1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Contributo Impianti Termici (CIT)

Il Contributo Impianti Termici (CIT), che i responsabili degli impianti devono versare al Comune in occasione della trasmissione del RCEE, è destinato a coprire i costi relativi al catasto degli impianti, agli accertamenti amministrativi e alle ispezioni. Secondo l' art. 17, comma 5, della L.R. 39/2018, il Comune deve versare alla Regione una quota parte dei contributi versati dai cittadini.
Il contributo, che si differenzia in base alla tipologia, potenza e alimentazione dell'impianto nonché alla cadenza periodica dei controlli, è sintetizzato nella seguente tabella. Gli importi indicati sono quelli che vanno versati tramite c/c in occasione della presentazione, secondo la cadenza indicata, del Rapporto di efficienza energetica.

 

Impianti termici con generatore di calore a fiamma

a) Generatori alimentati a combustibile liquido o solido
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
10 < P < 35
2
13,00
35 ≤ P ≤ 100
2
36,00
100 < P < 350
1
36,00
P ≥ 350
1
72,00
 
b) Generatori alimentati a gas, metano o GPL
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
10 < P < 35
2 (4 nel caso del primo controllo dopo la prima accensione)
13,00 (26,00 nel caso del primo controllo dopo la prima accensione)
35 ≤ P ≤ 100
2 (4 nel caso del primo controllo dopo la prima accensione)
36,00 (72,00 nel caso del primo controllo dopo la prima accensione)
100 < P < 350
2
72,00
P ≥ 350
2
144,00
 
 

Impianti con macchine frigorifere / pompe di calore

a) Macchine frigorifere e/o pompe di calore a compressione di vapore ad azionamento elettrico e macchine frigorifere e/o pompe di calore ad assorbimento a fiamma diretta
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
12 < P < 35
4
30,00
35 ≤ P ≤ 100
4
48,00
100 < P < 350
2
46,00
P ≥ 350
2
66,00
 
b) Pompe di calore a compressione di vapore azionate da motore endotermico
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
12 < P < 35
4
30,00
35 ≤ P ≤ 100
4
48,00
100 < P < 350
4
92,00
P ≥ 350
4
132,00
 
c) Pompe di calore ad assorbimento alimentate con energia termica
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
12 < P < 35
4
30,00
35 ≤ P ≤ 100
4
48,00
100 < P < 350
4
92,00
P ≥ 350
4
132,00
 
 

Impianti alimentati da teleriscaldamento

Sottostazione di scambio termico da rete ad utenza
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
10 < P < 50
4
36,00*
P ≥ 50
4
72,00**
 
 

Impianti cogenerativi

a) Microgenerazione
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
Pel < 50
4
36,00
 
b) Unità cogenerative
Potenza termica dell'impianto (kW)
Cadenza controlli (anni)
CIT (€)
50 ≤ Pel < 150
2
36,00
Pel ≥ 150
2
90,00
* fino a 100 mq di superficie utile ex allegato A del d.lgs. 192/2005, ** oltre i 100 mq di superficie utile ex allegato A del d.lgs. 192/2005. Pel: Potenza elettrica nominale.
I valori indicati nella colonna "potenza termica" sono riferiti alla potenza utile nominale complessiva dei generatori o delle macchine frigorifere che servono lo stesso impianto, cioè sono al servizio dello stesso sottosistema di distribuzione.

Si ricorda che l'articolo 2, comma 2, del D.M. 10 febbraio 2014, prevede che “gli impianti termici alimentati esclusivamente con fonti rinnovabili” siano esclusi dai controlli di efficienza energetica; tale esclusione resta valida anche in presenza di eventuali consumi elettrici degli ausiliari.
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO