1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Settimana della Cultura Greca. Il greco ci appartiene

Dal 9 al 15 febbraio 2020

 

Un’intera settimana di incontri musica e poesia nel Maschio Angioino di Napoli ed un concerto di musica greca con Alexandra Gravas nella Sala Martucci del Conservatorio

Settimana della Cultura Greca. Il greco ci appartiene
Promossa e organizzata dalla Comunità Ellenica di Napoli e Campania e dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Con il patrocinio del Ministero degli Esteri della Repubblica di Grecia , della Ambasciate di Grecia e di Cipro in Italia.
In collaborazione con il Conservatorio di Musica di Napoli San Pietro a Majella. Con i licei classici di Napoli e della Campania saranno a Napoli, oltre che una delegazione di parlamentari ellenici, alcune classi di studenti e insegnanti di Atene e di Salonicco.

L’annuale iniziativa che dal 2014 celebra e festeggia a Napoli la lingua e la cultura greca si arricchisce e si amplia quest’anno con un’intera settimana di attività. Oltre alla ormai consueta Maratona delle scuole, con i licei classici di Napoli e della Campania ma anche con la partecipazione di numerosi studenti provenienti dalla Grecia, avremo nel corso della settimana numerose interessanti occasioni per accostare ed apprezzare la musica e la cultura greca, a partire dal concerto del Mezzosoprano Alexandra Gravas, ospitato nella prestigiosa cornice della Sala Martucci del Conservatorio.

Si tratta di una iniziativa significativa per valorizzare i legami che ci legano alla cultura greca antica e per renderci componente attiva di un’eredità di straordinario rilievo.
Il tema di questa edizione sarà Il Greco ci appartiene, ad indicare la presenza e l’importanza della cultura greca, di quella antica, che ancora alimenta la nostra cultura, ma anche di quella moderna, in segno di apertura, di scambio, per una rinnovata reciproca conoscenza.

L’idea di dedicare un appuntamento annuale alla lingua ed alla cultura greca ed alla valorizzazione dei nostri legami con essa partì da Napoli nel 2014 per iniziativa della Comunità Ellenica e dell’Assessorato alla Cultura, con la celebrazione della “Giornata mondiale della lingua e della cultura greca”, su proposta del prof. Ioannis Korinthios, allora presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia, accolta ed istituzionalizzata dal Parlamento della Repubblica di Grecia. L’iniziativa ha avuto negli anni un successo crescente, con una partecipazione sempre più ampia dei nostri licei, ma anche con la presenza di studenti greci che vengono a Napoli proprio in questa occasione.

Ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Eleonora de Majo:
“Ringrazio le Ambasciate di Grecia e di Cipro per il patrocinio all’iniziativa, e con esse il Ministero degli Esteri greco e tutti gli altri partner istituzionali, a partire dal Conservatorio di San Pietro a Majella che ospita il concerto di Alessandra Gravas, ma soprattutto considero straordinaria e felice la collaborazione con la Comunità Ellenica che dura da alcuni anni e che ci consente quest’anno un così significativo arricchimento dell’iniziativa. Ricordo che il progetto fu promosso dal Parlamento Greco ma che esso ha visto Napoli, fin dall’inizio, tra i suoi maggiori promotori ed ha trovato nella nostra città una accoglienza e una partecipazione che mi hanno molto colpito. Una partecipazione nella quale è evidente l’impegno e la sensibilità dei nostri insegnanti, con la vivacità delle nostre scuole, che mi piace pensare come il ritrovarsi della nostra città con le sue radici più antiche e con la dimensione mediterranea della nostra cultura”.
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO