1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language
Home » Turismo e Cultura » Mostre » Mario Monicelli e Rap - 100 anni di cinema

Contenuto della pagina

Mario Monicelli e Rap - 100 anni di cinema

Da venerdì 3 luglio a sabato 29 agosto 2015 al PAN

Al Palazzo delle Arti di Napoli, dal 3 luglio al 29 agosto 2015, verranno ospitate 80 fotografie inedite dei set di alcuni dei film di Monicelli e una mostra di Chiara Rapaccini. L'iniziativa, organizzata dall'associazione culturale Hde è promossa dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con il Patrocinio del Sindaco. Ha il sostegno dell'Istituto Banco di Napoli - Fondazione ed è realizzata in collaborazione con la Film Commission della Regione Campania, la Fondazione Premio Napoli e il Napoli Film Festival.

L'evento è organizzato in occasione del centenario della nascita del grande regista Mario Monicelli e, per la sua corposità, è da considerarsi una prima nazionale, anche per volontà di Chiara Rapaccini, famosa e stimata illustratrice, la compagna di una vita del regista, portatrice della memoria del profondo amore di Monicelli per la città di
Napoli.

Le fotografie costituiscono un eccezionale ed emozionante materiale in mostra per la prima volta, attraverso il quale è possibile ripercorrere tutta la storia del cinema del Novecento e oltre, attraverso i volti fuori scena dei più importanti attori (da Gassman a Mastroianni, Toto', Virna Lisi, Anna Magnani, Giancarlo Giannini, Monica Vitti, Goldie Hawn, Philippe Noiret, Ugo Tognazzi...) sui set dei film da L'armata Brancaleone, Amici miei, Risate di gioia, Speriamo che sia femmina, I compagni, Un borghese piccolo piccolo.
 
 
Mario Monicelli
 
La mostra delle opere di Rap è un eccezionale omaggio al regista. La Rapaccini lavora con acrilico su 17 delle fotografie dell'archivio personale di Mario Monicelli. I bianchi e neri contrastati degli scatti dei grandi fotografi di scena degli anni 50, 60, 70, 80, costituiscono la base del suo lavoro che, in un muto dialogo con le opere dei fotografi, si costruisce aggiungendo una pennellata, un commento, un'interpretazione, un pensiero. Mastroianni, Toto', Gassman, la Magnani, Mario Monicelli piccolo, adolescente, anziano, emergono come fantasmi dal bianco lattiginoso del fondo, accompagnati dai suoi disegni. Le opere in mostra al Pan sono le basi dalle quali sono stati realizzati da Rap dei grandi lenzuoli che saranno in mostra a settembre nel Casinò di Venezia, in una grande mostra voluta da Alberto Barbera, Presidente del la Mostra del Cinema di Venezia.
 
Mario Monicelli e Rap - 100 anni di cinema
 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti