventuali comunicazioni che provenissero dall'Amministrazione Comunale.

 

Documentazione essenziale

A seconda dei casi (richiesta di nuovo certificato, rinnovo e/o duplicato di un certificato già rilasciato) la documentazione essenziale, pena l'irricevibilità è la seguente:

Istanza finalizzata al rilascio del certificato

  1. Istanza redatta in bollo debitamente compilata a cura del tecnico incaricato sulla base di apposita modulistica predisposta dall'Amministrazione Comunale con allegata delega (Modelli AVV-1 e AVV-2);
  2. Copia di un documento di riconoscimento del tecnico in corso di validità;
  3. Copia del tesserino di appartenenza del tecnico all'Albo professionale;
  4. Copia di un documento di riconoscimento del delegante (interessato, locatario o proprietario) in corso di validità;
  5. Copia di un documento di riconoscimento della persona o delle persone a favore delle quali è richiesto il certificato in corso di validità;
  6. Nel caso in cui il delegante sia il conduttore dell'immobile, copia di contratto di locazione debitamente registrato presso l'Agenzia delle Entrate + originale in visione;
  7. Se il contratto di locazione è scaduto, dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà del proprietario sul rinnovo del contratto (Modello AVV-3) nonché copia conforme all'originale della ricevuta di pagamento dell'ultima annualità di registrazione;
  8. Nel caso in cui il delegante sia il proprietario dell'immobile, copia dell'atto di proprietà con allegata dichiarazione di conformità della copia all'originale (Modello AVV-4).
  9. Atto di assenso del proprietario e/o dei comproprietari a che il conduttore conceda ospitalità nell'alloggio di sua proprietà (Modello AVV-5);
  10. Relazione tecnica asseverata in cui sia dichiarata la conformità dell'alloggio al Decreto del Ministero della Sanità 5 luglio 1975 e, conseguentemente, al numero massimo di occupanti. La relazione tecnica asseverata include apposito abaco delle superfici con indicazione delle destinazioni d'uso dei vani d'abitazione e delle relative altezze interne;
  11. Elaborato planimetrico di rilievo, debitamente quotato e in scala adeguata. Nella scheda planimetrica sono indicati il nome del proprietario, l'indirizzo, il piano, l'interno, gli identificativi catastali, la data del rilievo;
  12. In alternativa all'elaborato planimetrico, planimetria catastale con allegata dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà resa dal proprietario dell'immobile in merito alla corrispondenza della planimetria catastale all'attuale stato dei luoghi (Modello AVV-6);
  13. Marca da bollo che sarà apposta sul certificato al momento del rilascio.
  14. Dichiarazione in autocertificazione da parte del proprietario che nel precedente anno non è stato richiesto analogo certificato per l'immobile interessato alla richiesta
 

Istanza finalizzata al rilascio di copia con attestazione del certificato

  1. Istanza redatta in bollo debitamente compilata a cura del tecnico incaricato sulla base di apposita modulistica predisposta dall'Amministrazione Comunale con allegata delega (Modelli AVV-12 e AVV-13); 
  2. Copia di un documento di riconoscimento del tecnico in corso di validità;
  3. Copia del tesserino di appartenenza del tecnico all'Albo professionale;
  4. Copia di un documento del delegante (interessato, locatario o proprietario) in corso di validità;
  5. Copia di un documento di riconoscimento della persona o delle persone a favore delle quali è richiesto il duplicato del certificato;
  6. Se il contratto di locazione è scaduto, dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà del proprietario sul rinnovo del contratto (Modello AVV-3) nonché copia conforme all'originale della ricevuta di pagamento dell'ultima annualità di registrazione;
  7. Marca da bollo che sarà apposta sul duplicato al momento del rilascio.
 

Istanza finalizzata al rilascio di duplicati del certificato

  1. Istanza redatta in bollo debitamente compilata a cura del tecnico incaricato sulla base di apposita modulistica predisposta dall'Amministrazione Comunale con allegata delega (Modelli AVV-7 e AVV-8); 
  2. Copia di un documento di riconoscimento del tecnico in corso di validità;
  3. Copia del tesserino di appartenenza del tecnico all'Albo professionale;
  4. Copia di un documento del delegante (interessato, locatario o proprietario) in corso di validità;
  5. Copia di un documento di riconoscimento della persona o delle persone a favore delle quali è richiesto il duplicato del certificato;
  6. Se il contratto di locazione è scaduto, dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà del proprietario sul rinnovo del contratto (Modello AVV-3) nonché copia conforme all'originale della ricevuta di pagamento dell'ultima annualità di registrazione;
  7. Copia di apposita denuncia agli organi competenti dello smarrimento del Certificato originale
  8. Marca da bollo che sarà apposta sul duplicato al momento del rilascio.
 

Istanza finalizzata al rinnovo del certificato

  1. Istanza redatta in bollo debitamente compilata a cura del tecnico incaricato sulla base di apposita modulistica predisposta dall'Amministrazione Comunale con allegata delega (Modelli AVV-9 e AVV-10);
  2. Copia di un documento di riconoscimento del tecnico in corso di validità;
  3. Copia del tesserino di appartenenza del tecnico all'Albo professionale;
  4. Copia di un documento del delegante (interessato, locatario o proprietario) in corso di validità;
  5. Copia di un documento di riconoscimento della persona o delle persone a favore delle quali è richiesto il rinnovo del certificato;
  6. Copia del nuovo contratto di locazione debitamente registrato presso l'Agenzia delle Entrate + originale in visione ovvero di qualsiasi atto attestante la titolarità del nuovo soggetto delegante (interessato, locatario, proprietario) a richiedere il rinnovo del certificato;
  7. Atto di assenso del proprietario e/o dei comproprietari a che il conduttore conceda ospitalità nell'alloggio di sua proprietà (Modello AVV-5);
  8. Dichiarazione sostitutiva resa dal tecnico incaricato in merito alla sussistenza delle medesime condizioni esistenti al momento del precedente rilascio (Modello AVV-11);
  9. Marca da bollo che sarà apposta sul rinnovo del certificato al momento del rilascio.
 

Per il rilascio, rinnovo e/o duplicato di certificati è richiesto il pagamento dei diritti di segreteria.
Il termine per il rilascio/rinnovo del certificato e/o di eventuali duplicati è di 30 giorni dalla presentazione della richiesta. Se è necessario integrare o regolarizzare la domanda, il termine si interrompe e decorre un nuovo termine di trenta giorni dalla presentazione delle integrazioni ovvero dalla regolarizzazione.
Gli uffici competenti effettuano controlli a campione delle dichiarazioni presentate, anche mediante appositi sopralluoghi, da eseguirsi in ogni caso qualora dall'esame della documentazione emergano dubbi in merito alla veridicità delle dichiarazioni presentate.

 

Preleva la modulistica

 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti