1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Eventi del Comune » I tesori di carta

Contenuto della pagina

I tesori di carta

Dal 1 aprile al 30 giugno nel Convento di San Domenico Maggiore

Dal 1 aprile al 30 giugno 2017 presso il convento di San Domenico Maggiore in Napoli si terrà la mostra "I tesori di carta di San Domenico Maggiore" .
La mostra, fortemente voluta dai frati domenicani e curata dal responsabile della Biblioteca Domenicana Fr. Gerardo Imbriani in collaborazione con l'Opera San Domenico Maggiore Onlus e l'Associazione culturale San Bonaventura, si propone di portare all'attenzione degli studiosi e del grande pubblico i più interessanti ed importanti documenti cartacei prodotti a Napoli dai frati domenicani tra il XIII e il XVI in circa 800 anni di presenza in città (1231). Tale presenza ha assunto, fin dai primi anni, un peso determinante per l'evoluzione del pensiero e della cultura partenopea; basti solo ricordare che una tra le più antiche sedi dell'Università di Napoli era ospitata proprio nel convento di San Domenico Maggiore dove studiavano circa 5.000 studenti e che, già nel XIII secolo, trovòqui un clima culturale particolarmente favorevole San Tommaso D'Aquino che proprio a San Domenico Maggiore fu dapprima studente e poi insegnante.
La mostra, inserita nel percorso museale permanente, è ospitata nel suggestivo "corridoio San Tommaso" al primo piano del convento seicentesco, luogo tutt'ora abitato e vissuto dai Frati Predicatori.
Eccezionalmente sarà possibile ammirare incunaboli, corali e documenti rarissimi, in alcuni casi addirittura mai presentati al pubblico specie per via della delicatezza e dell'estrema fragilità che la custodia e la tutela di opere di questa tipologia richiedono. Tra i documenti più importanti saranno esposti la Bolla di proclamazione a Dottore della Chiesa di San Tommaso d'Aquino con la firma del Papa domenicano San Pio V e di San Carlo Borromeo e una pagina del Breviario di San Domenico che provengono dall'Archivio e dalla Biblioteca domenicana oltre che rari e preziosi esemplari di Cinquecentine appositamente selezionati sempre dalla ricca raccolta della biblioteca.
Queste preziose "carte" offrono la possibilità di inedite aperture a nuove ed interessanti prospettive sul panorama cultuale napoletano e rappresentano un "segno" importante della storia, non solo domenicana a Napoli.
Gli Archivi e le Biblioteche hanno il mandato di "custodire" un patrimonio deperibile, " mostrare" gli esempi più significativi della propria storia, "insegnare" attraverso i segni del proprio passato, "tracciare" una nuova via per il futuro.
Per le scuole sono previsti laboratori didattici guidati da storici dell'arte specializzati in didattica e comunicazione.

Aprile
dal lunedì al venerdì - ore 10.00 - 13.00 / 16.00 - 18.00
sabato e domenica - ore 9.30 - 18.00

Maggio
tutti i giorni, ore 9.30 - 18.00

Info e prenotazioni
Doma - opera San Domenico Maggiore Onlus
piazza San Domenico Maggiore 8A
333 8638997 - domanapoli@gmail.com
facebook.com/sandomenicomaggiore
 
 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti