1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Incontro Città Italiane siti UNESCO per l'allentamento del patto di stabilità

18 dicembre 2015 ore 10,30 - 17,00

Complesso di San Domenico Maggiore, Sala del Capitolo (Vico San Domenico Maggiore 18)

Futuro Remoto: le frontiere
L'Italia nel mondo vanta il maggior numero di luoghi inclusi nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Città, paesaggi, siti archeologici costituiscono la testimonianza di un passato ricco di storia che ha consegnato al presente un patrimonio di capolavori artistici, monumentali e paesaggistici, espressione materiale ed immateriale di identità e cultura, da tramandare alle generazioni future.
La conservazione dei siti UNESCO non può essere demandata esclusivamente agli Enti Locali che già soffrono per la mancanza di risorse finanziarie per rispondere alle esigenze primarie dei propri territori. La deresponsabilizzazione dello Stato viola l'art. 4 della Convenzione di Parigi del 1972 che, nell'istituire la Lista del Patrimonio Mondiale, ha affermato che la conservazione e la valorizzazione dei siti UNESCO spetta agli Stati Nazionali.
Su questi temi discutono i rappresentanti degli Enti Locali per elaborare e sostenere presso gli organi di governo una proposta comune.
 

Programma

 
Segreteria Organizzativa
Osservatorio Permanente Centro Storico di Napoli, Sito UNESCO
dott. Gabriele di Napoli -arch. Elena Pagliuca
tel.   0817959827
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO