1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Progetto "Tutta un’altra musica"

I Volontari del Servizio Civile: leva per lo sviluppo dei nuovi Centri Giovanili e della Città di Napoli

Con il progetto di Servizio Civile Nazionale “Tutta un’altra musica”, dal 20 aprile 2018 al 19 aprile 2019 il Comune di Napoli ha impegnato 32 volontari in attività finalizzate a potenziare l’offerta culturale già in essere nei Centri Giovanili della rete cittadina e a migliorare il grado di informazione e partecipazione dei giovani del territorio, soprattutto quelli con manifeste problematiche di disagio familiare e sociale, difficoltà comunicative rispetto all'istituzione e/o inesperienze nella ricerca di un inserimento lavorativo.

I volontari hanno riacceso nei giovani speranze per rafforzare la loro capacità di autonomia, consapevolezza, autorealizzazione e partecipazione alla vita sociale, onde favorire la rigenerazione e la valorizzazione del territorio per un benessere condiviso e inclusivo.  

Il 12 aprile 2019  presso il Centro Giovanile “Casa della Cultura e dei Giovani di Pianura”, si è svolto l’evento conclusivo “Una finestra sul futuro”, a cura dei volontari del progetto di Servizio Civile Nazionale del Comune di Napoli “Tutta un’altra musica”. 

I volontari hanno presentato i lavori svolti durante l’anno di Servizio Civile:
- reportage sulle attività in corso nei Centri Giovanili del Comune di Napoli;
- guida alle attività dei Centri Giovanili;
- performances musicali per sensibilizzare la comunità tutta sulla centralità dei giovani nel percorso di rigenerazione culturale e creativa dei territori.

All’iniziativa hanno partecipato vari Enti e Associazioni, fra cui Xenia Cooperativa sociale, Centro giovanile Turmed, Associazione Articolo 45, Associazione FabLab e alcune classi dell’IPSEOA “G. Rossini” di Napoli. Sono intervenuti l'Assessora ai Giovani, Alessandra Clemente, il Dirigente del Servizio Giovani e Pari Opportunità, Giuseppe Imperatore, e il delegato dell’Assessorato all'Istruzione, Politiche Sociali e Sport  della Regione Campania, Alessandro Coppola.
 
 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO