1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

INDIRIZZI MODIFICHE RETTIFICHE

Elencati a partire dal più recente, in questa pagina sono raccolti provvedimenti utili a una corretta attuazione del Prg: atti di indirizzo che regolano particolari aspetti dell'attuazione del prg; provvedimenti di rettifica della classificazione tipologica del centro storico ed eventuali varianti di aspetti puntuali della disciplina urbanistica.
Per approfondimenti su leggi e norme di carattere generale si consiglia di consultare la pagina "leggi e norme"
Gli atti sui soprassuoli percorsi dal fuoco sono presenti nella pagina dedicata al Catasto dei soprassuoli percorsi dal fuoco

 

INDIRIZZI

Importo delle garanzie per il completo adempimento delle convenzioni

Il Dirigente del Servizio pianificazione urbanistica esecutiva con la disposizione n. 1 del 21 gennaio 2019 ha stabilito che la determinazione dell’importo delle garanzie che il proponente presta al fine di coprire gli oneri per la mancata od inesatta realizzazione delle opere venga effettuata sulla scorta del corrispondente valore lordo delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria da realizzare.

Indirizzi per l'applicazione degli stralci funzionali

Approvazione degli indirizzi per l'applicazione del comma 6bis dell'art. 28 della Legge 1150/1942, introdotto dalla legge 164/2014, nelle convenzioni dei piani urbanistici attuativi previsti dal Prg.

Intesa per il Piano regolatore portuale

Proposta al Consiglio per l'espressione dell'assenso al perfezionamento dell'intesa di cui all'art.5 comma 3 della L.84/1994 con le prescrizioni di cui agli allegati atti istruttori

Inceneritori e termovalorizzatori

Con la deliberazione di Giunta comunale n. 1325 del 29 dicembre 2011 il Comune di Napoli ha stabilito di integrare "le norme di attuazione del Prg vigente con la previsione di una norma che escluda nel territorio del comune di Napoli la possibilità di realizzazione di impianti di incenerimento e termovalorizzazione per il ciclo dei rifiuti".

Opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione

Indirizzi interpretativi per l'applicazione delle disposizioni in materia di opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione.

Disciplinare per il procedimento di valutazione dei piani urbanistici attuativi di iniziativa privata

Il Disciplinare definisce la procedura per l'approvazione dei Piani urbanistici attuativi d'iniziativa privata. La forte domanda di pianificazione attuativa da parte di investitori privati, che rappresenta un successo del nuovo Prg, impone innovazione organizzativa, misure d'efficienza e trasparenza amministrativa.
Si prevedono tre fasi di istruttoria, ad ognuna delle quali corrisponde un assenso da parte dell'amministrazione: a esito delle prime due fasi l'assenso a proseguire e, conclusa la terza, la formale adozione e approvazione del piano.
Questa formula risponde all'esigenza che, in avvio d'istruttoria, siano verificate tutte le condizioni preliminari all'accoglimento della proposta prima di sostenere l'ingente onere della completa elaborazione del piano. A questo modo, si stabilisce fra investitori e amministrazione un rapporto collaborativo, fondato su criteri di certezza ed efficienza. Comunque, la nuova procedura in fasi non costituisce un obbligo ma una facoltà, in quanto i promotori possono, se lo preferiscono, presentare direttamente la proposta definitiva di pua.

Costi parametrici opere di urbanizzazione

Nei procedimenti di valutazione dei piani urbanistici attuativi di iniziativa privata, l'esame istruttorio relativo ai costi delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria previste viene condotto assumendo il costo unitario, determinato in via parametrica, per la realizzazione delle specifiche categorie di opere, così come individuato nella "Relazione", allegata alla Variante al piano regolatore generale. La tabella -contenente i parametri dimensionali ed economici- è stata successivamente oggetto delle modifiche e integrazioni contenute nelle disposizioni dirigenziali del Dipartimento Pianificazione urbanistica n. 2 del 11.2.2011 e n. 31 del 21.10.2011 e nella disposizione del Servizio Pianificazione urbanistica esecutiva n. 4 del 03.12.2015. L'attualizzazione della tabella viene effettuata sulla scorta dell'indice Istat di variazione dei costi di costruzione di un fabbricato residenziale e verificata periodicamente. Il Servizio Pianificazione urbanistica esecutiva cura le elaborazioni della originaria tabella riportata nel capitolo dedicato a "Le scelte per l'area industriale orientale" della relazione della variante al Prg, con le opportune modifiche e aggiornamenti, predisponendo due tabelle: la tabella a) per la determinazione dei costi parametrici e la conseguente verifica di congruità dei costi delle opere di urbanizzazione previste nei procedimenti di Pua; la tabella b) riservata alla determinazione del valore dei costi nei casi di proposte di monetizzazione.
L'ultimo aggiornamento disponibile dell'indice Istat sopra richiamato  è relativo al periodo gennaio 1999 - aprile 2018 con una variazione  percentuale pari a 51,0%.

Criteri per gli interventi in aree di espansione urbana consolidata

La circolare esplicativa: "Interventi in sottozona Bb", emanata per disposizione del coordinatore del dipartimento pianficazione urbanistica n° 73/3 ottobre 2006, indica i criteri  cui è improntata l'attività istruttoria nell'esame delle proposte di intervento.
La sottozona Bb identifica le aree di espansione edilizia, in essa sono possibili interventi sia alla scala edilizia sia alla scala urbanistica. Questa circolare è finalizzata a chiarire l'interpretazione delle norme concernenti alcune categorie di intervento; ristrutturazione edilizia a parità di volume (art.33 comma 2); ristutturazione urbanistica (art.33 comma 3); ristrutturazione urbanistica (art.33 comma 5 e 6).

Attrezzature assoggettate a uso pubblico

Con la deliberazione di Giunta comunale n° 1882 del 23 marzo 2006, è stabilita la procedura per l'istruttoria e approvazione delle attrezzature assoggettate a uso pubblico (articoli 56 comma 3° e 17 comma 4° del Prg), la procedura è integrata dai relativi schemi di convenzione.

Interventi su ruderi

Interventi sulle aree definite "ruderi e sedimi derivanti da demolizione" (art. 125 delle norme di attuazione della variante generale al Prg)

Interventi su ruderi e sedimi di demolizione

Di seguito una riorganizzazione degli interventi nelle aree classificate quali ruderi e sedimi di demolizione, del 14.06.2009 con aggiornamento al 30.11.2009.

 

MODIFICHE

Variante per il centro storico, la zona orientale, la zona nord-occidentale

Variante art. 22 Prg - frazionamento

Il giorno 9 maggio 2017, successivo alla pubblicazione sul BURC n. 36 - 8 maggio 2017, è entrata in vigore la Variante urbanistica relativa all'aggiunta del comma 2 all'art. 22 - "frazionamento", e alla conseguente integrazione degli artt. 64-69-73-79-83-86-92-99 delle norme di attuazione del Prg, approvata dal Consiglio comunale il 20 aprile, con deliberazione n. 24, e adottata con la deliberazione di Giunta comunale n. 13 del 14/1/2016

Variante strada comunale della luce

Proposta di adozione di variante del foglio 8 della tavola 8 "specificazioni" - di cui alla Variante del Prg di Napoli, per il centro storico, zona orientale e zona nord occidentale. Quartiere S. Pietro a Patierno - attrezzature in strada comunale della luce

Variante occidentale

Variante della disciplina urbanistica per le attrezzature

Approvato, con deliberazione di Giunta comunale 487/2016, il preliminare di piano per la formazione della Variante della disciplina urbanistica delle attrezzature per la zona occidentale.

Variante Montespina

Su proposta della Giunta comunale (delibera n° 1205/01), il Consiglio comunale ha adottato una variante su un'area di proprietà della società American Hotel, cosidetta "Montespina" a esito della sentenza del TAR n° 2404/2000

 

RETTIFICHE

Rettifica immobile via Cisterna dell'Olio 44

Su istanza del Presidente del consiglio d'amministrazione dell'Ente autonomo Volturno, proprietario dell'immobile in via Cisterna dell'Olio 44, il Comune di Napoli, con deliberazione di Giunta n. 5 del 12 gennaio 2017, ha manifestato la volontà di procedere alla rettifica della classificazione tipologica per il suddetto immobile, identificato nel N.C.E.U. alla sez. SGU, foglio 1, p.lla 135 e relativi sub, ai sensi dell'art. 63 comma 4 delle Norme di Attuazione della Variante al Piano regolatore generale "centro storico, zona orientale, zona nord-occidentale".
Il Consiglio comunale ha approvato, con deliberazione immediatamente eseguibile n. 34 del 30 giugno 2017, la rettifica della classificazione tipologica dell'immobile già proposta dalla Giunta comunale, con deliberazione n. 293 - 18 giugno 2017, in seguito a  istanza del Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Ente Autonomo Volturno srl.

Rettifica immobile Salita Petraio 38

Con deliberazione n. 284 del 26 aprile 2013 è stata approvata la volontà del Comune di Napoli di procedere, per l'immobile sito alla Salita Petraio 38, identificato nel N.C.E.U. alla partita 39232 sez. Montecalvario foglio 3, p.lla 97, alla rettifica della classificazione tipologica ai sensi dell'art. 63 comma 4 delle Norme di Attuazione della Variante al Piano regolatore generale "centro storico, zona orientale, zona nord-occidentale".

Rettifica tavola 6, foglio 16

Approvata con deliberazione di Consiglio comunale n. 27 del 31 luglio 2012 la rettifica di un errore materiale riscontrato nella Tavola 6, foglio 16 della Variante per il centro storico, la zona orientale, la zona nord-occidentale approvata con DPGRC 323/2004.

Rettifica classificazione tipologica immobile in alla via Alfredo Vittorio Russo 32/a-b
Rettifica della classificazione tipologica immobile via Quaranta
Rettifica della classificazione tipologica di immobili in via Pedamentina e altri
Rettifica della classificazione tipologica di immobili in via M. Guadagno e altri

Il Consiglio comunale, con delibera n° 23 del 30 marzo 2006, ha approvato la rettifica della classificazione tipologica del centro storico per alcune unità di spazio.
L'attuazione degli interventi negli insediamenti di interesse storico si basa sulla classificazione tipologica degli edifici e degli spazi liberi: a ogni tipo corrispondono interventi consentiti e utilizzazioni compatibili. Eventuali rettifiche della classificazione possono essere disposte dal Consiglio comunale, a seguito di procedure di evidenza pubblica. Infatti, con deliberazione  3647 del 7 ottobre 2005, la Giunta Comunale ha manifestato la volontà dell'amministrazione di procedere alla rettifica della classificazione tipologica di alcune unità di spazio. La procedura ha avuto esito con il voto del Consiglio comunale.
La tavola 7, pubblicata nella pagina cartografia, è stata aggiornata con la rettifica dei fogli interessati.

I documenti qui pubblicati hanno scopo meramente illustrativo e non sostituiscono in validità ed efficacia quelli ufficiali, consultabili facendone richiesta presso gli uffici competenti

AGGIORNAMENTO
febbraio 2019

_____ Officina UrbaNa _____
www.comune.napoli.it/urbana

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO