1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Presentazione #FaiCentro: il 1° vespasiano artistico d'Italia a Napoli

Sabato 9 maggio, alle 21.00 nella Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli nell'ambito di "Ballads" di Francesco di Bella & Fofò Bruno

Il primo Vespasiano Artistico d'Italia a Napoli. #FaiCentro

 

Realizzare il primo vespasiano artistico d'Italia, questa l'idea lanciata dal Kestè, storico locale e luogo di incontro giovanile di Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli e da Artèteka, l'associazione nata al Kestè con la finalità sociale di riqualificare le aree degradate del Centro Antico di Napoli.
Saranno proprio tutti, senza limitazioni di "curriculum", a poter disegnare l'orinatoio funzionale, resistente e artistico, aderendo al Bando di #Faicentro che sarà spiegato in dettaglio insieme al progetto nella Conferenza Stampa, venerdì 8 maggio, alle 12.30 nel Kestè, in Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli, alla presenza di Nino Daniele, assessore alla Cultura del Comune di Napoli e Fabrizio Caliendo, fondatore del Kestè e presidente di Arteteka. Bando e progetto saranno presentati ai cittadini napoletani sabato 9 maggio alle 21.00 nella Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli, in Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli, nell'ambito del suggestivo spettacolo "Ballads" di Francesco di Bella & Fofò Bruno, il cui ricavato andrà a sostegno di #Faicentro.
Il bando sarà scaricabile dal sito www.faicentro.org dal 9 maggio.
Il messaggio di #Faicentro è chiaro: "L'arte salverà Napoli: lasciate un segno di civiltà facendo "centro" nel vespasiano ". Questo lo scopo del concorso di idee, finalizzato a realizzare un vespasiano artistico da posizionare nei vicoli che storicamente diventano degli orinatoi, partirà il 9 maggio e si chiuderà il 30 giugno. La finalità del progetto si evince anche dal logo di #Faicentro: un omino in un mirino, come dire un "osservato speciale" che fa pipì in un punto interrogativo rovesciato, il futuro vespasiano artistico che per ora è una incognita, ma che rappresenta già ciò che accadrà domani. Una volta selezionato il progetto vincitore, che riceverà un premio di 500 euro, si partirà con il crowdfunding per realizzare il vespasiano n° 1 che sarà installato a settembre 2015 in vico San Giovanni Maggiore Pignatelli, oggi tristemente noto come "vico piscio". Una volta realizzato il vespasiano n. 1, si pensa di riproporre l'idea installandolo in tutti i luoghi di cultura di grande affluenza della città, convinti che gli orinatoi pubblici, presenti nelle metropoli europee, siano un segno di civiltà e uno strumento per rendere la città più pulita e accogliente. Il Comune di Napoli e la Seconda Municipalità hanno dato il patrocinio al progetto e si sono offerti quali co-produttori dell'idea, condividendone la validità. A sostegno dell'iniziativa l'Ordine degli Ingegneri ha concesso la Basilica di San Giovanni Maggiore e l'Istituto Universitario l'Orientale ha espresso grandi apprezzamenti per l'idea l'originale. L'associazione Riscatto Urbano ha contribuito alla stesura del bando ed ha sostenuto il progetto.

Continua a leggere il comunicato.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO