1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Unità operativa osservatorio carceri e misure alternative alla detenzione

L’Unità Operativa Osservatorio Carceri e Misure Alternative alla Detenzione è incardinata nel Servizio Politiche di Integrazione e Nuove Cittadinanze dell’Area Welfare del Comune di Napoli. L’U.O. si occupa degli interventi a favore delle persone detenute/prive di libertà e condannate ai lavori di pubblica utilità quale misura alternativa alla detenzione in un’ottica di promozione e garanzia dell’esercizio dei diritti

 

Il lavoro di pubblica utilità consiste nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere presso lo Stato, le regioni, le province, i comuni o presso enti e organizzazioni di assistenza sociale o volontariato. La prestazione di lavoro, ai sensi del decreto ministeriale 26 marzo 2001, viene svolta a favore di persone affette da HIV, persone disabili, malati, anziani, minori, ex detenuti o migranti; oppure nel settore della protezione civile, della tutela del patrimonio pubblico e ambientale o in altre attività pertinenti alla specifica professionalità del condannato. Queste attività si realizzano attraverso la creazione di un sistema di rete che coinvolge il Comune di Napoli, l’Ufficio Esecuzioni Penale del Tribunale di Napoli, UEPE, la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e tanti altri soggetti, i quali accompagnano il soggetto durante il percorso di avvio e di svolgimento dei lavori di pubblica utilità, monitorando l’avanzamento e le modalità di espletamento delle attività a lui assegnate.

GARANTE DEI DETENUTI
Nel 2019 è stato istituita la figura del Garante dei diritti delle persone detenute e private della libertà personale la cui attività è rivolta a promuovere compatibilmente con la condizione di restrizione, l’esercizio dei diritti, la partecipazione alla vita civile e la fruizione dei servizi comunali, nonché a favorire le iniziative finalizzate alla sensibilizzazione della comunità civile. Inoltre, il Garante si impegna ad assumere le iniziative necessarie alla salvaguardia dei diritti fondamentali della persona umana anche attraverso visite ai luoghi di detenzione

TAVOLO DELLE PERSONE DETENUTE E PRIVE DELLA LIBERTA'
Il Tavolo di confronto attraverso incontri periodici collabora con enti istituzionali e non che operano in ambito locale e che si occupano di diritti umani e di condizioni di detenzione, al fine di favorire la partecipazione attiva dei cittadini in una strategia volta a promuovere coesione sociale, a sensibilizzare sulle problematiche più rilevanti e a proporre mete comuni di riflessione e azione.

OSSERVATORIO CARCERI
L’Osservatorio svolge un’attività di raccolta e analisi di dati e informazioni relativi alla condizione delle persone detenute e prive di libertà presso le strutture detentive di Napoli. 

Riferimenti: 
Maria Civilotti (Assistente sociale)
Ida Grassia (Ragioniera) 
0817959204 Vico Santa Margherita a Fonseca 19, Napoli. (1° piano) 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO