1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Rimozione veicoli per sosta vietata

  1. Non ho più ritrovato il veicolo lì dove l'avevo parcheggiato. Cosa devo fare?
  2. Quanto costa il prelievo del veicolo?
  3. In quale orario è possibile effettuare lo svincolo del veicolo e quali documenti occorrono?
  4. Chi può svincolare e ritirare il veicolo rimosso?
  5. Se viene rimosso un veicolo noleggiato, chi può chiedere ed ottenere lo svincolo?
  6. All'atto dello svincolo a chi viene contestata l'infrazione?
  7. A chi si può inoltrare il ricorso per un veicolo rimosso?

Domanda:
Non ho più ritrovato il veicolo lì dove l'avevo parcheggiato. Cosa devo fare?

Risposta:
Nell'ipotesi prospettata, soprattutto se si abbia coscienza che il veicolo sia stato lasciato in sosta in modo irregolare, prima di ogni altra cosa è consigliabile accertarsi se il veicolo sia stato rimosso dalla Polizia municipale telefonando al numero 081.7952865/6, comunicando:

 
  • il tipo e la targa del veicolo
  • la data, la zona e l'ora di inizio della sosta del veicolo
 

Se l'operatore conferma che l'auto è stata effettivamente prelevata dal carro attrezzi, bisogna recarsi presso gli uffici della depositeria della Polizia Municipale siti in Via Campegna  n. 52/56 per avviare la pratica di svincolo e procedere al ritiro del veicolo rimosso.

Se, invece, l'operatore non conferma il prelievo, è presumibile che il veicolo sia stato rubato per cui è opportuno recarsi presso un ufficio di polizia per sporgere la denuncia di furto.

(torna su).

Domanda:
Quanto costa il prelievo del veicolo?

Risposta:
Il corrispettivo del prelievo è di Euro 61,98, ma ad esso deve essere aggiunta la somma di Euro 3,10 per ogni giorno di sosta del veicolo nella depositeria. Le frazioni di giorno corrispondenti ai giorni della rimozione e del prelievo vengono conteggiate come giorni interi.

Il pagamento del corrispettivo per il prelievo non comprende la sanzione per la violazione del divieto di sosta. Quest'ultima dovrà essere pagata separatamente utilizzando il bollettino di conto corrente allegato al processo verbale notificato all'atto del ritiro del veicolo.

(torna su).

Domanda:
In quale orario è possibile effettuare lo svincolo del veicolo e quali documenti occorrono?

Risposta:
Lo svincolo ed il ritiro dei veicoli rimossi può essere effettuato tutti i giorni, compreso i festivi, dalle ore 8:00 alle ore 20:00.

I documenti che bisogna esibire all' Ufficio della depositeria per ottenere la restituzione del veicolo sono i seguenti:

 
  • patente di guida
  • carta di circolazione
  • certificato di assicurazione
(torna su).

Domanda:
Chi può svincolare e ritirare il veicolo rimosso?

Risposta:
Il veicolo deve essere ritirato personalmente dal proprietario intestatario della carta di circolazione ovvero, in caso di sua assenza da chi dimostri che era alla guida del veicolo al momento dell'infrazione.

In caso di assenza o impossibilità di entrambi, il veicolo può essere ritirato da qualunque persona maggiorenne munita di delega del proprietario. La delega può essere redatta su carta semplice e deve essere corredata dalla fotocopia del documento di riconoscimento del proprietario del veicolo.

Se il veicolo è intestato ad una società, la delega va redatta e firmata dall'amministratore della società su carta intestata della stessa e deve essere accompagnata dal foglio camerale.

Se la targa del veicolo appartiene ad uno stato estero si attuano le stesse modalità indicate nel primo paragrafo di questa risposta, ma il pagamento del verbale di violazione del divieto di sosta, normalmente differibile, deve essere pagato all'atto del rilascio del veicolo con l'aggiunta delle eventuali spese postali intercorse. In caso di pagamento con moneta diversa dall'euro, si dovrà tener conto del valore di cambio vigente e dovranno essere aggiunte le spese bancarie per l'operazione di cambio della valuta estera versata.

(torna su).

Domanda:
Se viene rimosso un veicolo noleggiato, chi può chiedere ed ottenere lo svincolo?

Risposta:
Nel caso prospettato il veicolo può essere consegnato esclusivamente alla persona che ha preso in noleggio il veicolo esibendo copia del contratto stipulato con la società, oppure, da persona incaricata dalla stessa società e munita di formale delega.

(torna su).

Domanda:
All'atto dello svincolo a chi viene contestata l'infrazione?

Risposta:
Al momento dello svincolo, l'infrazione dalla quale è scaturita la sanzione accessoria della rimozione del veicolo viene contestata e notificata al soggetto che dichiari di essere il conducente del veicolo ovvero all'intestatario della carta di circolazione mediante apposito verbale.

Se l'infrazione commessa prevede la decurtazione di punti, questi vanno addebitati al conducente.

(torna su).

Domanda:
A chi si può inoltrare il ricorso per un veicolo rimosso?

Risposta:
Il ricorso contro la sanzione accessoria della rimozione del veicolo, ai sensi dell'articolo 203 del C.d.S., può essere presentato, entro 60 giorni dalla data della notifica del verbale, al Prefetto di Napoli o al Giudice di Pace con l'indicazione dei motivi dell'opposizione e con la richiesta di annullamento della sanzione accessoria della rimozione del veicolo.

Le modalità del ricorso sono analoghe a quelle relative ai ricorsi avverso alle sanzioni pecuniarie principali.

(torna su).

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO