1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Controllo di efficienza energetica

Il controllo di efficienza energetica dovrà essere effettuato dai soggetti abilitati alle attività di controllo ed eventuale manutenzione e riguarda in primo luogo:
a) il sottosistema di generazione;
b) la verifica della presenza e della funzionalità dei sistemi di regolazione della temperatura centrale e locale nei locali climatizzati;
c) la verifica della presenza e della funzionalità dei sistemi di trattamento dell'acqua, dove previsti.

I controlli di efficienza energetica devono essere inoltre realizzati:
a) all'atto della prima messa in esercizio dell'impianto, a cura dell'installatore;
b) nel caso di sostituzione degli apparecchi del sottosistema di generazione, come per esempio il generatore di calore;
c) nel caso di interventi che non rientrino tra quelli periodici, ma tali da poter modificare l'efficienza energetica;
d) con la periodicità minima, dipendente da tipologia e potenza dell'impianto, indicata all'Allegato A della L.R. 39/2018.

Si precisa che i generatori di calore per i quali, durante le operazioni di controllo, siano stati rilevati rendimenti di combustione inferiori ai limiti fissati nell'Allegato B del D.P.R. 74/2013, non riconducibili a tali valori mediante operazioni di manutenzione, devono essere sostituiti entro 180 giorni solari a partire dalla data del controllo.

Al termine delle operazioni di controllo, l'operatore che effettua il controllo provvede a redigere e sottoscrivere uno specifico Rapporto di controllo di efficienza energetica (RCEE), da redigersi secondo i modelli approvati con D.M. 10 febbraio 2014. Una copia del RCEE è rilasciata al responsabile dell'impianto, che lo conserva e lo allega al libretto.
Secondo quanto indicato nelle FAQ del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) pubblicate alla pagina www.mise.gov.it/index.php/it/component/content/article?id=2031328, nel caso degli impianti con macchine frigorifere/pompe di calore, degli impianti alimentati da teleriscaldamento e degli impianti cogenerativi, in assenza di norma tecnica di riferimento, al momento "si provvede a redigere e sottoscrivere il RCEE senza effettuare il controllo del sottosistema di generazione", non compilando pertanto, della sezione E, i campi sottoindicati:

macchine frigorifere/pompe di calore
impianti alimentati da teleriscaldamento
impianti cogenerativi

Al di là delle esclusioni su elencate, si raccomanda di compilare accuratamente, al PC o in stampatello, ogni sezione del RCEE, senza tralasciare alcuna voce.

Entro 60 giorni dalla data di effettuazione del controllo il manutentore è tenuto a trasmettere la seconda copia del RCEE, accompagnata dalla ricevuta di effettuato pagamento del Contributo Impianti Termici (CIT), all'amministrazione comunale.

Il pagamento va effettuato tramite c/c n. 15194814 intestato a "Comune di Napoli - Servizio Controllo Ambientali - Controllo Impianti Termici" con l'indicazione della causale di versamento: "Dichiarazione di avvenuta manutenzione di impianto termico sito in via ...".
Si precisa che il RCEE riferito all'atto della prima messa in esercizio dell'impianto non è tenuto al pagamento del CIT.

La consegna dei RCEE sarà consentita anche in lotti fino a 25 unità - della stessa tipologia e della stessa potenza - e con a corredo l'elenco dei dati anagrafici degli utenti cui ciascun RCEE si riferisce e la ricevuta di pagamento riportante nella causale il riferimento all'elenco corrispondente.
In caso di RCEE riferito a impianti con macchine frigorifere/pompe di calore, impianti alimentati da teleriscaldamento e impianti cogenerativi si chiede di indicare nella trasmissione anche tipologia, alimentazione e potenza compilando il modello qui allegato.

La trasmissione dei documenti potrà avvenire in formato elettronico (pdf) via pec oppure, esclusivamente fino al 31/12/2019, in formato cartaceo a mano al seguente ufficio:

Servizio Controllo Ambientali e attuazione PAES
via Speranzella 80 – 80132 Napoli   (martedì - giovedì e venerdì ore 10:00 - 13:00)
tel.: 081.7958974 pec: impianti.termici@pec.comune.napoli.it


Le eventuali richieste di precisazioni, integrazioni e/o modifiche della documentazione inviata saranno trasmesse entro 30 gg dal ricevimento della pec. In assenza di comunicazioni, la ricevuta dell'avvenuta trasmissione al Comune sarà costituita dalla ricevuta di avvenuta consegna della pec.

Si precisa che in questa fase, attuativa della suddetta delibera 389/2019, l'amministrazione sta collaborando con le associazioni di categoria e con gli operatori del settore per il perfezionamento delle procedure. Si invita pertanto ad una periodica consultazione di questa pagina per eventuali aggiornamenti.  Modello (solo per impianti con macchine frigorifere/pompe di calore, impianti alimentati da teleriscaldamento e impianti cogenerativi).

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO