1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Al via “T.A.K.E. PART” progetto su giovani e democrazia digitale tra Napoli e Tirana

banner progetto take part

Due seminari, a giugno e a novembre 2019, 100 giovani coinvolti tra Italia e Albania, oltre a esperti e decisori politici locali, nazionali ed europei: il progetto T.A.K.E. PART, acronimo di Transnational Activities for Key digital skills in Engagement and youth PARTicipation, sarà il più grande progetto giovanile in Italia sulla democrazia digitale, per valutarne pratiche e strumenti ed elaborare strategie da far adottare a livello europeo. A organizzarlo è l’Italian Institute for the Futurein collaborazione con lo European Movement Albania, la principale organizzazione albanese impegnata a supporto del processo di adesione del paese all’Unione europea, con sede a Tirana. Il progetto ha ottenuto un finanziamento europeo nell’ambito del programma Erasmus+, azione per il sostegno alla riforma delle politiche.

In Europa assistiamo da un lato all’utilizzo pervasivo di strumenti digitali nella vita quotidiana, con cui di fatto sono state virtualizzate buona parte delle nostre attività e delle interazioni con enti pubblici e privati; dall’altro, a una crescente distanza tra le giovani generazioni, ossia i principali fruitori di questi strumenti, e i decisori politici, che sembrano parlare linguaggi differenti”, spiega Roberto Paura, presidente dell’Italian Institute for the Future. “Concetti come democrazia digitale e democrazia partecipativa oggi sono di estrema attualità, ma concretamente cosa si è fatto finora e quanto si può fare per migliorare la partecipazione attiva dei giovani ai processi deliberativi, dalla scala locale – il quartiere, la città – a quella europea? Lo scopo del nostro progetto è quello di chiedere ai ragazzi partecipanti di rispondere a queste domande. Siamo in una fase critica del processo d’integrazione europea: o si troveranno modi nuovi per colmare il divario tra cittadini e policy-makers, o si rischia di rimettere tutto in discussione, compresi i concetti alla base delle democrazie moderne”.

La call per i partecipanti italiani, rivolta a ragazze e ragazzi tra i 18 e i 30 anniinteressati a prendere parte a uno dei due seminari (giugno o novembre 2019) a Napoli, è online con scadenza al 15 marzo.

Per informazioni e iscrizioni, accedere al sito: https://www.instituteforthefuture.it/take-part-100-giovani-da-napoli-e-tirana-per-lavorare-sulla-democrazia-digitale/

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO