1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

PALAPONTICELLI

inquadramento della zona interessata

Con deliberazione della Giunta comunale n° 2244 del 15 giugno 2007, è stato approvato il progetto preliminare e lo schema di convenzione per il Palponticelli, struttura di scala metropolitana -assoggetata al vincolo di uso pubblico- integrata ad attività commerciali e spazi pubblici.
Così nascerà nella zona orientale di Napoli il più grande palaeventi d'Italia, una Casa della Musica, della Cultura e degli Spettacoli che avrà una capienza di circa 12.000 spettatori, con annessi spazi da destinare a funzioni complementari, culturali e sociali, e attività di supporto commerciali e di ristoro. Un'opera di interesse pubblico realizzata con investimenti interamente privati che andrà a colmare la carenza nel capoluogo campano e nel Sud Italia di "luoghi" al coperto per concerti e altre attività legate alla cultura, alla musica e allo spettacolo, consentendo di inserire la città nei tours musicali più significativi a livello internazionale.
Promotore dell'iniziativa è la Palaponticelli di Napoli srl.
Il sito individuato per la realizzazione del Palaponticelli, attualmente in condizioni di abbandono e degrado, prospetta su via Argine, in un'area classificata Fe nel Prg di Napoli, sulla quale il piano consente di realizzare attrezzature pubbliche e di uso pubblico anche su iniziativa privata.
Particolarmente significativa è la localizzazione del progetto a Ponticelli, quartiere simbolo della periferia da recuperare, per il quale l'Amministrazione comunale ha già previsto una serie di opere pubbliche significative che contribuiranno alla riqualificazione generale dell'area.
Nello specifico si tratta di un progetto "aperto", senza barriere, e in controtendenza rispetto al modello insediativo delle periferie che sono caratterizzate da "recinti" che negano l'incontro tra le persone, con una attenzione particolare al disegno dello spazio pubblico; gli edifici previsti sono caraterizzati da forme morbide di rivestimento e, per il palaeventi, anche retroilluminate per consentire una visibilità notturna dell'edificio.
Il progetto, approvato dalla conferenza dei servizi comunali, unitamente allo schema di convenzione che regolerà i tempi e le modalità di gestione dell'intero intervento, e definitivamente varato nel corso dell'ultima riunione di Giunta comunale di Napoli presieduta dal Sindaco Rosa Russo Iervolino, finalizza un serrato e proficuo lavoro di confronto con l'Amministrazione comunale, in particolare con l'assessore Sabatino Santangelo, con il Dipartimento di Pianificazione urbanistica ed il Servizio di Pianificazione e Progettazione Infrastrutture. Un'esperienza che dimostra come con la presenza di regole certe, date da un Prg in vigore, sia possibile realizzare investimenti di riqualificazione urbana anche di grande portata con risorse interamente private.
Firmato per la parte architettonica dallo studio degli architetti Corvino + Multari, per l'engineering da Engco S.r.l. e per gli aspetti trasportistici e di viabilità da In.Co.Se.T S.r.l., il progetto prevede inoltre la riqualificazione urbana della viabilità pubblica a contorno del lotto che si estende su di un'area di 85.000 mq, attrezzature di quartiere per 5.000 mq, una nuova piazza pubblica, e la realizzazione di due livelli di parcheggi interrati per un totale di 3mila posti auto.
Il costo complessivo dell'investimento è di circa 200 milione interamente a carico del soggetto promotore.
La presentazione del progetto definitivo è prevista entro 90 giorni dall'approvazione del preliminare, di seguito l'inizio dei lavori; il completamente delle opere è stimato in circa 2 anni.
L'iniziativa creerà circa 1.000 nuovi occupati di cui 330 diretti e 670 indiretti ed indotti, oltre ai più di 500 anni/uomo di occupazione di cantiere.

 
Modalità di uso pubblico
Il PalaPonticelli sarà gravato da servitù di uso pubblico per trent'anni.
La disponibilità della sala grande per 20 giorni all'anno per manifestazioni prodotte, patrocinate o concesse a terzi dal comune, possibilità di sconti fino al 30% a favore di particolari categorie di cittadini in occasione di spettacoli e/o manifestazioni.
Attrezzature di quartiere prioritariamente designate allo svolgimento di attività di quartiere organizzate dal comune o da associazioni senza fini di lucro.
Le gallerie e la Food Court saranno gravate da servitù perpetua consistente nell'apertura dei percorsi almeno dalle 8,00 alle 21,00.
 

___PROVVEDIMENTI_______

___ALBUM_________

I documenti qui pubblicati, scelti tra tutti quelli componenti il progetto, hanno uno scopo meramente illustrativo e non sostituiscono in validità ed efficacia quelli ufficiali, consultabili facendone richiesta presso gli uffici competenti

Pubblicazione ai sensi del Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2017-2019, allegato 3bis - processi e misure a presidio del rischio, azione MS32T-1

SERVIZIO COMPETENTE
Servizio pianificazione urbanistica generale

AGGIORNAMENTO
giugno 2007

 

_____ Officina UrbaNa _____
www.comune.napoli.it/urbana

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO