1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Eventi del Comune » Parabola infinita - Fenomenologia della K -

Contenuto della pagina

Parabola infinita - Fenomenologia della K -

Opere di Gerolamo Casertano al PAN, dal 16 settembre al 10 ottobre 2017

 

Dal 16 settembre al 10 ottobre l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli ospita, nella sala Loft del Palazzo delle arti di Napoli, alcune tra le più significative opere del maestro Gerolamo Casertano, esponente di rilievo del panorama artistico del nostro paese e tra i protagonisti indiscussi del lirismo geometrico, scomparso a giugno dello scorso anno.

Nel suo segno pittorico riferimenti all'astrazione, al cosmo, alla quabbalah, alla matematica e al tema del viaggio meta temporale. In particolare, l'esposizione curata da Gilda Luongo propone 20 opere, alcune delle quali di grande formato, tra le più significative del periodo geometrico del maestro napoletano, nonché la riproposizione di "80-81", film realizzato in occasione di una precedente esposizione, "Parabole 2010", che propone oltre due ore di filmati realizzati da Casertano e montato dal nipote Francesco Saverio Casertano, con la supervisione dell'artista oggi scomparso.

L'assessore Nino Daniele, nel testo riportato nel catalogo predisposto per l'occasione per i tipi della società editrice L'Aperia, ha dichiarato che l'evento «È un doveroso omaggio della città a un artista, scomparso lo scorso anno, che è stato tra i protagonisti della vita culturale di Napoli a cavallo tra due secoli» e che «con questa esposizione continua il percorso del PAN, che si conferma essere Centro di Cultura dinamico, proteso a far incontrare culture e linguaggi diversi, offrendosi come ponte ideale fra i talenti di questa città e l'universo mondo dell'arte contemporanea. Questo evento, in particolare, abbiamo ritenuto fosse un appuntamento "necessario" per far conoscere - a un pubblico il più vasto possibile, ma soprattutto ai nostri giovani - l'originalità e la forza creativa di un artista che molto ha dato alla nostra città e che ancora può essere fonte di ispirazione e di arricchimento nella nostra continua ricerca di trarre dall'arte felicità e libertà».

Hanno scritto per l'evento :il critico e storico dell'arte Giorgio Di Genova, Gilda Luongo critico e curatore, lo storico dell'arte dell'Accademia di Belle Arti di Napoli Andrea Zanella, la filosofa Titti Basile, Il docente di estetica dell'Accademia di Belle arti Dario Giugliano, la Presidente dell'associazione tempo libero Clorinda Irace, la docente di lingua e mistica ebraica Maria Rosaria Fazio, il fotografo e critico Alessandro Manna, la pittrice Maria Luisa Casertano.

 
 
 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti