1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

SINTESI INFORMATIVA DEL PIANO DELLE 100 STAZIONI

  • LE STAZIONI CON LE LINEE DI APPARTENENZA 
  • agnano 2
  • amedeo 2
  • arco mirelli 6
  • argine palasport 3
  • arsenale 6
  • augusto 6
  • bagnoli 2
  • barra 4
  • bartolo longo 3
  • botteghelle 3
  • brin 1
  • campegna 8
  • campi flegrei mostra 2-6-7-8
  • capodichino 1
  • capodimonte 9
  • carlo III 10
  • casavatore san pietro 10
  • casoria san pietro 10
  • cassano berlingieri 10
  • cavalleggeri 2
  • cederna 8
  • centro direzionale 1-3
  • chiaiano 1
  • cilea 1-5
  • cinthia san paolo 7
  • colli aminei 1-9
  • coroglio 8
  • corso 7
  • dante 1
  • dazio 8
  • di vittorio 1-10
  • due palazzi rsa
  • duomo 1
  • ferraris 2
  • foria 10
  • frullone 1
  • fuorigrotta 7
  • garibaldi 1-2-3-4
  • gianturco 2
  • gianturco 4
  • giochi del mediterraneo 7
  • giusso 8
  • kennedy 7
  • lala 6
  • leonardo bianchi 10
  • leopardi 2
  • lieti 9
  • madonnelle 3
  • martiri 6
  • materdei 1
  • medaglie d'oro 1
  • mergellina 2-6
  • miano 1
  • miracoli 9
  •  
  •  
  • monte sant'angelo 7
  • montedonzelli 1
  • montesanto 2-5-7
  • municipio 1-4-6
  • museo 1-2-9-10
  • nicolardi 9
  • ospedale del mare 4
  • ottocalli 10
  • pianura 5
  • piave 5
  • pietrarsa rsa
  • pisacane 4
  • pisani 5
  • piscinola 1
  • plebiscito 6
  • poggioreale 1-3
  • policlinico 1
  • ponticelli 4
  • porta capuana 2
  • porta nolana 3-4
  • porto salvo 4
  • regina margherita 1
  • rione alto 1
  • salvator rosa 1
  • san giovanni 2
  • san giovanni 4
  • san pasquale 6
  • 6 santa maria del pianto 1
  • santa maria del pozzo 3-rso
  • santa maria della neve 2
  • santa rosa 4
  • secondigliano 1
  • sirena rso
  • soccavo 5-7
  • stadera 3-rca
  • terracina 7
  • toledo 1
  • traccia rca
  • traiano 5
  • trencia 5
  • tribunale 1
  • universtià 1
  • vanvitelli 1
  • vesuvio de meis 3-4
  • vigliena 2
  • villa visconti 3
  • legenda
  • 1...10 > linee metropolitane
  • rca > fs cancello
  • rso > circumvesuviana sorrento
  • rsa > fs salerno
  • ral > alifana
 

Con il Piano delle 100 stazioni si conclude la prima fase del processo di pianificazione integrata tra trasporti e territorio iniziato nel 1994 con gli indirizzi sulla pianificazione urbanistica formulati dal Consiglio comunale e proseguita con il Piano comunale dei trasporti, approvato nel 1997, il Piano regolatore generale, adottato nel 2001 ed attualmente in discussione, in Consiglio, per la sua approvazione e il Piano della rete stradale primaria, approvato nel 2002.
Il Piano delle 100 stazioni si propone di incrementare e riqualificare il territorio servito dalla rete del trasporto pubblico su ferro, con interventi volti a migliorare l'accessibilità da e per le 100 stazioni e per migliorare la qualità architettonica e urbanistica degli edifici di stazione e delle aree e delle piazze dove le stazioni sono collocate. Il Piano si propone, inoltre, di eliminare il degrado di cui spesso le infrastrutture sono state causa.
Tutto questo per offrire ai cittadini un servizio di trasporto pubblico attraente, congruente con la esigenza di ridurre l'uso dell'automobile e adeguato al cospicuo impegno di risorse economiche necessarie per realizzare la rete infrastrutturale su ferro.
Il Piano delle 100 stazioni esamina , analizza e individua le criticità della rete su ferro rispetto allo stato attuale. Inserisce nello scenario al 2007 oltre a tutti gli interventi sulle linee e sulle stazioni che sono ad oggi in costruzione, anche tutti i progetti che sono stati approvati e finanziati. Infine, nello scenario al 2011 inserisce tutte le previsioni sulle nuove linee già previste nel Piano comunale dei trasporti e nel Piano della rete metropolitana regionale, sulle nuove stazioni che fanno capo sia alle nuove linee che alle linee esistenti. Inserisce, inoltre, i parcheggi, gli attestamenti bus, i terminal bus di linea e turistici che formano le stazioni d'interscambio modale tra la gomma e il ferro. Propone un gran numero di interventi di riqualificazione architettonica, funzionale e normativa delle stazioni esistenti e di interventi urbanistici nelle aree intorno alle stazioni e ai nodi d'interscambio.

Oggi, nel 2003, dopo 6 anni dall'approvazione del Piano comunale dei trasporti:
sono in esercizio: 

  • la linea 1, fino a Dante, con le nuove stazioni di Cilea, S. Rosa, Materdei, Museo e Dante; con le seconde uscite di Rione Alto e S. Rosa, con la scala mobile da S. Rosa verso piazza Leonardo, con il corridoio di collegamento tra le linee 1 e 2 a Museo; 
  • sono stati realizzati 2 corridoi di collegamento tra Vanvitelli e le funicolari di Chiaia e centrale e le scale mobili tra le funicolari centrale e di Montesanto; infine sono entrati in funzione i parcheggi d'interscambio con le stazioni di Chiaiano, Piscinola, Frullone e Colli Aminei; 
  • la linea 3, nel territorio di Ponticelli con le stazioni Bartolo Longo, Vesuvio, Villa Visconti, Argine e Madonnelle; 
  • la linea 3, interramento da Poggioreale a Centro direzionale. 
  • la linea extraurbana della Cumana
  • è stata dismessa la linea tranviaria da Dazio a piazza Vittoria

 
sono in costruzione:

  • la linea 1, fino a Garibaldi-Brin con le stazioni Toledo, Municipio, Università, Duomo, e Garibaldi;
  • la linea 1-Alifana, fino a Capodichino con le stazioni Piscinola, Miano, Regina Margherita, Secondigliano e Di Vittorio;
  • la tratta extraurbana dell'Alifana;
  • la linea 3, il raccordo tra le stazioni di Madonnelle e Botteghelle;
  • la linea 5, la riqualificazione delle stazioni Trencia e Traiano;
  • la linea 6, da piazzale Tecchio ad Arco Mirelli e la riqualificazione urbanistica di largo Lala e viale Augusto tra le stazioni Augusto e Lala;
  • la linea 7, il collegamento tra Soccavo e Monte S. Angelo con la seconda uscita al Rione Traiano;
  • l'Alta velocità con le stazioni sulla Cancello-Napoli e sulla Salerno-Napoli di Stadera e Trencia e Galileo Ferraris e la riqualificazione di Gianturco e S. Giovanni.
  • è stato approvato il Piano per il Sistema metropolitano regionale

 
sono stati approvati e finanziati i progetti di:

  • linea 1, da Centro direzionale a Capodichino, con le stazioni Centro direzionale, Poggioreale, S. Maria del Pianto e Capodichino, e le ulteriori uscite di Montedonzelli a via Fontana, di Dante a piazza del Gesù, di Toledo a piazza Montecalvario e di Municipio;
  • la linea 4, il triplicamento di Napoli-Barra;
  • la linea 5, la stazione d'interscambio di Cilea e la riqualificazione di Pianura;
  • la linea 6, da Arco Mirelli a Municipio con le stazioni S. Pasquale, Martiri, Municipio;
  • la linea 7, da Monte S. Angelo a Edenlandia con le nuove stazioni Cinthia, Terracina, Giochi del Mediterraneo, Kennedy;
  • la linea del tram, da corso Novara all'emiciclo di Poggioreale;
  • la riqualificazione della stazione centrale.

 
Nel 2007 avremo:

  • 7 linee metropolitane
  • 10 linee regionali
  • 2 linee nazionali
  • 4 funicolari con 17 fermate
  • 84 stazioni
  • 16 nodi d'interscambio ferroviario
  • 10 nodi d'interscambio tra gomma e ferro

 
Nel 2011 avremo:

  • 10 linee metropolitane
  • 10 linee regionali
  • 2 linee nazionali
  • 6 funicolari con 21 fermate
  • 114 stazioni
  • 21 nodi d'interscambio ferroviario
  • 24 nodi d'interscambio tra gomma e ferro

 
Il territorio servito dalla rete su ferro passerà da 1900 ha a 4350 ha, con un incremento del 137%, circa 2,5 volte quello attuale.
La popolazione servita, residenti e addetti, passerà da 536.000 a 970.000. Ciò significa che 970.000 persone, il doppio di quelle che oggi accedono alla rete su ferro, potranno raggiungere a piedi una stazione, partendo dalla propria abitazione o dal luogo di lavoro. La metà di queste persone avrà a disposizione più di una opportunità di accesso alla rete su ferro.

Dal punto di vista della mobilità, oggi, sulle 57 stazioni si registrano 140.000 transiti nella fascia oraria di punta 7-9,30. Nella futura rete metropolitana, che avrà 114 stazioni, grazie agli interventi di nuove stazioni, di riqualificazione delle stazioni esistenti, di interconnessione tra le linee e di costruzione dei nodi intermodali, si avranno oltre 500.000 transiti nella stessa fascia oraria.
La ripartizione modale tra il trasporto collettivo gomma-ferro e il trasporto privato passa dal 39% del 1997 al 56% stimato al 2011.
Viene confermato che l'anello metropolitano della linea 1 è il fulcro del sistema su ferro, intercettando oltre la metà dei transiti previsti sull'intera rete su ferro, e cioè 250.000 nella fascia oraria di punta 7-9,30.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO